Harry Potter Wiki
Advertisement
Harry Potter Wiki

«Era una strega, come Harry ben sapeva, straordinariamente dotata e del tutto priva di coscienza»
— Descrizione di Bellatrix Lestrange

Bellatrix "Bella" Black, sposata Lestrange (1951 - 2 maggio 1998) fu una strega purosangue e Mangiamorte. Fu una dei più fedeli e spietati seguaci di Lord Voldemort sia durante la Prima che durante la Seconda Guerra dei Maghi, macchiandosi di numerosi crimini. Tra questi fu responsabile della tortura dei coniugi Frank e Alice Paciock, della morte di Sirius Black, di Dobby e di Nifadora Tonks.

Era la sorella di Narcissa Malfoy e cugina di Sirius Black, nonché zia materna di Draco Malfoy e Ninfadora Tonks.

Biografia

Infanzia

Bellatrix nasce nel 1951 da Cygnus e Druella Black, insieme alle 

sue sorelle: Narcissa Malfoy (a cui è molto legata) e Andromeda Tonks (che disprezza e rinnega poiché lei sposò un Nato-Babbano).

Educazione a Hogwarts

Bellatrix entra a Hogwarts probabilmente nel 1962 o nel 1963, e viene smistata nella casa di Serpeverde, come il resto della sua famiglia.

La carriera da Mangiamorte

Dopo la scuola, Bellatrix si sposa con Rodolphus Lestrange, un mago Purosangue, e quando Lord Voldemort ascese al potere, tutti e due diventano Mangiamorte.

La caduta di Voldemort

Dopo la caduta di Voldemort, Bellatrix fu incarcerata ad Azkaban assieme a suo marito, al cognato Rabastan Lestrange e un altro Mangiamorte, Bartemius Crouch Jr., per aver torturato con la Maledizione Cruciatus fino alla pazzia i coniugi Alice e Frank Paciock, i genitori di Neville Paciock e membri dell'Ordine della Fenice. I Paciock sopravvissero ma furono costretti ad essere ospitati all'Ospedale San Mungo per lesioni permanenti.

Seconda Guerra dei Maghi

Fuga da Azkaban

Nel gennaio del 1996, Bellatrix, insieme ad altri prigionieri, fugge dalla prigione di massima sicurezza, Azkaban, è quindi una dei molti Mangiamorte che parteciparono all'evasione di massa.

Battaglia nell'Ufficio Misteri 

Bellatrix scaglia l'anatema che uccide contro suo cugino Sirius

Bellatrix partecipa assieme a altri Mangiamorte guidati da Lucius Malfoy alla battaglia del Ufficio Misteri, per il recupero della profezia di Harry Potter. Durante la battaglia contro i membri dell'Ordine della Fenice, uccide suo cugino Sirius Black facendolo cadere oltre il Velo.

Per questo motivo Bellatrix viene inseguita da Harry Potter, furioso per la morte del suo padrino e desideroso di vendetta. Harry colpisce la strega con la Maledizione Cruciatus, ma poi sopraggiunge Lord Voldemort con l'intenzione di ucciderlo. Harry viene salvato da Albus Silente che affronta Voldemort in un grande duello di magia.

Bellatrix è l'unica Mangiamorte che riesce a fuggire dal Ministero prima dell'arrivo degli Auror.

Complotto per uccidere Albus Silente

Nel 1996, dopo che Lord Voldemort ha incaricato Draco Malfoy di uccidere Albus Silente, Bellatrix cerca di dissuadere la sorella Narcissa Malfoy dal cercare l'aiuto di Severus Piton per proteggere il figlio Draco durante lo svolgimento dell'incarico. Non riesce tuttavia nell'intento e diventa quindi il Suggello del Voto Infrangibile tra i due.

Lo scontro a Villa Malfoy

Bellatrix Lestrange è presente quando, nel marzo 1998, Harry Potter, Hermione Granger e Ron Weasley vengono catturati da un gruppo di Ghermidori e portati a Villa Malfoy.

Bellatrix minaccia Hermione Granger.

Bellatrix nota che tra gli oggetti confiscati ai tre ragazzi vi è la spada di Godric Grifondoro, che lei ritiene essere custodita al sicuro nella sua camera blindata alla Banca dei Maghi Gringott. Presa dal panico, Bellatrix sottrae la spada ai Ghermidori e li caccia dalla villa in malo modo per poi torturare Hermione interrogandola su dove abbiano preso la spada, chiedendo insistentemente cosa altro abbiano preso dalla sua camera blindata. Questa paranoia di Bellatrix indurrà poi Harry Potter a pensare che nella camera blindata di Bellatrix non ci fosse nascosta solo la spada, ma anche un oggetto di molta più importanza: uno dei sette Horcrux di Voldemort. Bellatrix tortura Hermione con la Maledizione Cruciatus, ma la ragazza sostiene di non essere mai entrata nella camera blindata dei Lestrange. I tre ragazzi avevano infatti trovato la spada in un laghetto (fornitagli a loro insaputa da Severus Piton) dal momento che la spada custodita nella camera blindata di Bellatrix era un falso (messo lì da Piton). Bellatrix successivamente interroga anche il goblin Unci-unci, che lavorava alla Gringott, ma anche lui sostiene che nessuno è mai entrato nella camera blindata della donna.

Bellatrix lancia il suo pugnale contro Dobby, l'elfo domestico

Harry, Ron, Hermione e Unic-Unci riescono a liberarsi con l'aiuto dell'elfo domestico Dobby, sopraggiunto in loro aiuto. Nella lotta prima della fuga, Harry riesce a disarmare Bellatrix impossessandosi della sua bacchetta. Bellatrix riesce a lanciare il suo pugnale all'elfo domestico proprio mentre questo di sta materializzando assieme ad Harry e i suoi amici. La fuga ha successo e Dobby riesce a portare Harry e gli altri al sicuro a Villa Conchiglia poco prima dell'arrivo di Voldemort a Villa Malfoy, ma l'elfo domestico muore poco dopo per le ferite causate dal coltello di Bellatrix.

Bellatrix cade in disgrazia assieme alla famiglia Malfoy per essersi lasciata sfuggire Harry Potter a Villa Malfoy.

La battaglia di Hogwarts

Bellatrix uccisa da Molly Weasley.

Bellatrix Lestrange partecipa alla battaglia di Hogwarts del 2 maggio 1998 uccidendo sua nipote Ninfadora Tonks nella prima fase della battaglia. Assiste poi alla presunta morte di Harry Potter per mano di Lord Voldemort nella Foresta proibita durante la tregua.

Quando lo scontro ricomincia, Bellatrix duella con Hermione Granger, Ginny Weasley e Luna Lovegood nella Sala Grande, restando una degli ultimi Mangiamorte a combattere per il Signore Oscuro, in quanto la maggior parte di essi si era data alla fuga dopo l'arrivo dei rinforzi. Bellatrix viene uccisa in duello dalla furia di Molly Weasley, per aver tentato di usare l'Avada Kedavra su sua figlia Ginny.

Aspetto

È spesso descritta come una bellissima donna, dai tratti rovinati a causa dei lunghi anni trascorsi ad Azkaban, i cui occhi sono però sempre accesi dal fervore e dall'ossessione per Lord Voldemort.

Abilità, poteri e caratteristiche magiche

Arti oscure

Bellatrix era una maestra nella magia nera essendo stata addestrata da Voldemort in persona. Ha istruito personalmente suo nipote Draco insegnandogli incantesimi, maledizioni e pozioni oscure e anche l'abilità dell'Occlumanzia a livello avanzato. Infine, a differenza di Voldemort, Bellatrix preferiva torturare a lungo le sue vittime prima di ucciderle. Per questo la maledizione con cui aveva più dimestichezza ed esperienza era la Maledizione Cruciatus con la quale in molti suoi scontri riusciva sempre ad avere enormi vantaggi.

Duello

Bellatrix era la più potente Mangiamorte in questo campo; riuscì addirittura a sconfiggere gli Auror più potenti come suo cugino Sirius Black (quest'ultimo, pur non essendo un Auror, ma era comunque un mago molto abile), Alastor Moody e Kingsley Shacklebolt uccidendone 1 su 3. Anche se con sua nipote Ninfadora Tonks c'è sempre stata una situazione di parità, riesce infine ad ucciderla nel loro ultimo scontro (anche se non è chiaro se la morte di Tonks fosse il risultato di uno scontro tra le due oppure di un attacco a sorpresa). Bellatrix riuscì anche a schiantare con facilità imbarazzante 4 Ghermidori potenti. Era così potente da riuscire a tenere testa a Ginny Weasley, Luna Lovegood ed Hermione Granger (la più abile e potente delle tre) riuscendo quasi ad uccidere la prima. La sua morte per mano di Molly Weasley fu per il fatto di aver sottovalutato la sua avversaria, averla derisa ed non essersi impegnata abbastanza nel loro scontro. 

Rapporti

Lord Voldemort

Viene sottolineata in modo particolare l'ossessione che la donna ha per Lord Voldemort, tanto che viene detto che si rivolge a Voldemort come se si rivolgesse ad un amante. Da notare in aggiunta la reazione di rabbia violenta che prova Voldemort alla morte di Bellatrix, la sua migliore seguace, che lo induce a punire Molly Weasley come per vendicarla.

Rodolphus Lestrange

Il matrimonio di Bellatrix con il marito, Rodolphus Lestrange, era semplicemente un matrimonio di convenienza con un rispettabile Purosangue. In realtà la donna ha sempre amato Voldemort.[1]

Etimologia

Il nome Bellatrix viene dal nome della stella Bellatrix, che dal latino significa "guerriera, combattente donna". Bellatrix è una stella molto luminosa e appartiene alla costellazione di Orione. Da notare il fatto che i nomi della famiglia Black sono tutti basati su stelle e costellazioni.

Curiosità

  • Negli adattamenti cinematografici di Harry Potter, Bellatrix Lestrange è stata interpretata da Helena Bonham Carter mentre in italiano è stata doppiata da Laura Boccanera.
  • All'inizio Helen McCrory fu considerata per il ruolo di Bellatrix ma fu costretta a rifiutare per via della sua gravidanza. Curiosamente, anche la Carter scoprì di essere incinta quando le riprese del film erano state ultimate. La McCrory entrò comunque nel cast del film successivo nella parte di Narcissa Malfoy, sorella di Bellatrix.
  • In un'intervista, Helena Bonham Carter rivelò di aver accidentalmente perforato il timpano di Matthew Lewis (Neville Paciock) con la sua bacchetta nella scena di Harry Potter e l'Ordine della Fenice durante la battaglia dell'Ufficio Misteri, quando Bellatrix tiene in ostaggio il giovane Paciock puntandogli la bacchetta all'orecchio. Lewis girò la testa inavvertitamente e il suo timpano fu perforato dalla bacchetta di Bellatrix. Questo incidente gli costò due giorni di difetto all'udito.
  • Nell'adattamento cinematografico di Harry Potter e il principe mezzosangue, Bellatrix è presente alla battaglia sulla Torre di Astronomia al posto di Corban Yaxley.
  • La morte di Bellatrix per mano di Molly Weasley differisce tra libro e film. Nel libro Molly uccide Bellatrix con un incantesimo non identificato che le risulta fatale, probabilmente l'Anatema che Uccide, mentre in Harry Potter e i doni della morte - Parte 2 Molly uccide Bellatrix prima pietrificandola e poi disintegrandola con un incantesimo, presumibilmente Reducto.
  • J.K. Rowling ha rivelato di aver avuto intenzione fin da subito di far uccidere Bellatrix a Molly Weasley per due ragioni: la prima è per concedere a Molly il suo momento di gloria, la seconda per dimostrare la differenza tra l'amore materno di Molly e l'"amore" fanatico di Bellatrix per Voldemort e le sue ideologie.

Apparizioni

Note

  1. The Leaky Cauldron - Web Chat con J.K. Rowling (inglese)
Advertisement