Harry Potter Wiki
Advertisement
Harry Potter Wiki

«Albus Silente non fu mai superbo o vanesio; riusciva a trovare qualcosa di pregevole in ognuno, per quanto insignificante o derelitto, e sono convinto che i suoi precoci lutti l'avessero dotato di sconfinate umanità e compassione. La sua amicizia mi mancherà più di quanto io riesca a esprimere, ma la mia perdita è nulla rispetto a quella del mondo magico. Non si può mettere in dubbio che sia stato il più illuminante e il più amato di tutti i Presidi di Hogwarts. è morto come è vissuto: lavorando sempre per il bene superiore e, fino all'ultima ora, altrettanto pronto a tendere la mano a un bambino con il vaiolo di drago quanto lo fu il giorno che lo conobbi.»
Elphias Doge su Albus Silente[src]

Albus Percival Wulfric Brian Silente (21 agosto 1881 – 30 giugno 1997) fu un mago mezzosangue inglese professore prima di Difesa contro le Arti Oscure, e successivamente di Trasfigurazione, e infine Preside della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Servì anche come Supremo Pezzo Grosso della Confederazione Internazionale dei Maghi (?–1995) e Stregone Capo del Wizengamot (?–1995; 1996–1997). È considerato come il mago più potente di tutti i tempi, secondo forse solo a mago Merlino.

Raggiunse la fama e il prestigio sociale nel Mondo dei Maghi per aver sconfitto in un epico duello nel 1945 il mago oscuro Gellert Grindelwald, con il quale durante la sua giovinezza Silente aveva avuto una relazione condividendone in un primo momento i piani malvagi. Sconfiggendo Grindelwald, Silente entrò in possesso della Bacchetta di Sambuco, la bacchetta più potente del mondo in quanto uno dei tre Doni della Morte.

Albus Silente ebbe anche un ruolo vitale durante la Prima e la Seconda Guerra dei Maghi per ostacolare il malvagio Lord Voldemort. Fondò infatti l'Ordine della Fenice e successivamente divenne mentore di Harry Potter. Silente pianificò la sua stessa morte con Severus Piton dopo che era stato maledetto dall'anello di Merope Gaunt che gli avrebbe causato una morte lenta e dolorosa. Come pianificato, Silente si fece uccidere da Piton ma non prima di avergli consegnato vitali informazioni che sarebbero poi state utili a Harry Potter per sconfiggere Lord Voldemort.

Biografia

Famiglia e adolescenza

Ariana Silente, sorella di Albus Silente.

Albus fu il primo dei tre figli di Percival e Kendra Silente e nacque nell'agosto del 1881 nel paesino di Mould-on-the-Wold. Ebbe un fratello, Aberforth, e una sorella, Ariana, minori.

Durante i suoi primi anni di vita, Ariana manifestò i primi segni dei suoi poteri magici e fu aggredita da un gruppo di ragazzi babbani, spaventati dai suoi poteri che non riuscivano a comprendere. Ariana non riportò ferite o lesioni e gravi, ma rimase segnata psicologicamente dall'esperienza e da allora si rifiutò di utilizzare i suoi poteri. Ariana però non poteva sbarazzarsi della magia e questa, inutilizzata e repressa, finì per farla impazzire, che da allora poté utilizzare i sui poteri solo in maniera incontrollata e pericolosa (in momenti di rabbia e instabilità emotiva). Il padre, Percival Silente, cercando di vendicarsi, aggredì il gruppo di ragazzi babbani responsabili dell'attacco alla figlia e per questo fu arrestato e portato nella prigione di Azkaban dove morì. Non tentò di scagionarsi poiché temeva che, rivelando la situazione di Ariana, questa sarebbe stata considerata pericolosa e rinchiusa all'Ospedale di San Mungo in quanto non potendo controllare i suoi poteri era un pericolo per lo statuto di segretezza dei Maghi.

Dopo l'arresto di Percival, la famiglia Silente si trasferì a Godric's Hollow. Per proteggere la famiglia e Ariana, Kendra mantenne la famiglia isolata dal resto della comunità, con l'unica eccezione di Bathilda Bagshot. Fu in questo periodo che Albus imparò a non nominare mai suo fratello o sua sorella in pubblico.

Educazione a Hogwarts

Albus cominciò a frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts il 1 settembre 1892. Fu smistato nella Casa di Grifondoro. Divenne da subito amico di Elphias Doge. Il ragazzo era guarito da poco dal vaiolo di drago e perciò non era più contagioso, ma era ancora pieno delle cicatrici provocate dalla malattia e nessuno osava avvicinarglisi. Solo Albus, dimostrando una innata dote per l'andare oltre le apparenze, si degnò di parlare con il povero Doge e fu proprio questo a far nascere la grande amicizia che ci fu fra i due.

L'inizio del suo primo anno fu caratterizzato dai mormorii su ciò che il padre di Silente aveva fatto ai Babbani che avevano aggredito la figlia. Alcuni giovani maghi si avvicinarono quindi ad Albus pensando che avesse le loro stesse idee sulla purezza del sangue fra maghi, ma Silente li respinse. Nonostante ciò, dopo pochi mesi la fama di Albus eclissò quella del padre, e il ragazzo divenne semplicemente il più brillante studente che Hogwarts avesse mai avuto. Non solo vinse tutti i premi messi in palio dalla scuola di magia, ma presto entrò in contatto con importanti maghi del tempo, come Nicolas Flamel (importante alchimista) e Bathilda Bath (storica della magia). Durante i suoi studi, diversi suoi lavori furono pubblicati e scambiò diverse lettere con il teorico della magia Adalbert Waffling.

Nel suo terzo anno, Albus scelse di studiare Antiche Rune e almeno un'altra materia, che non era Divinazione. Durante il suo quarto anno, Albus incendiò "per sbaglio" le tende del suo dorminatorio (anche se in seguito dichiarò che non gli erano mai piaciute. Silente divenne anche Prefetto e, al suo settimo anno, Caposcuola.

Sostenne gli esami M.A.G.O. nel Giugno 1989. Griselda Marchbanks affermò di averlo esaminato in Incantesimi e in Trasfigurazioni e ammise di "non aver mai visto nessun altro fare cose simili con una bacchetta".

Amore e tragedia

Albus e Gellert Grindelwald.

Dopo la scuola, Silente aveva intenzione di partire per il tradizionale giro del mondo con il suo amico, Doge. La notte prima della partenza, però, mentre lui e Doge erano al Paiolo Magico pronti a partire, sua madre Kendra fu uccisa dalla magia incontrollata di sua sorella Ariana, lasciando ad Albus il ruolo di capo-famiglia e bloccando, quindi, la partenza. Albus tornò a Godric's Hollow pieno di amarezza per la sua situazione. Pur sentendosi bloccato e in trappola, Albus rifiutò di lasciare che il fratello Aberforth abbandonasse la scuola per badare alla sorella e lo costrinse a finire i propri studi.

Quando Albus si sentiva ormai finito, costretto ad una vita in cui non avrebbe potuto ottenere ciò che meritava in quanto mago dalle grandi capacità, Bathilda Bagshot gli presentò il suo pro-nipote Gellert Grindelwald, un mago che stava facendo una ricerca sui Doni della Morte. Grindelwald e Silente, della stessa età, divennero amici e Albus aderì alle idee di Grindelwald in merito alla dominazione dei Maghi sui Babbani e, insieme, progettarono la loro ascesa al potere. Fecero un Patto di Sangue, in cui giurarono di non combattersi mai. Inizialmente, Silente era interessato ai progetti di Grindelwald come un modo per mostrare la proprie abilità e uscire dalla miseria in cui si trovava, ma con il tempo l'amicizia tra i due giovani uomini divenne molto stretta e infine si trasformò in una relazione romantica. Benché Silente si rendesse conto dell'oscurità di Grindelwald, mise a tacere la propria coscienza, anche in virtù del fatto che ne era invaghito.[16]

Due mesi dopo, Aberforth, il fratello di Silente, che non era d'accordo con le idee di Grindelwald, accusò Albus di negligenza nella cura della sorella Ariana. Grindelwald usò la Maledizione Cruciatus contro Aberforth, e fra i tre ragazzi cominciò un duello. Ariana tentò di intervenire, buttandosi fra i tre maghi, probabilmente nell'intento di aiutare Aberforth, ma rimase uccisa da una maledizione vagante. Così Grindelwald fuggì, per paura di essere accusato dell'ennesimo crimine e lasciando Albus sconvolto. Ritenendolo responsabile della morte della sorella, Aberforth, durante il funerale, aggredì Albus, rompendogli il naso. Evitò poi per lungo tempo ogni contatto con lui.

Inizio della carriera ad Hogwarts (anni 1910-1925)

Silente insegna Difesa contro le Arti Oscure nel 1927.

Albus Silente tornò al Castello di Hogwarts, la scuola che aveva frequentato per sette anni, che ora era sotto la guida del professor Phineas Nigellus Black. Albus questa volta non venne per imparare, ma per insegnare. Appesantito dalla conoscenza segreta dell'imminente ascesa al potere di Gellert Grindelwald e dal desiderio di correggere gli errori del passato, era naturale, forse, che si sentisse attratto dal lavoro di istruttore di Difesa contro le Arti Oscure, una posizione in cui avrebbe potuto preparare più facilmente le sue difese per i pericoli che sapeva un giorno sarebbero venuti. Ad Albus, che d'ora in poi sarebbe diventato noto alle generazioni successive di studenti come "Professor Silente", fu assegnata la classe 3C al terzo piano e un ufficio.

Ad un certo punto dell'inizio della sua carriera di insegnante, Albus in qualche modo scoprì una stanza segreta all'ultimo piano del castello che si sarebbe rivelata a qualcuno solo se ne avesse avuto grande bisogno, al suo interno trovò un antico specchio decorato che a un esame più attento si è rivelato molto più rivelatore della maggior parte; stregato com'era dal potere allettante di mostrare a coloro che fissavano la sua superficie una visione del desiderio più profondo del loro cuore. Incuriosito dallo specchio, ma alla fine rendendosi conto di quanto il suo desiderio più profondo all'epoca fosse qualcosa di impossibile, e che aggrapparsi a un desiderio che non avrebbe mai potuto - e per ovvie ragioni, non dovrebbe mai - essere esaudito, Silente alla fine decise di lasciare lo specchio dov'era, coperto da una tenda di velluto nero. Ci vollero molti anni prima che tornasse a visitarlo.

Albus in quegli anni trascorse gran parte del tempo impegnato nell'addestramento di giovani streghe e maghi nonostante ciò Albus avrebbe continuato a rimanere in contatto con Nicolas Flamel, insieme al quale avrebbe raggiunto una serie di progressi nel campo dell'alchimia. Nel corso degli anni il loro rapporto è sbocciato da quello di studente e mentore, a quello di una partnership paritaria e di amicizia quasi per tutta la vita. Ad un certo punto, Albus avrebbe fatto visita al suo vecchio amico e avrebbe posato per una fotografia nella bottega di Flamel insieme al suo celebre mentore, con molti dei suoi strumenti e attrezzature alchemici visibili sullo sfondo, oltre a una sfera di cristallo e un libro con una fenice in copertina.

Silente spiega a Tom Riddle che è un mago.

Nel periodo in cui Silente era professore di Trasfigurazione, egli si assunse il compito di spiegare ai bambini maghi Nati Babbani della magia e di Hogwarts. Uno di questi bambini era Tom Riddle (mago Mezzosangue), il mago che sarebbe diventato Lord Voldemort.

Nel 1943, Tom Riddle aprì la Camera dei Segreti e, dietro suo ordine, il Basilisco di Salazar Serpeverde, pietrificò alcuni studenti e uccise Mirtilla Malcontenta. Benché Silente sospettasse di Tom, il futuro mago Oscuro, ben voluto da tutti i professori, riuscì ad incastrare Rubeus Hagrid. Hagrid venne espulso da Hogwarts, ma Silente riuscì a farlo restare a Hogwarts assumendolo come Guardiacaccia della scuola.

Mentre Silente insegnava ad Hogwarts, Gellert Grindelwald divenne sempre più potente, reclutando un esercito formato da uomini provenienti da tutta Europa. Trovò la Bacchetta di Sambuco, che usò per terrorizzare il continente. Nel 1945 Silente rintracciò il mago oscuro e i due duellarono. Il duello passerà alla storia come il più mitico mai combattuto. Albus vinse il duello, tenendo la Bacchetta di Sambuco, e Grindelwald fu imprigionato. Per la sconfitta di Grindelwald, Silente venne insignito dell'ordine di Merlino, prima classe.

Nel 1956, Silente divenne Preside della Scuola, succedendo ad Armando Dippet. Gli fu offerto per tre volte l'incarico di Ministro della Magia, ma Silente rifiutò sempre. Infatti, a causa dell'esperienza con Grindelwald, riteneva di non essere adatto al potere. Nonostante ciò rimase in contatto con il Ministero per poter dare consigli ai vari Ministri che si successero negli anni.

Poco dopo la nomina di Silente a Preside, Tom Riddle tornò a scuola per chiedere il posto di professore di Difesa contro le Arti Oscure. Riddle era già diventato da tempo un mago oscuro, (avendo già creato alcuni horcrux) e nonostante non fosse ancora stato sfigurato completamente dalla magia oscura, non aveva più il bell'aspetto dei tempi in cui era uno studente. Voldemort avrebbe voluto da tempo diventare insegnante a Hogwarts, difatti aveva già fatto richiesta per la cattedra di difesa contro le arti oscure alla fine del suo corso di studi ma, troppo giovane per ottenerla, era stato respinto dal preside Dippet. Anche Silente, dopo aver accolto Riddle con garbo, lo respinse, sospettando già delle malefatte del mago oscuro. Sarebbe stato un rischio enorme assumere un mago come Voldemort che, come professore, avrebbe goduto di un grande ascendente sui giovani maghi, che avrebbe potuto convincere a diventare dei Mangiamorte (era probabilmente questo il fine ultimo di Voldemort nel voler diventare professore).

Nel 1971, Silente permise ad un giovane Lupo mannaro, Remus Lupin, di frequentare la scuola di magia e stregoneria. Dispose la Stamberga Strillante come luogo in cui Lupin potesse trasformarsi e, per impedire che gli studenti raggiungessero il posto, piantò davanti l'ingresso del passaggio segreto che portava alla stamberga, un Salice Schiaffeggiante.

La Prima Guerra dei Maghi

La Profezia di Sibilla Cooman

Silente fondò l'Ordine della Fenice, un'organizzazione segreta di maghi e streghe che voleva lottare contro Lord Voldemort e i suoi Mangiamorte.  

Durante la guerra, Sibilla Cooman contattò Silente per chiedergli il posto di Professoressa di Divinazione. Non credendo nella Divinazione, Silente le diede un colloquio solo perché Sybilla era la pro-pro-nipote di Cassandra Cooman, una famosa veggente. Durante il colloquio, Silente trasse la conclusione che Cooman non era una vera veggente ma proprio mentre stava per interrompere il colloqui ed andarsene, la Cooman entrò in una vera trance pronunciando una profezia nella quale veniva predetta la caduta di Voldemort causata da un bambino che sarebbe nato verso la fine di agosto. Il giovane Mangiamorte Severus Piton riuscì ad origliare una parte di questa profezia, riferendola al suo signore Lord Voldemort.

In seguito, Piton andò da Silente, sconvolto dal fatto che Voldemort pensasse che Harry Potter, il figlio della sua amica d'infanzia, fosse il bambino della profezia. Chiese a Silente di proteggerli. Silente consigliò a Lily e James Potter di usare l'Incanto Fidelius sulla loro casa. Tuttavia il loro Custode Segreto (che tutti credevano fosse Sirius Black, mentre in realtà era Peter Minus) li tradì, Lord Voldemort uccise James e Lily, ma quando provò ad usare l'Avada Kedavra sul loro figlio, l'anatema rimbalzò distruggendo il corpo del Signore Oscuro.

Albus Silente inviò Rubeus Hagrid a Godric's Hollow a recuperare il bambino affinché lo portasse a Privet Drive n°4, la casa di Vernon e Petunia Dursley, i suoi zii babbani. Silente fece in modo che Harry fosse protetto fintanto che avesse potuto chiamare quel luogo casa sua. Dopo la caduta di Lord Voldemort, Albus Silente assistette al processo di molti Mangiamorte, compreso quello dei Lestrange e a quello di Bartemius Crouch Jr. Partecipò in qualità di testimone al processo di Igor Karkaroff, assicurandogli uno sconto di pena in cambio dei nomi di molti Mangiamorte. Silente diede inoltre a Piton il posto di insegnante di Pozioni ad Hogwarts e assicurò che non fosse incriminato dal Ministro della Magia come ex Mangiamorte.

Fra le due guerre (1981-1995)

Durante l'estate del 1991, lui e il suo grande amico Nicolas Flamel cominciarono a sospettare che la Pietra Filosofale non fosse più al sicuro, pertanto, chiese ad Hagrid di prendere la Pietra dalla Camera Blindata 713 alla Banca dei Maghi Gringott e di portarla ad Hogwarts. Lo stesso giorno in cui avvenne lo spostamento, qualcuno entrò nella camera 713, trovandola vuota. L'anno scolastico 1991-1992 arrivò ad Hogwarts il giovane Harry Potter.

Albus Silente vede il messaggio lasciato dall'Erede di Serpeverde in cui viene annunciata la riapertura della Camera dei Segreti.

Durante l'anno scolastico 1992-1993, la Camera dei Segreti fu misteriosamente riaperta e il basilisco di Salazar Serpeverde pietrificò molti studenti, incluso Colin Canon, Justin Finch-Fletchley, Penelope Light e Hermione Granger, e anche il fantasma di Nicholas de Mimsy-Porpington e la gatta di Argus Gazza, Mrs Purr. Il Ministro della Magia Cornelius Caramell fece arrestare il guardiacaccia Rubeus Hagrid, poiché già accusato di aver aperto la Camera 50 anni prima mentre Lucius Malfoy presentò un atto per la sospensione di Albus Silente dalla carica di preside di Hogwarts. Alla fine si scoprì che era stata Ginny Weasley ad aprire la Camera mentre era posseduta dal ricordo di Tom Marvolo Riddle contenuto nel suo vecchio diario. Harry Potter riuscì a trovare la Camera dove uccise il basilisco e distrusse il diario di Riddle, impedendo così il ritorno di Voldemort e salvando Ginny. Hagrid fu scarcerato e Silente riassunse il suo ruolo di preside.

Durante l'anno scolastico 1994-1995 Hogwarts ospitò il Torneo Tremaghi in cui avrebbero gareggiato tre studenti uno da Hogwarts, uno dall'Accademia di Magia di Beauxbatons e uno dall'Istituto Durmstrang. Tuttavia, al momento dell'estrazione dei campioni, fu estratto anche un quarto gareggiante: Harry Potter. Durante la terza ed ultima prova del torneo, i due campioni di Hogwarts Harry Potter e Cedric Diggory si ritrovarono nel cimitero di Little Hangleton, ove Codaliscia uccise immediatamente Cedric e si servì di un rituale che richiedeva il sangue di Harry per far ritornare Lord Voldemort in carne ed ossa. Qui ci fu un duello tra Harry e Voldemort al termine del quale Harry riuscì a tornare alla passaporta che lo riportò ad Hogwarts. Qui si scoprì che era stato Barty Crouch Jr., sotto le mentite spoglie di Alastor Moody, a mettere il nome di Harry nel calice di fuoco e a stregare la coppa tre maghi affinché portasse Harry da Voldemort. Ben pochi, Silente incluso, credettero al racconto di Harry secondo cui l'Oscuro Signore era tornato.

La Seconda Guerra dei Maghi

Conflitto con il Ministero

Un articolo della Gazzetta del Profeta dell'agosto 1995 per screditare Silente recante il titolo: "Silente: pazzo o pericoloso?"

Per tutta l'estate 1995 Albus Silente cercò di convincere il Ministro della Magia Cornelius Caramell a credere al racconto di Harry e a prendere provvedimenti per ostacolare il ritorno in forze di Voldemort. Tuttavia, Caramell si rifiutò di credere al ritorno del signore oscuro e in tutta risposta, diede inizio a una vera e propria campagna giornalistica per cercare di screditare sia Albus Silente che Harry Potter. Silente fu rimosso da molti suoi incarichi istituzionali come Stregone Capo del Wizengamot e Supremo Pezzo Grosso. In quella stessa estate, Silente ricostituì l'Ordine della Fenice.

Silente partecipò poi al processo in cui Harry Potter era accusato di aver prodotto un Incanto Patronus in presenza del suo cugino babbano Dudley Dursley. Harry era stato costretto a usare il Patronus in quanto lui e suo cugino erano stati attaccati da due Dissennatori, ma Caramell non credette a questa versione e perciò Harry rischiò l'espulsione da Hogwarts. Alla fine, il processo si risolse con l'assoluzione di Harry da tutte le accuse anche grazie all'intervento di Silente che aveva portato Arabella Figg come testimone dell'accaduto.

Durante tutto l'anno scolastico successivo, Albus Silente decise di ignorare Harry il più possibile in modo tale da scongiurare una possibile connessione tra Voldemort ed il ragazzo. Quando i segni di tale connessione cominciarono a manifestarsi, Silente incaricò Seversu Piton di tenere delle lezioni private ad Harry di Occlumanzia, in modo da potersi difendere dai tentativi di Voldemort di penetrare nella sua mente.

Nel frattempo, Caramell aveva nominato Dolores Umbridge nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure e successivamente Inquisitore Supremo di Hogwarts con l'incarico di assicurare che le direttive ministeriali venissero correttamente applicate nella scuola. L'intenzione di Caramell era di usare la Umbridge per controllare ogni mossa di Albus Silente, sospettato di tramare contro il Ministro per prendergli il posto. La Umbridge si fece sempre più intransigente nella valutazione del personale di Hogwarts a tal punto che licenziò la docente di Divinazione Sibilla Cooman. In risposta alla politica della Umbridge (per conto del Ministero) di non insegnare agli studenti la pratica di Difesa contro le Arti Oscure, Harry Potter, Hermione Granger e Ronald Weasley decisero di creare un'organizzazione clandestina di studenti chiamata Esercito di Silente. Gli incontri dell'ES si tenevano nella Stanza delle Necessità e per molti mesi la Umbridge e Argus Gazza tentarono invano di scoprire gli incontri.

Albus Silente sfugge all'arresto.

Quando questi incontri clandestini furono scoperti, Silente, non volendo causare ulteriori problemi a Harry, si assunse la responsabilità di essere stato lui ad incaricare Harry di formare l'Esercito di Silente. In tutta risposta, Cornelius Caramell ordinò l'immediato arresto di Silente, vedendo l'Esercito di Silente come la prova che i suoi sospetti sul desiderio di Silente di impossessarsi del Ministero erano fondati. Con nessuna intenzione di finire ad Azkaban, Albus Silente riuscì a scappare scomparendo magicamente dal suo ufficio. Dolores Umbridge fu così nominata preside di Hogwarts per decreto ministeriale.

Il duello con Lord Voldemort

Proprio come Silente temeva, Voldemort usò la connessione mentale per attirare Harry in una trappola, attirandolo al Ministero della Magia per fargli ritirare la profezia che riguardava Voldemort e Harry, profezia che poteva essere ritirata solo da colui per cui era stata fatta. Harry si era recato al Ministero assieme ai suoi amici Hermione Granger, Ronald e Ginny Weasley, Neville Paciock e Luna Lovegood. Qui i sei ragazzi furono attaccati da un gruppo di Mangiamorte guidati da Lucius Malfoy, ma furono poi salvati dall'intervento dell'Ordine della Fenice, allertato da Severus Piton. Nel corso della battaglia dell'Ufficio Misteri, Sirius Black fu ucciso da Bellatrix Lestrange davanti agli occhi di Harry. In un impeto d'ira, Harry inseguì la strega riuscendo a scagliare un'incantesimo,ma fu colto di sorpresa da Lord Voldemort in persona.

Il duello tra Albus Silente e Lord Voldemort.

Harry fu salvato dall'intervento di Albus Silente, che ingaggiò un grande duello contro Lord Voldemort, riuscendo a tenere testa all'Oscuro Signore. Prima di arrivare sul posto, Silente aveva allertato i dipendenti del Ministero, in modo tale che questa volta il ritorno di Voldemort fosse sotto gli occhi di tutti. Silente non riuscì a catturare o sconfiggere Voldemort, il quale dal canto suo capì che non poteva sopraffare il suo vecchio insegnante e così fuggì, non prima però di essere stato visto da Caramell e gli altri dipendenti del Ministero appena arrivati sul posto. Questa volta il ritorno dell'Oscuro Signore era ormai evidente e l'intera opinione pubblica magica ne fu allertata.

Con la cacciata della Umbridge, Silente fu reintegrato come preside di Hogwarts. Tornato a scuola, Silente spiegò ad Harry il motivo della connessione tra lui e Voldemort e il significato della profezia.

Ultimo anno di vita e la morte

Severus Piton circoscrive la maledizione dell'anello dei Gaunt alla mano di Silente.

Nell'estate del 1996, Albus Silente, in cerca di informazioni utili per poter sconfiggere Voldemort, si recò a Little Hangleton nella vecchia casa della famiglia Gaunt, la famiglia della madre di Voldemort. Qui trovò l'anello della madre di Voldemort ed, imprudentemente, lo indossò venendo colpito dalla potente maledizione da cui l'anello era protetto. Riuscì a portare con sé l'anello ma la maledizione risultò inguaribile e nonostante Severus Piton riuscì a circoscriverla alla mano, lasciò a Silente circa un anno di vita.

Così Albus, cosciente del fatto che Voldemort aveva ordinato al giovane Draco Malfoy di ucciderlo, chiese a Piton di compiere l'atto fatale. In questo modo avrebbe risparmiato a Draco, un ragazzo in balia di idee malsane ancora in tempo per redimersi, una terribile azione e avrebbe permesso a Piton di guadagnarsi l'incondizionata fiducia del Signore Oscuro, in modo da poter intralciare i piani di Voldemort. Inoltre, decidendo la sua morte era sicuro che il potere delle Bacchetta di Sambuco si sarebbe infranto; fece male i conti, perché fu disarmato da Draco Malfoy, che acquisì il potere della Bacchetta prima di essere disarmato a sua volta da Harry che ne diverrà il vero Padrone.

Servendosi di Harry, Albus Silente riuscì a persuadere il suo vecchio collega Horace Lumacorno a tornare a Hogwarts riprendendo il suo vecchio posto di insegnante di Pozioni. Lumacorno era infatti in possesso di un ricordo contente un'informazione vitale per sconfiggere Lord Voldemort, tuttavia, forse per paura e vergogna, non aveva mai voluto divulgarla e Silente aveva sempre fallito nel cercare di estorcergliela. Silente istruì Harry di avvicinarsi a Lumacorno in modo tale da ottenere la sua fiducia con la speranza di riuscire a scoprire dal professore cosa avesse rivelato a Tom Riddle. Come previsto, Harry riuscì a farsi dare da Lumacorno un ricordo in cui lui rivelava al giovane Tom Riddle informazioni sugli Horcrux. Solo ora Silente capì che Voldemort aveva diviso la sua anima in degli horcrux in modo tale da garantirsi l'immortalità e che due di questi horcrux erano il diario di Tom Riddle e l'anello della madre di Voldemort.

Silente allontana gli Inferi con una tempesta di fuoco.

Dopo molte ricerche, Silente riuscì ad individuare il possibile nascondiglio di un altro horcrux in una caverna che il giovane Tom Riddle aveva visitato da bambino. Silente permise ad Harry di accompagnarlo alla caverna e i due vi si recarono il 30 giugno 1997. All'interno della caverna, giunti dinanzi ad un enorme lago nero, i due riuscirono ad attraversalo con un barca, arrivando su di un isolotto al cui centro era posto un bacile di pietra ripieno di una strana pozione verdastra. Silente capì che per poter recuperare l'Horcrux depositato sul fondo del bacile l'intero liquido doveva essere bevuto non potendo essere eliminato in altro modo. Silente ordinò ad Harry di assicurarsi che lui avrebbe continuato a bere, nonostante i possibili effetti e anche a costo di fargli ingurgitare il liquido. Dopo i primi sorsi, Silente cominciò ad avere visioni su quello che fu il momento più traumatico della sua vita: lo scontro con Gellert Grindelwald e la conseguente morte di sua sorella Ariana, forse avvenuta per causa sua. La pozione indebolì sempre di più Silente e gli causò molto dolore sia fisico che morale, motivo per cui si rifiutò di continuare a bere. Seguendo le istruzione che Silente gli aveva dato, Harry fece in modo che il vecchio preside bevesse tutta la pozione fino all'ultima goccia. Dopo aver terminato la pozione, Silente chiese ad Harry dell'acqua, ma il ragazzo, non riuscendo a crearla con la magia, non ebbe altra scelta che attingerne un po' dal lago. Appena immerso il calice nello specchio d'acqua, tuttavia, Harry fu assalito da un esercito di Inferi; Silente riuscì a scacciarli via con un potente incantesimo creando una tempesta di fuoco. Recuperato l'Horcrux dal fondo del bacile di pietra, Silente ed Harry uscirono dalla caverna e si materializzarono ad Hogsmeade.

La morte di Albus Silente, 30 giugno 1997.

Una volta giunti al villaggio, notarono con orrore che sulla cima della Torre di Astronomia era apparso il Marchio Nero, segno che i Mangiamorte erano entrati nel castello. Harry e Silente si affrettarono a tornare a scuola con due scope e, planati sulla torre di Astronomia, Harry venne immobilizzato da Silente, per evitare che rischiasse la propria vita. Si scoprì che si trattava di una trappola in quanto il Marchio Nero era stato evocato da Draco Malfoy proprio per attirare Silente sulla cima della torre. Qui Draco disarmò il preside ma esitò a portare a termine la sua missione...ucciderlo. Draco rivelò inoltre di essere riuscito a far entrare i Mangiamorte nella scuola grazie a una coppia di armadi svanitori (quello che Draco aveva riparato nel corso dell'anno si trovava nella Stanza delle Necessità, mentre l'altro nel negozio Magie Sinister). Sopraggiunti gli altri Mangiamorte, Draco non riuscì a scagliare un sortilegio mortale contro Silente. In quel momento arrivò Severus Piton e dopo che Silente lo ebbe implorato in un modo ambiguo (per non rivelare ai Mangiamorte presenti le sue vere intenzioni) uccise il preside con l'Anatema che Uccide. Il corpo esanime si Albus Silente cadde dai bastioni precipitando dalla torre.

Eredità e post mortem

Albus Silente fu l'unico Preside di Hogwarts ad essere seppellito sul territorio della scuola di magia. D'altronde, come affermò lo stesso Rubeus Hagrid, fu anche il preside che portò maggiori benefici al mondo magico e a Hogwarts stessa. Il suo funerale fu seguito da una grande moltitudine di maghi, streghe e varie creature magiche.

Appena pochi mesi dopo la morte di Silente, la giornalista Rita Skeeter pubblicò una dissacrante biografia di Albus Silente intitolata Vita e menzogne di Albus Silente, addentrandosi negli aspetti più privati della vita del defunto preside, tra i quali il suo rapporto con Gellert Grindelwald.

Nel 1998, Lord Voldemort profanò la tomba di Albus Silente per impossessarsi della Bacchetta di Sambuco, la bacchetta più potente del mondo.

Harry Potter e Albus Silente nel Limbo.

La notte del 2 maggio 1998, durante la tregua della battaglia di Hogwarts, Harry Potter si consegnò volontariamente a Lord Voldemort dopo che aveva scoperto dai ricordi di Severus Piton che lui stesso era uno dei sette horcrux di Voldemort, motivo per cui per sconfiggere l'Oscuro Signore era necessaria la sua morte. Tuttavia, l'Anatema che Uccide di Voldemort fallì nell'uccidere Harry anche questa volta. Harry si ritrovò nel Limbo dove incontrò lo spirito di Albus Silente. Quest'ultimo rivelò ad Harry molte cose quali la natura dei Doni della Morte e il suo rapporto con Gellert Grindelwald. Ma soprattutto Silente rivelò ad Harry che, se voleva, poteva tornare indietro dalla morte in quanto l'Avada Kedavra di Voldemort non aveva causato la sua morte, bensì quella della parte di Voldemort che viveva dentro di lui, distruggendola. Harry ritornò così in vita e riuscì a sconfiggere definitivamente Voldemort.

Le sue azioni furono propedeutiche per la futura sconfitta di Lord Voldemort, permettendo ai maghi dell'Ordine della Fenice e dell'Esercito di Silente di vincere la Battaglia di Hogwarts e a Harry Potter, Hermione Granger e Ron Weasley di trovare gli horcrux e successivamente di uccidere Voldemort.

Aspetto fisico

«Era alto, magro e molto vecchio, a giudicare dall'argento dei capelli e della barba, talmente lunghi che li teneva infilati nella cintura. Indossava una tunica, un mantello color porpora che strusciava per terra e stivali con i tacchi alti e le fibbie. Dietro gli occhiali a mezzaluna aveva occhi azzurro chiaro, luminosi e scintillanti, e il naso era molto lungo e ricurvo, come se l'avesse rotto almeno un paio di volte.»
Harry Potter e la pietra filosofale - Capitolo 1: Il Bambino Sopravvissuto

Conoscenze e capacità magiche

  • La Figurina delle Cioccorane di Albus Silente

    Plurilingue: Parlava il linguaggio delle Sirene; capiva il Maridese, il Gobbledegook (Lingua dei Goblin) e il Serpentese.
  • Invisibilità: Poteva rendersi invisibile senza dover usare il Mantello dell'Invisibilità grazie a potenti Incantesimi di disillusione.
  • Legilimante e Occlumante: Silente era molto abile sia nell’Occlumazia che nella Legilimanzia. Molte persone, in particolar modo Harry Potter, spesso notavano che Silente fosse in grado di leggere nelle loro menti e decifrare cosa stessero pensando. Ad ogni modo, alcuni mangiamorte, come Barty Crouch Jr. hanno dato prova di essere degli ottimi Occlumanti e furono in grado di nascondere i propri pensieri da lui.
  • Incantesimi: Albus fu conosciuto soprattutto per essere molto abile in Incantesimi. Fu in grado di evocare il proprio Incanto Patrono con estrema facilità, oltre che ad inventarne un nuovo uso per comunicare tramite esso, e di utilizzare il complicatissimo Incanto Fidelius.
  • Trasfigurazione: La conoscenza di Silente nella trasfigurazione era elevata, al punto da essergli concessa la cattedra della materia ad Hogwarts.
  • Duelli: Silente era uno dei duellanti più abili del suo tempo, capace di tenere testa a maghi oscuri come Voldemort e Grindelwald: proprio contro quest'ultimo combattè e vinse quello che è ritenuto il più grande duello magico di tutti i tempi. Il fatto che Grindelwald brandisse la Bacchetta di Sambuco è un indice di quanto Silente fosse potente come duellante.
  • Conoscenza e Padronanza della magia

Carriera al di fuori di Hogwarts

Relazioni interpersonali

Famiglia

Genitori

La relazione di Albus Silente con i suoi genitori non è perfettamente chiara. Nonostante questo, si ipotizza che non avesse grandi rapporti con il padre, in quanto quest'ultimo fu incarcerato ad Azkaban per usato la magia contro i tre ragazzi babbani che presero in giro Ariana per le sue "stranezze".

Secondo quanto detto da Aberforth, la madre, Kendra Silente, aveva un buon rapporto con Albus, o quanto meno un rapporto migliore che con Aberforth. La sua morte fece sentire Albus amareggiato e arrabbiato, in quanto fece cadere su di lui la responsabilità di una sorella problematica e un fratello ribelle.

Successivamente, durante la conversazione con Harry nel limbo di King's Cross, egli espresse il suo amore per ogni singolo membro della sua famiglia, ma disse che durante la sua giovinezza egli era accecato dall'ambizione e dalla pazzia. Disse inoltre che all'inizio, trovata la pietra della risurrezione, voleva portare in vita i suoi genitori, cosicché le varie responsabilità che ormai aveva sulle sue spalle potessero scomparire. Dopo la morte di Ariana invece, progettò di riportarli in vita per scusarsi con loro.

Ariana Silente

Albus Silente era il fratello maggiore di Ariana Silente e i due godevano di un'amorevole relazione. Nonostante egli le volesse molto bene, fu risentito quando dovette prendersi carico di entrambi i suoi fratelli a seguito della morte della madre, in quanto dovette abbandonare i suoi ambiziosi piani.

Quando lui e Gellert Grindelwald pianificarono di soggiogare i babbani e di prendere il potere del mondo magico, Albus fu intenzionato a portare Ariana con se, ma suo fratello Aberforth constatò che non fosse nelle giuste condizioni di partire. Questo atteggiamento causò uno scontro a tre tra i fratelli Silente e Grindelwald, nel quale venne accidentlmente uccisa Ariana. Chi effettivamente scagliò il mortale incantesimo non venne mai scoperto.

Albus non si è mai perdonato per la posizione che ha intrapreso nella sua causa di morte e ha sempre vissuto nel rimorso di coscienza di averla uccisa lui. Da allora, il molliccio di Albus è sempre stato il cadavere di sua sorella Ariana e nello Specchio delle Emarb, egli può vedere la sua famiglia unita e felice.

Etimologia

Nei libri della Rowling i nomi nascondono un significato (come del resto è usuale nelle favole), specie se si tratta di un personaggio fondamentale per la storia come Albus Silente (in originale Albus Dumbledore). Nel nome originale del preside di Hogwarts possiamo ritrovare significati profondamente legati alla tradizione britannica che, per un'autrice che ha avuto una formazione classica, non sono dovuti al caso. Segue l'analisi del nome nella sua versione originale Albus Percival Wulfric Brian Dumbledore: in italiano si è scelto di tradurre il cognome in "Silente" in quanto filtra "l'aura di superiore saggezza" e ai traduttori "è sembrato il più autorevole tra tutte le variazioni possibili suggerite dall'originale". L'autrice, a proposito di questa traduzione, ha dichiarato: "La traduttrice si è basata sulla parola "dumb" nel cognome, che significa muto". In realtà, come fa notare la Rowling, "dumbledore" è una forma antica della parola "bumblebee" e significa "bombo" (a volte impropriamente tradotto calabrone). "L'ho scelto perché avevo l'idea di questo mago sempre in movimento. Per me il nome Silente è una totale contraddizione. Ma il libro è molto popolare anche in Italia, il che significa che la cosa non disturba per niente gli italiani!".

  • Albus deriva dall'aggettivo latino che significa "bianco" e ricorda anche Albion un nome molto antico di tradizione arturiana per "Britannia".
  • Percival è colui il quale, fra i cavalieri di Re Artù impegnati nella ricerca del Santo Graal, riuscirà a trovare la preziosa coppa. Altri due personaggi della serie portano questo nome: Percy Weasley (fratello maggiore di Ron) e Percival Silente (padre di Albus e Abeforth).
  • Wulfric può prestarsi ad una interessante speculazione linguistica che collegherebbe Silente con il poema britannico di Beowulf: Beowulf infatti ha il significato di "orso potente" (beo) e "lupo" (wulf), mentre il secondo nome di Silente può essere diviso in "lupo" e "potere, autorità-governo" (rule). In questa similitudine Silente è l'eroe Beowulf mentre Grindelwald è il nemico Grendel.
  • Brian è un nome da associare ai re nella tradizione celtica, in particolare irlandese: Brian Boru fu sovrano d'Irlanda nell'XI secolo.
  • Dumbledore (Silente) è la parola in inglese antico per "bombo" (vedi sopra). Ma la parola ha un altro possibile significato che si riferisce ad una particolare foggia di cappello, in voga a Londra alla fine del XIX secolo. Se si considera questa possibilità il nome assumerebbe il significato di "bianco cappello" che in inglese è il termine usato per identificare l'eroe di una storia (derivato dal fatto che nei western americani, il cowboy buono portava sempre un cappello bianco) e non parrebbe affatto strano che l'autrice abbia chiamato il suo grande eroe del bene White Hat.

Curiosità

Albus Silente interpretato da Richard Harris.

  • Nei primi due adattamenti cinematografici di Harry Potter, il ruolo di Silente è stato interpretato da Richard Harris. Sfortunatamente, Harris morì nel 2002, motivo per cui da Harry Potter e il prigioniero di Azkaban il ruolo è stato interpretato da Michael Gambon. In tutti e otto i film, il doppiatore italiano di Silente è Gianni Musy.
  • Toby Regbo ha interpretato il giovane Albus Silente per alcune fotografie comparse in Harry Potter e i doni della morte - Parte 1. Regbo ha ripreso il medesimo ruolo anche per le scene dei flashback del giovane Silente in Animali fantastici - I crimini di Grindelwald.
  • In Animali fantastici - I crimini di Grindelwald Albus Silente da adulto è interpretato da Jude Law mentre in italiano è doppiato da Riccardo Niseem Onorato.
  • È ritratto sulle Figurine delle Cioccorane.
  • J.K. Rowling ha dichiarato che Albus Silente è il suo personaggio preferito dell'intera saga.
  • Inizialmente Richard Harris aveva rifiutato la parte di Albus Silente ma fu costretto ad accettarla dopo che sua nipote di 11 anni, grande appassionata dei libri di Harry Potter, minacciò di non parlargli mai più se non lo avesse fatto.
  • Albus Silente interpretato da Micheal Gambon.

    In seguito alla morte di Richard Harris, il ruolo di Albus Silente per i film successivi fu inizialmente offerto a Sir Ian McKellen, attore di Gandalf nella trilogia di Il Signore degli Anelli, ma quest'ultimo rifiutò. La parte fu così affidata a Micheal Gambon.
  • L'interpretazione di Micheal Gambon di Albus Silente, soprattutto in Harry Potter e il calice di fuoco, ha sollevato molte critiche tra i fan in quanto si discostava molto sia dal personaggio cartaceo sia dall'interpretazione di Harris. Mentre infatti l'Albus Silente dei libri e quello di Harris è un personaggio molto calmo e controllato in qualsiasi situazione, l'Albus Silente di Gambon è più vivace e reattivo e, in talune situazioni, quasi al limite dell'irascibilità. Celebre è il caso della scena nell'adattamento di Harry Potter e il calice di fuoco in cui Silente (interpretato da Gambon) strattona impulsivamente Harry Potter dopo che il suo nome è stato estratto dal Calice di fuoco, mentre nel libro viene esplicitamente detto che Silente si rivolge a Harry in modo calmo e pacato.
  • Nel 2015, quando fu chiesto via Twitter a J.K. Rowling quale fosse la sua teoria dei fan preferita, l'autrice rispose che era quella che vedrebbe Albus Silente come la Morte dalla Storia dei tre fratelli mentre Harry Potter, Severus Piton e Lord Voldemort rappresenterebbero i tre fratelli Peverell.

Apparizioni

Note

  1. Harry Potter e i doni della morte, Capitolo 18 (Vita e menzogne di Albus Silente) - Silente lasciò Hogwarts aveva quasi diciotto anni quando lasciò Hogwarts. Poichè non compì gli anni durante l'anno scolastico (1 Settembre - metà Giugno), il suo compleanno è probabilmente a Luglio o Agosto dato che era ancora diciassettenne quando incontrò Gellert Grindelwald
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Pottermore
  3. Harry Potter e i doni della morte, Capitolo 17 (Il segreto di Bathilda) - Secondo Rufus Scrimgeour e Hermione Granger, il ministero ha diritto di mantenere possesso dell'eredità di Silente solo per trenta giorni, secondo il Decreto per la Giustificabile Confisca. L'eredità di Silente fu consegnata a Ronald Weasley, Hermione Granger e Harry Potter il 31 luglio 1997: il diciassettesimo compleanno di Harry Potter. Dato che in quel capitolo si fa riferimento al fatto che i trenta giorni sono scaduti, Silente è morte esattamente 31 giorni prima, la sera del 30 giugno
  4. Entrambi i suoi genitori erano maghi, ma sua madre Kendra Silente era una Nata Babbana e questo lo rende un Mezzosangue
  5. 5,0 5,1 Harry Potter e la pietra filosofale
  6. 6,0 6,1 Harry Potter e la pietra filosofale, Capitolo 1 (Il bambino sopravvissuto)
  7. Harry Potter e la pietra filosofale, Capitolo 1 (Il bambino sopravvissuto) - "a giudicare dall'argento dei capelli e della barba, talmente lunghi che li teneva infilati nella cintura"
  8. Harry Potter e la pietra filosofale, Capitolo 1 (Il bambino sopravvissuto) - "Dietro gli occhiali a mezzaluna aveva due occhi di un azzurro chiaro, luminosi e scintillanti"
  9. Web-chat con J.K. Rowling - 2007 (Inglese)
  10. Harry Potter e il calice di fuoco, Capitolo 28 (La follia del signor Crouch) - "Levò la bacchetta e la puntò verso la capanna di Hagrid. Harry vide qualcosa di argenteo sfrecciare fuori dalla punta e dirigersi attraverso gli alberi come un uccello spettrale"
  11. Harry Potter e i doni della morte, Capitolo 20 (Xenophilius Lovegood) - "«Silente è morto» disse. «Io c'ero, ho visto il cadavere. è andato via per sempre. E comunque il suo Patronus era una fenice, non una cerva»"
  12. J K Rowling all'Edinburgh Book Festival, 15 agosto 2004- "[D:] What form does Dumbledore’s Patronus take? [JKR]: Good question. Can anyone guess? You have had a clue. There was a little whisper there. It is a phoenix, which is very representative of Dumbledore for reasons that I am sure you can guess."
  13. "Jude Law breaks silence on playing young Dumbledore" su EW.com
  14. Harry Potter e la camera dei segreti, Capitolo 17 (L'Erede di Serpeverde)
  15. Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Capitolo 18 (Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso) "«Ero un bambino quando fui morso [...] Ma poi Silente diventò Preside, e trovò la soluzione.»" Remus Lupin divenne un lupo mannaro prima di compiere 5 anni nel marzo 1965 e Silente gli fece visita da Preside poco prima del suo undicesimo compleanno. Questo significa che Silente divenne preside tra il marzo 1965 e il marzo 1971.
  16. Harry Potter e i doni della morte
Advertisement