Harry Potter Wiki
Advertisement
Harry Potter Wiki

Harry James Potter (nato il 31 luglio 1980) è un mago inglese e uno dei più famosi maghi dell'età contemporanea divenuto celebre fin dalla tenera età per essere sopravvissuto all'Anatema che Uccide, scagliato da Lord Voldemort nel tentativo di ucciderlo per evitare il compiersi di una profezia. Questo evento causò la prima disfatta di Voldemort e la fine della Prima Guerra dei Maghi, con il conseguente trasferimento di Harry presso i parenti materni Babbani, i signori Dursley, al fine di proteggerlo. Da quel momento Harry divenne noto in tutto il mondo magico come "il bambino che è sopravvissuto".

Fino all'età di 11 anni, Harry non fu a conoscenza dei suoi poteri (in rare occasioni compiva magie involontarie, specie quando infuriato con il cugino Dudley) fino a quando non venne ammesso alla Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Come i suoi genitori, prima di lui, fu smistato nella Casa di Grifondoro. Durante la sua permanenza ad Hogwarts strinse una forte amicizia con Ron Weasley ed Hermione Granger.

Fu il più giovane Cercatore della Squadra di Quidditch di Grifondoro dell'ultimo secolo e successivamente ne divenne capitano.

Durante il quarto anno, a causa di un complotto contro di lui, fu il "quarto campione" del Torneo Tremaghi, competizione che terminò con il tragico omicidio di Cedric Diggory e il ritorno di Lord Voldemort, cosa che porto all'inizio della Seconda Guerra dei Maghi.

Nel corso degli anni successivi, Harry fondò l'Esercito di Silente e combatté nella Battaglia dell'Ufficio Misteri, durante la quale perse il suo padrino, Sirius Black. Harry, insieme a Ron ed Hermione, ebbe un ruolo molto importante anche in numerosi altri scontri durante la Seconda Guerra dei Maghi, cercando e distruggendo tutti gli Horcrux di Lord Voldemort prima della Battaglia di Hogwarts, durante la quale duellò e sconfisse definitivamente il Signore Oscuro.

Dopo la guerra, Harry diventò un Auror. Agli inizi degli anni 2000 sposò Ginny Weasley, da cui ebbe tre figli: James Sirius (2005), Albus Severus (2006) e Lily Luna (2007). Attualmente è a capo del Dipartimento per l'Applicazione della Legge Magica.

Biografia

Primi anni di vita (1980-1991)

Harry James Potter nacque il 31 luglio 1980 a Godric's Hollow, da James e Lily Potter poche ore dopo il suo futuro compagno di classe Neville Paciock. Pochi mesi prima Sibilla Cooman pronunciò una profezia riguardante un ragazzo nato alla fine di luglio che sarebbe stato l'unico con il potere di sconfiggere Voldemort e a causa di ciò i Potter dovettero nascondersi e il battesimo di Harry fu tranquillo e veloce. Oltre ai suoi genitori era presente solo il suo padrino Sirius Black.

Per il primo compleanno di Harry, Sirius gli comprò un manico di scopa giocattolo che si rivelò il gioco preferito di Harry. Al te per celebrare l'avvenimento fu invitata un'amica dei genitori Bathilda Bath.

L'attacco di Voldemort

La madre di Harry si sacrifica per salvarlo da Voldemort.

Purtroppo una settimana dopo che si erano nascosti con l'incanto Fidelius, Peter Minus il Custode Segreto dei Potter li tradì rivelando a Voldemort dove trovarli. Il mago oscuro uccise James e poi aggredì Lily che cercò di proteggere Harry, dando la sua vita per lui. Il sacrificio della donna, impedì alla Maledizione Mortale di agire su Harry, così l'incantesimo si ritorse contro Voldemort che perse i suoi poteri e la sua forma fisica, ma non morì, perché i cinque Horcrux che aveva creato lo protessero. Averne creati così tanti aveva reso l'anima di Voldemort talmente tanto instabile che si spezzò da sola dopo che aveva commesso atti tanto malvagi (gli omicidi di Lily e James e il tentato omicidio di Harry), e il frammento che si era separato si aggrappò all'unico essere vivente che riuscì a trovare, lo stesso Harry. A causa di ciò il piccolo Potter divenne un Horcrux di Voldemort acquisendo alcuni dei suoi poteri (come la capacità di parlare il serpentese) e ottenendo una cicatrice a forma di saetta nel punto in cui gli era stata scagliata la maledizione.

Hagrid porta Harry a Privet Drive.

Rubeus Hagrid recuperò il piccolo e su ordine di Albus Silente per portarlo da sua zia e suo zio e fra i resti di casa Potter, s'imbatté in Sirius Black, che chiese ad Hagrid di dargli il bambino, dato che i suoi genitori avevano deciso che sarebbe stato suo tutore se fossero morti, ma Hagrid rifiutò di affidargli Harry, comunicando a Black gli ordini di Silente. Sirius, alla fine cedette e diede ad Hagrid la sua motocicletta volante perché la usasse per portare Harry a Privet Drive.

Fu così che la notte del 1 novembre 1981, Harry venne lasciato davanti alla porta dei sui zii con una lettera di Silente che spiegava l'accaduto ai Dursley. L'accaduto rese Harry immensamente famoso nel mondo magico e il suo essere l'unico sopravvissuto all'Anatema che Uccide gli fece guadagnare il titolo "Il ragazzo che è sopravvissuto".

Vita con i Dursley

Harry riceve le lettere da Hogwarts.

Harry non ebbe un'infanzia felice: i Dursley erano Babbani, che pur sapendo dell'esistenza della magia, la disprezzavano e non volevano di associarsi ai maghi e disprezzavano qualsiasi cosa fuori dall'ordinario anche se non c'entrava con la magia.

Mentirono ad Harry sulla morte dei suoi genitori, sostenendo che fosse stata causata da un incidente d'auto in cui lui si era procurato la cicatrice che aveva sulla fronte. Ogni volta che Harry cercava di ricordare l'accaduto gli veniva in mente solo un lampo di luce verde e una risata, fredda e cercando di capire cosa fosse non ci riuscì.

I Dursley odiavano Harry per la sua magia, che si manifestava in modo sporadica, ma evidente e scoraggiavano fortemente ogni tipo di immaginazione. Harry venne trascurato, maltrattato verbalmente ed emotivamente e dovette subire punizioni crudeli come non mangiare ed essere rinchiuso nell'armadio sotto le scale ogni volta che accadeva qualcosa di insolito. Il loro comportamento non è stato denunciato alle autorità. Harry non capiva come mai succedessero cose strane intorno a lui, dato che nessuno gli aveva detto che era un mago. Non ricevette mai un regalo di compleanno a qualcosa del genere, mentre suo cugino Dudley veniva viziato in ogni modo e faceva il prepotente con lui.

I Dursley fecero del loro meglio per nascondere le prove dell'esistenza di Harry. Anche la sorella di Vernon, Marge durante le sue visite a casa Dursley. L'esempio più eclatante fu quando durante il decimo compleanno di Dudley, Harry calpestò accidentalmente la zampa del bulldog di Marge, facendo in modo che il cane infuriato lo inseguisse, costringendolo a rifugiarsi su un albero fin dopo la mezzanotte.

Una vicina di casa di Harry, Arabella Figg era una Maganò e teneva d'occhio il giovane Potter per ordine di Silente e di tanto in tanto gli faceva da babysitter. Era costretta a farlo annoiare molto in queste occasioni, perché i Dursley non gli avrebbero mai permesso di badare a lui se avessero creduto che per Harry fosse un'esperienza piacevole.

Silente tuttavia, non cercò di cambiare la sistemazione di Harry perché il sacrificio di Lily aveva dato al piccolo una protezione che avrebbe impedito che gli venisse fatto del male, ma ciò solo fino ai suoi diciassette anni e a patto che continuasse a poter chiamare casa un luogo in cui viveva un consanguineo di sua madre.

Harry frequentò la stessa scuola elementare di Dudley, e quest'ultimo fece in modo che non avesse amici: tutti infatti sapevano che lui e la sua ghenga lo odiavano, e per timore di essere oggetto di bullismo non tentavano di mostrare simpatia ad Harry. A scuola se la cavava in modo discreto.

Il 23 giugno 1991, il giorno dell'undicesimo compleanno di Dudley, i Dursley andarono allo zoo con Dudley ed il suo amico Piers. e dato che non potevano sbolognarlo a nessuno e non volevano lasciarlo solo a casa loro furono costretti a portare anche Harry.

Allo zoo, Harry si mise a parlare con un boa constrictor e fece sparire involontariamente il vetro della sua gabbia cosa che spaventò a morte Dudley e Piers e permise al boa di scappare. A causa di ciò, Harry rimase in punizione fino all'arrivo delle vacanze estive.

Scoprire di essere un mago

Nella settimana dell'undicesimo compleanno di Harry, cominciarono ad arrivagli delle lettere misteriose. I Dursley fecero tutto ciò che era in loro potere per impedirgli di leggerle e dato che la prima lettera era indirizzata al ripostiglio sotto la scala furono presi dal panico al pensiero che qualcuno avesse scoperto come trattassero Harry e per paura di essere denunciati per abuso su minore, gli diedero finalmente una vera camera.

Le lettere però continuavano ad arrivare e anche lasciare la casa non bastò a fermarne la consegna. Vernon arrivò a trascinare tutta la famiglia in una baracca su un'isola in riva al mare, ma la stessa notte che ci erano arrivati, Hagrid venne per portare un'altra lettera a Harry e scoprire perché non aveva ricevuto le altre. Fu proprio Hagrid a rivelare a Harry che era un mago, e come erano morti i suoi genitori e che aveva il diritto di frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Fu Hagrid il primo a dare a Harry una torta di compleanno e la mattina successiva lo accompagnò a Diagon Alley a comprare il necessario per la scuola. Fu lì che Harry apprese quanto fosse famoso nel mondo magico, di possedere una piccola fortuna alla Gringott e che incontrò per la prima volta uno dei suoi futuri insegnanti, Quirinus Raptor. Quel giorno Harry ricevette il suo primo regalo di compleanno da Hagrid, una civetta bianca che in seguito avrebbe chiamato Edvige.

"Ricordo una per una tutte le bacchette che ho venduto, Signor Potter. Una per una. Si dà il caso che la fenice dalla cui coda proviene la piuma della sua bacchetta abbia prodotto un'altra piuma, una sola. E' veramente molto strano che lei sia destinato a questa bacchetta, visto che la sua gemella... sì, la sua gemella le ha procurato quella ferita’."- Harry scopre il legame tra la sua bacchetta e quella di Voldemort.

Harry compra la sua bacchetta.

L'ultima cosa presente nell'elenco che Hagrid lo portò a comprare fu la bacchetta magica che Harry acquistò da Olivander. Ci mise parecchio tempo a trovarne una che lo scegliesse, ma alla fine trovò la sua corrispondenza ideale in una bacchetta di agrifoglio e fenice, lunga undici pollici, bella flessibile. Olivander trovò molto strano che Harry fosse compatibile con quella bacchetta e quando lui gli chiese perché, il fabbricante gli svelò che la fenice la cui piuma faceva da nucleo alla sua bacchetta, era la stessa che aveva fornito in nucleo per quella di Voldemort.

Anni ad Hogwarts (1991-1997)

Primo anno

Viaggio sull'Espresso

Il 1 settembre 1991, i Dursley portarono Harry alla stazione di King's Cross e se andarono lasciandolo lì.

Harry incontra per la prima volta i Weasley.

Purtroppo Hagrid si era dimenticato di spiegare ad Harry come arrivare al Binario 9 e 3/4 e il ragazzo andò in preda al panico, quando per fortuna udì una signora lamentarsi della presenza dei Babbani e notò che uno dei suoi figli aveva un gufo con sé. Harry dedusse che anche i figli di quella donna dovessero andare ad Hogwarts e chiese informazioni su come raggiungere il binario.

Due dei figli della donna lo aiutarono a trasportare il baule, notarono la sua cicatrice e lo riconobbero. Il treno partì poco dopo e il fratello dei ragazzi conosciuti poco prima Ron chiese se poteva sedersi nello scompartimento con Harry, e lui acconsentì. I due ragazzi divennero amici durante il viaggio.

Harry e Ron conoscono Hermione.

Poco dopo i due conobbero Neville Paciock che stava cercando il suo rospo, Oscar ed Hermione Granger che dopo aver riconosciuto Harry, lo informò che era citato in diversi libri di storia magica. Mentre ipotizzavano in quale casa sarebbero finiti quando la ragazza se ne andò, furono interrotti da Draco Malfoy, Vincent Tiger e Gregory Goyle. Il primo tentò di ingraziarsi, ma lui si rifiutò di stringergli la mano perché aveva insultato Ron e la sua famiglia. Ron in seguito gli disse che la famiglia Malfoy era stata dalla parte di Voldemort, e che dopo la sua scomparsa avevano dichiarato di averlo aiutato perché li aveva stregati, una storia a cui suo padre non credeva.

Smistamento

Al loro arrivo, Hagrid radunò tutti gli studenti del primo anno e li guidò lungo un sentiero che scendeva fino al bordo di un lago che attraversarono in barca fino a un porto sotterraneo.

Harry viene smistato.

I nuovi studenti vennero accolti alla porta del castello dalla professoressa McGranitt, che spiegò loro che gli alunni di di Hogwarts erano divisi in quattro Case: Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde e che alla fine di ogni anno veniva assegnata la Coppa delle Case. In seguito i primini vennero condotti nella Sala Grande, dove ebbe luogo la cerimonia dello Smistamento con cui gli studenti entravano in una delle Case dopo essere stati valutati dal Cappello Parlante.

"Harry si aggrappò forte ai bordi dello sgabello e pensò: ‘Non a Serpeverde, non a Serpeverde!’

   ‘Non a Serpeverde, eh?’ disse la vocina. ‘Ne sei proprio così sicuro? Potresti diventare grande, sai: qui, nella tua testa, c'è di tutto, e Serpeverde ti aiuterebbe sulla via della grandezza, su questo non c'è dubbio... No? Be', se sei proprio così sicuro... meglio GRIFONDORO!’" - lo Smistamento di Harry.

Quando Harry indossò il Cappello, quest'ultimo valutò che sarebbe stato un ottimo Serpeverde, ma Harry che era stato informato della brutta reputazione che circondava quella Casa gli chiese di non esservi assegnato e così il Cappello decise di mandarlo a Grifondoro. Con gioia di Harry anche Ron venne messo in quella Casa.

Prime avventure

Fin dalla prima lezione di Pozioni, Harry scoprì che l'insegnante di detta materia il Professor Piton sembrava averlo in forte antipatia. In seguito durante una visita ad Hagrid scoprì che il giorno in cui lui lo aveva accompagnato alla Gringott, qualcuno si era infiltrato in un caveau da cui Hagrid quello stesso giorno aveva prelevato qualcosa per ordine di Silente. Durante la prima lezione di Volo, Neville si ruppe il polso e mentre Madama Bumb lo portava in infermeria. Il giovane Paciock aveva perso la sua Ricordella e Malfoy se la prese per portarla su un albero. Harry però saltò sulla scopa e scoprendo di avere un talento naturale per il volo, riuscì a recuperarla. La sue performance impressionò la professoressa McGranitt che decise di farlo unire alla Squadra di Quidditch di Grifondoro come Cercatore. In seguito Malfoy lo sfidò a duello proponendogli di affrontarsi a mezzanotte. Harry accettò e prese Ron come secondo. A causa di una serie di coincidenze Hermione e Neville li accompagnarono, ma Malfoy non aveva nessuna intenzione di battersi con Harry: lo aveva solo attirato fuori dal dormitorio affinché il custode Argus Gazza da lui avvertito potesse beccarlo in giro di notte e farlo punire.

I quattro Grifondoro riuscirono a seminare Gazza, ma finirono in una stanza dove c'era un gigantesco cane tricefalo. Alla fine riuscirono a scappare e a tornare nella Torre di Grifondoro. Quando Hermione notò che il cane evidentemente faceva la guardia a qualcosa, Harry capì che doveva essere ciò che Hagrid aveva prelevato dalla Gringott. Il mattino dopo Harry ricevette una Nimbus 2000 che avrebbe cavalcato durante le partite di Quidditch.

La nascita del trio

"Hermione era sola soletta, vicino alla porta, e li aspettava. Ci fu un silenzio pieno d'imbarazzo. Poi, senza guardarsi negli occhi, tutti e tre dissero ‘Grazie’ e corsero via a procurarsi dei piatti. Ma da quel momento, Hermione Granger divenne loro amica. Impossibile condividere certe avventure senza finire col fare amicizia, e mettere K.O. un mostro di montagna alto quattro metri è fra quelle". - la nascita dell'amicizia tra Harry, Ron e Hermione.

Dopo l'avventura col cane, Hermione aveva preso ad evitare Harry e Ron, ma i due la trovavano così prepotente e saccente che ne erano felici malgrado la mattina di Halloween la ragazza venne messa in coppia con Ron durante la lezione d'incantesimi, al termine della quale il rosso sbottò che era ovvio che nessuno sopportasse Hermione definendola un incubo. La loro compagna sentì e scappò via in lacrime, nascondendosi nel bagno delle ragazze dove rimase a piangere per tutto il resto della giornata. Malgrado ciò, Harry e Ron si godettero la festa di Halloween, a metà della quale il professor Raptor fece irruzione nella Sala Grande, urlando di aver trovato un troll nei sotterranei. Il banchetto venne interrotto e gli studenti evacuati. Harry però si rese conto che Hermione non sapeva nulla, così lui e Ron corsero ad avvertirla.

In seguito avvistarono il troll e lo chiusero a chiave in una stanza, ma si resero conto orripilati che era proprio il bagno delle femmine e pertanto entrarono anche loro nel tentativo di salvare la giovane Granger. Alla fine Ron mise fuori combattimento il mostro. Poco dopo attratti dal fracasso provocato arrivarono, gli insegnanti. Con grande sorpresa di Harry e Ron, Hermione mentì alla McGranitt e le disse che era andata a cercare il troll, poiché pensava di poterlo battere aggiungendo che Harry e Ron si erano messi a cercarla e che molto probabilmente sarebbe morta se i ragazzi non fossero riusciti a salvarla (le ultime due cose in effetti erano vere). I tre sono stati legati dal trauma e sono diventati amici.

La pietra filosofale

Con l'avvicinarsi della prima partita di Quidditch della stagione contro Serpeverde, Harry divenne sempre più nervoso, anche perché aveva cominciato a sospettare che Piton volesse rubare ciò che custodiva il cane a tre teste. Durante la partita Harry subì un fallo dal Cercatore avversario.

Poco dopo la sua scopa cominciò a cercare di disarcionarlo e Hagrid intuì che qualcuno stava usando la magia nera per far precipitare il giovane Potter. Hermione vide che Piton stava fissando Harry senza battere ciglio, mormorando senza sosta sottovoce e dedusse che stesse gettando il malocchio sulla scopa, e sapendo che avrebbe potuto salvare l'amico interrompendo il contatto visivo corse a dar fuoco al mantello di Piton. Subito dopo i problemi di Harry cessarono e lui catturò il boccino, ottenendo la vittoria per Grifondoro.

Dopo il match, Hagrid portò i tre nella sua capanna. Ron ed Hermione raccontarono a Harry e Hagrid cos'era successo, ma Hagrid non credette, che Piton avesse cercato di uccidere Harry; Harry disse ad Hagrid che Piton era stato morso dal cane nel corridoio del terzo piano e il guardiacaccia, sorpreso dal fatto che lo conoscessero, rivelò involontariamente che il cane apparteneva a lui, e che ciò che custodiva era una cosa che riguardava solo Albus Silente e un uomo di nome Nicolas Flamel. I ragazzi così iniziarono a cercare notizie su quest'ultimo nei libri della biblioteca, ma per paura che Piton li scoprisse, non ne fecero parola con Madama Pince, sebbene lei avrebbe potuto aiutarli.

Il primo Natale a Hogwarts

Harry e Ron rimasero a scuola per le vacanze di Natale. La mattina del 25 dicembre, Harry ricevette diversi regali tra cui un Mantello dell'Invisibilità e un biglietto anonimo che diceva che il mantello un tempo era appartenuto a suo padre. Quella notte Harry decise di provarlo e andò in biblioteca entrando nella sezione proibita alla ricerca di notizie su Flamel. Tuttavia il libro che aprì si mise a strillare ed Harry fuggi via spaventato attirando l'attenzione di Piton e Gazza. Dato che il mantello non lo rendeva intangibile e i due bloccavano la strada entrò in una stanza vuota dove vide un grosso specchio.

Con grande sconcerto del giovane Potter, oltre a lui lo specchio rifletteva una gran folla di persone, ma nella stanza non c'era nessun'altro. Notando che la gente che si vedeva nello specchio gli assomigliava il ragazzo capì di star vedendo la sua famiglia. La notte successiva, Harry portò Ron con sé nella stanza, ma lui nello spechcio vedeva sé stesso con in mano la Coppa della Casa, Caposcuola e Capitano della squadra di Quidditch. L'arrivo della gatta di Gazza, spinse i due ad andarsene. Il giorno successivo, Ron, preoccupato della possibilità che venisse scoperto e per l'ossessione del suo amico per lo specchio, chiese ad Harry di non tornare a guardarlo, ma lui ci tornò comunque, trovando il Professor Silente nella stanza che gli spiegò che lo specchio, era conosciuto come "Specchio delle Brame", e mostrava il desiderio più profondo di chiunque ci guardasse dentro. Un oggetto pericoloso dato che certa gente era impazzita vedendo di fronte a sé i propri desideri più profondi. Silente poi lo informò che lo specchio sarebbe stato spostato e gli chiese di non cercarlo più.

La pietra filosofale

Il trio, grazie a una figurina delle Cioccorane di Silente, scoprì che Nicolas Flamel era l'inventore della Pietra Filosofale, un oggetto con cui era possibile trasformare i metalli in oro e produrre l'Elisir di Lunga Vita, in grado di dare l'immortalità al bevitore. Harry rimase preoccupato quando scoprì che Piton avrebbe arbitrato la partita tra Grifondoro e Tassorosso, ma alla fine catturò il Boccino in pochi minuti, portando Grifondoro in testa alla classifica.

Durante una vista ad Hagrid, Harry, Ron e Hermione scoprirono che aveva vitno a carte un uovo di drago. Pochi giorni dopo l'uovo si schiuse e nacque un Dorsorugoso di Norvegia che Hagrid chiamò Norberto. Purtroppo Malfoy lo vide spiando dalla finestra della capanna di Hagrid e dato che allevare un drago è illegale, Harry convinse Hagrid ad affidare Norberto a Charlie, il fratello di Ron che lavorava come dragologo, affinché allevasse lui il drago e poi lo liberasse.

Purtroppo per una serie di coincidenze, Malfoy scoprì in quale sera Norberto sarebbe dovuto partire, ma dato che non sapeva che Harry possedeva un mantello dell'invisibilità, lui ed Hermione adoperandolo riuscirono a portare l'animale in una cassa fino alla Torre di Astronomia, dove incontrarono degli amici di Charlie che si portarono via il drago. Purtroppo a causa del sollievo si dimenticarono il mantello sulla torre e vennero beccati da Gazza. Anche Neville che avendo sentito Malfoy vantarsi che avrebbe messo Harry nei guai era uscito dal dormitorio per cercare di avvertirli. La professoressa McGranitt tolse centociquanta punti a Grifondoro e li mise in punizione.

A causa di ciò Grifondoro finì quarto in classifica e, dopo essere stato uno dei ragazzi più amati e ammirati dell'intera scuola, Harry divenne il più odiato. Persino i Corvonero e i Tassorosso gli si rivoltarono contro, perché tutti avevano sperato che Serpeverde perdesse il campionato dei dormitori dopo averlo vinto per sette anni di seguito. Dovunque Harry andasse, veniva segnato a dito, e i compagni non si davano neanche la pena di abbassare la voce quando lo insultavano. L'unico che gli rimase vicino fu Ron ed Harry giurò a se stesso che non si sarebbe più immischiato in cose che non lo riguardavano. Cercò anche di dimettersi dalla squadra di Quidditch, ma il capitano Oliver Baston non glielo permise.

La punizione che dovettero affrontare, fu andare a fare del lavoro nella foresta con Hagrid: quest'ultimo stava cercando un unicorno ferito nella Foresta Proibita. Alla fine Harry e Malfoy incontrarono una figura incappucciata che beveva il sangue dell'unicorno morto.

Terrorizzato Draco scappò, mentre Harry rimase pietrificato dal terrore. Per fortuna, l'incappucciato non poté fargli del male a causa dell'arrivo del centauro Fiorenzo. Fiorenzo spiegò ad Harry a cosa serviva il sangue di unicorno e gli fece capire che Voldemort desiderava impadronirsi della pietra, in modo da bere l'elisir di lunga vita e riacquistare il suo corpo. Quella notte qualcuno gli restituì il mantello.

Dopo gli esami, Harry si rese conto di quanto fosse strano che Hagrid che desiderava possedere un drago più di ogni altra cosa, per puro caso incontrasse uno sconosciuto che aveva con sé un uovo e che era disposto a giocarselo a carte, considerando che l'allevamento dei draghi era illegale. Il trio così interrogò Hagrid e scoprirono che l'amico durante la partita si era fatto sfuggire il modo di ammansire Fuffi: la musica. Harry dedusse che fossero stati Piton o Voldemort a giocare a carte con Hagrid e corse a informare il professor Silente dell'accaduto solo per scoprire che il Preside era partito per andare al Ministero pochi minuti prima dopo aver ricevuto un messaggio che richiedeva la sua presenza. Harry capì che Silente era stato mandato via con l'inganno e che il furto sarebbe avvenuto quella notte. Dato che la direttrice della loro Casa non volle dare retta ai loro avvertimenti, i ragazzi decisero di prendere in mano la situazione e di fermare Piton di persona.

Quella notte però, Neville si rese conto che volevano uscire di nuovo e temendo che mettessero ancora di più nei guai Grifondoro decise di fermarli. Non avendo il tempo di spiegargli tutto, Hermione paralizzò l'amico con la magia. Quando arrivarono al corridoio del terzo piano, trovarono Fuffi sveglio, ma con un'arpa ai suoi piedi. Ricordando ciò che Hagrid aveva detto loro, Harry iniziò a suonare il flauto di legno che Hagrid gli aveva regalato per Natale. Addormentato il cane passarono attraverso la botola, dove si ritrovarono a tu per tu con un Tranello del Diavolo che cercò di soffocarli. Per fortuna Hermione sapeva come liberarsi della pianta.

La stanza successiva, conteneva delle chiavi volanti e dei manici di scopa. Harry trovò la chiave corretta, la prese e con essa aprì la porta. La stanza era una grande scacchiera, e per attraversarli bisognava vincere una partita a scacchi magici. Ron ci riuscì, ma dovette farsi mangiare e perse i sensi. Harry ed Hermione continuarono e nella stanza successiva trovarono un troll privo di sensi. Nell'ultima stanza trovarono sette pozioni in bottiglia insieme a un rotolo di carta che forniva indizi su quale bere per continuare. Hermione risolse l'enigma e, su sollecitazione di Harry, bevve la pozione che le permise di tornare indietro in modo da poter portare fuori Ron, mentre Harry bevve la pozione per andare nell'ultima stanza.

Lì il giovane Potter trovò il professor Raptor: era lui l'alleato di Voldemort che voleva rubare la pietra, non Piton. Era stato Raptor a maledire la scopa di Harry e a far entrare il mostro ad Halloween. Piton infatti durante la partita lanciava contromaledizioni per cercare di salvare la vita di Harry e se non era stato disarcionato era stato perché mentre andava a incendiare il mantello di Piton, Hermione aveva urtato per sbaglio Raptor, facendogli perdere il contatto visivo con Harry. e aveva voluto arbitrare la sua seconda partita per paura che Raptor ci riprovasse. La pietra in qualche modo era stata nascosta nello Specchio delle Brame e per cercare di distrarre Raptor mentre lo esaminava, Harry cercò di distrarlo parlando. Fu così che apprese che Piton era stato a scuola con suo padre e che i due si detestavano e ora Piton dirottava il suo rancore su di lui, ma che comunque non lo voleva morto.

Harry difende la Pietra Filosofale.

Incapace di trovare la pietra, Raptor chiese aiuto a Voldemort che gli suggerì di usare l'undicenne; guardandosi allo specchio, Harry vide il suo riflesso tirare fuori la Pietra dalla tasca per poi rimettercela, e un attimo dopo se la trovò davvero in tasca. Mentì a Raptor, ma Voldemort lo capì e i due lottarono. Per fortuna, Raptor non poteva toccare Harry senza provare un dolore atroce e così il ragazzo riuscì ad avere la meglio per poi perdere i sensi.

Tre giorni dopo il ragazzo si svegliò in Infermeria, dove Silente gli raccontò che la Pietra era stata distrutta che Raptor era morto e Voldemort fuggito. Silente spiegò anche ad Harry che era a causa del sacrificio di sua madre che Raptor non poteva toccarlo e che era stato lui a mandargli il Mantello dell'Invisibilità.

Alla festa di fine anno Silente premiò le azioni del trio e di Neville, assegnando cinquanta punti a testa a Ron e a Hermione, sessanta ad Harry e dieci a Neville. Grazie a ciò Grifondoro vinse la Coppa della Case.

Secondo anno

L'avvertimento di Dobby

I Dursley furono così spaventati dalle abilità magiche di Harry che non appena fu tornato da scuola, misero sotto chiave tutto il suo materiale scolastico e gli proibirono anche solo di nominare la magia. Harry si divertì alle spalle di Dudley fingendo di usare la magia contro di lui per il puro piacere di vederlo scappare via terrorizzato, ma col passare del tempo si deprimette per non aver ricevuto messaggi da nessuno dei suoi amici per tutta l'estate.

Dobby si presenta a Harry.

La sera del suo dodicesimo compleanno i Dursley avevano ospiti a cena e ad Harry fu intimato di stare nascosto in camera senza fare niente. Tuttavia una volta arrivatoci ci trovò Dobby, un elfo domestico venuto ad avvertirlo di non tornare ad Hogwarts perché significava mettersi in pericolo mortale, dato che si stava organizzando un complotto contro la scuola. Harry cercò di spiegare a Dobby che non poteva rimanere a Privet Drive, perché quella che faceva là non era vita. Dobby a quel punto rivelò di aver intercettato le lettere per Harry e promise di dargliele se lui avesse acconsentito a non tornare al castello. Quando il neo-dodicenne rifiutò, Dobby usò la magia per rovinare la cena dei Dursley per poi sparire. Il guaio fu attribuito a Harry, che ricevette un avvertimento ufficiale dal Ministero della Magia per aver usato la magia fuori dalla scuola. I Dursley ne approfittarono per chiuderlo in camera sua, e impedirgli di tornare a Hogwarts.

Fuga alla Tana

Tre notti dopo, Harry fu salvato da Ron, che si era preoccupato per lui non avendo sue notizie per tutta l'estate e usando la macchina volante di suo padre andò a casa sua in compagnia di Fred e George. I tre fratelli liberarono l'amico e lo portarono a casa loro. I Dursley si accorsero della fuga, ma non furono in grado di fare nulla per fermare i quattro maghi. Durante il volo, Harry disse a Ron e ai gemelli dell'avvertimento di Dobby e Fred gli spiegò che gli elfi domestici posseggono poteri magici propri, ma in genere non possono usarli senza il permesso del loro padrone e che quindi era possibile che qualcuno avesse ordinato a Dobby di fare in modo che lui non tornasse a scuola.

Arrivati a destinazione, vennero beccati da Molly Weasley, preoccupata per loro che punì i suoi figli facendogli disifenstare il giardino dagli Gnomi ed Harry volle aiutarli. Poco dopo incontrò per la prima volta il padre di Ron, Arthur. I Weasley permisero ad Harry di rimanere con loro per tutto il resto dell'estate.

Il primo incontro tra Harry Potter e Gilderoy Allock.

 "«Signore e signori» disse a voce alta, chiedendo il silenzio con un gesto della mano. «Che momento straordinario è mai questo! È arrivata l’ora di fare un piccolo annuncio che rimando da troppo tempo! Quando, oggi, il giovane Harry è entrato al Ghirigoro, voleva semplicemente acquistare la mia autobiografia, che ora sono lieto di regalargli» (qui la folla applaudì un’altra volta) «e non aveva la minima idea» continuò Allock dando a Harry un colpetto che gli fece scivolare gli occhiali sulla punta del naso, «che di lì a poco avrebbe avuto ben più del mio libro Magicamente io. Infatti, lui e i suoi compagni avranno magicamente me in carne e ossa. Sì, signore e signori, ho il grande piacere e l’orgoglio di annunciare che a settembre assumerò l’incarico di insegnante di Difesa contro le Arti Oscure alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts!» - Allock mette in imbarazzo Harry.

Tramite lettera Hermione si mise d'accordo con gli amici per andare a Diagon Alley a prendere il necessario per la scuola. Fu così che Harry scoprì l'esistenza della Polvere Volante, ma non sapendola usare bene, finì a Notturn Alley. Per fortuna lì s'imbatté in Hagrid che lo accompagnò a destinazione. Al Ghirigoro il giovane incontrò Gilderoy Allock che lo mise in imbarazzo sfruttandolo per l'annuncio che sarebbe diventato insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure a Hogwarts. C'erano anche Malfoy e suo padre e alla fine si scatenò una rissa tra quest'ultimo e il signor Weasley.

Harry e Ron non riescono a raggiungere il binario.

Il primo settembre Harry e Ron furono gli ultimi del gruppo rimasti alla stazione e scoprirono con stupore che non potevano raggiungere il binario perché l'ingresso era bloccato. Così persero il treno e dovettero andare a scuola con la macchina (che fra i suoi poteri aveva il rendersi invisibile).

Tuttavia, quella funzione si guastò poco dopo il decollo e l'auto è venne avvistata da diversi Babbani durante il viaggio. Il volo durato tutto il giorno si è concluso con un atterraggio contro il Platano Picchiatore, che ha cominciato a malmenare l'auto dopo essere stato colpito. Per fortuna la macchina ha espulso Harry, Ron e i loro bagagli prima di scappare nella foresta. I ragazzi vennero trovati dal Professor Piton mentre osservavano lo Smistamento e vennero portati nell'ufficio del professore dove vennero interrogati dalla McGranitt e da Silente. Harry e Ron temevano di essere espulsi, ma per fortuna Silente si limitò a punirli e a scrivere alle loro famiglie per informarli dell'accaduto.

Il giorno seguente cominciarono le lezioni ed Harry si trovò ad avere a che fare con un nuovo studente Colin Canon che lo trattava come una celebrità con tutte le conseguenze imbarazzanti del caso. La prima lezione di Allock fu un disastro, dal momento che liberò un gruppo di folletti appena catturati senza riuscire poi a fermarli lasciando agli studenti il compito di rimetterli in gabbia.

La Camera dei Segreti

La Camera dei Segreti viene riaperta.

Mentre scontava la punizione con Allock, Harry udì una strana voce che invece il professore non sentì. Tempo dopo Nick-Quasi-Senza-Testa il fantasma di Grifondoro lo aiutò a evitare una punizione ingiusta e in cambio Harry promise di partecipare alla sua festa di complemorte ad Halloween con Ron e Hermione.

I tre si stancarono rapidamente della festa spettrale e decisero di tornare nella Sala Grande per partecipare a quella della scuola. Prima che arrivassero Harry sentì di nuovo la voce mentre Ron e Hermione no e la seguì fino al secondo piano dove trovò il bagno allagato e la gatta di Gazza, pietrificata, e un messaggio minaccioso sul muro.

Gazza credette che Harry fosse il colpevole, ma Silente rilevò che Mrs Purr era stata vittima di una potente magia oscura che nessuno studente del secondo anno avrebbe potuto eseguire. La gatta sarebbe stata curata grazie alla pozione ricostituente alla Mandragola preparata non appena le Mandragole che la professoressa Sprite stava coltivando sarebbero state in grado di fornire il materiale necessario, ma l'accaduto seminò il panico nella scuola.

Hermione a lezione di Storia della Magia chiese al professor Ruf di raccontare la leggenda della Camera dei Segreti e così i ragazzi appresero che uno dei fondatori della scuola Salazar Serpeverde non voleva che i Nati Babbani frequentassero Hogwarts e quando non riuscìa convincere gli altre tre fondatori della scuola a sposare la sua tesi se ne andò dal castello, ma prima lasciò al suo interno una camera segreta che sarebbe potuta essere aperta solo dal suo vero erede. La camera conteneva un mostro che, una volta rilasciato, avrebbe epurato la scuola da tutti i Nati Babbani. Ruf però era convinto che fosse solo una leggenda, dato che malgrado le numerose perquisizioni la camera non era mai saltata fuori ma Harry, Ron e Hermione ci credettero e supposero che l'erede fosse Draco Malfoy. Per provare a dimostrarlo, Hermione propose di usare la Pozione Polisucco in grado di trasformare in un'altra persona chi la beve e usare l'aspetto di persone di cui Malfoy si fidava per estorcegli una confessione. Harry e Ron accettarono il piano dell'amica che però avrebbe richiesto un mese di attesa, il tempo necessario a preparare la pozione.

In seguito Malfoy venne nominato Cercatore di Serpeverde, dopo che suo padre ebbe regalato alla squadra un set di scope Nimbus 2001 . Durante la partita tra Grifondoro e Serpeverde uno dei Bolidi anziché inseguire tutti i giocatori cominciò a dare la caccia solo al Cercatore di Grifondoro. Per fortuna Malfoy, era più concentrato sullo schernire Harry costretto a tremende evoluzioni per schivare il Bolide che sulla ricerca del Boccino, così Harry riuscì a prenderglielo da sotto il naso, però ciò comportò essere colpito dal Bolide e rompersi il braccio. Allock, tentò di guarirlo, ma invece gli fece sparire tutte le ossa del bracciò. Madama Chips per fargliele ricrescere gli fece bere una pozione chiamata Ossofast, e gli ordinò di rimanere in Infermeria per la notte.

Dobby visita Harry in infermeria.

Quella notte, Dobby gli fece visita, rivelandogli che era stato lui a stregare il Bolide e a impedire alla barriera del binario 9¾ di farlo passare. L'elfo chiese ancora a Harry di lasciare la scuola, cosa lui rifiutò. Fu durante quella visita che Harry apprese che la Camera era già stata aperta in passato e ceh l'unico modo di liberare un elfo domestico era che il suo padrone gli donasse un indumento. Dopo che Dobby se ne fu andato, Silente, la McGranitt e Madama Chips portarono in Infermeria Colin Canon pietrificato.

L'ombra del sospetto

Harry si iscrisse al Club dei Duellanti scoprendo durante la prima (e unica) riunione che era gestito da Allock e Piton. Dopo che il secondo ebbe mostrato l'Incantesimo di Disarmo i ragazzi vennero messi in coppia per duellare e a Harry come avversario toccò Malfoy.

Durante il duello Malfoy evocò un serpente. Allock tentò di mandarlo via, ma riuscì solo a spedirlo tra gli studenti e il rettile cercò di aggredire uno studente Nato Babbano di Tassorosso di nome Justin Finch-Fletchley. Harry istintivamente gli disse di lasciare Justin in pace, e con sua grande sorpresa l'animale obbedì. Tuttavia Harry senza saperlo aveva parlato in Serpentese di fronte a numerosi studenti, che non capendo cosa diceva pensassero stesse istigando il serpente. Ron in seguitò gli spiegò che essere in grado di parlare il Serpentese e quindi Rettilofoni era un dono molto raro e giudicato una cosa malefica. In più Salazar Serpeverde era famoso proprio per essere un rettilofono, motivo per cui il simbolo della Casa da lui fondata è il serpente. A causa di ciò, Harry divenne il sospettato uno tra gli studenti come erede di Serpeverde. Del resto Salazar era vissuto più di mille anni prima, quindi Harry avrebbe potuto benissimo discendere da lui.

Purtroppo il giorno dopo Justin venne pietrificato insieme a Nick-quasi-senza-testa e a trovarli fu Harry, cosa che convinse ancora più persone della sua colpevolezza. Harry fu portato nell'ufficio di Silente , e lì vide Fanny la sua fenice. Dopo che Silente gli ebbe parlato delle capacità delle fenici, Hagrid entrò nella stanza e gli disse che aveva incontrato Harry poco prima e che quindi non poteva aver aggredito Justin. Silente comunque non aveva alcun sospetto sul giovane Potter, ma malgrado ciò buona parte della scuola continuò a considerarlo colpevole.

Harry incontra Fanny.

Harry, Ron, Hermione e gli altri Weasley rimasero a scuola per Natale. Lo fecero anche Malfoy, e i suoi amici Tiger e Goyle cosa che favorì il loro piano. Dato che la pozione richiedeva un pezzo della persona in cui ci si voleva trasformare, Harry e Ron addormentarono Tiger e Goyle con un tranello, li imprigionarono e presero ciò che gli serviva. Hermione invece avrebbe usato un capello di Millicent Bulstrode che le era rimasto addosso dopo un tafferuglio al Club dei Duellanti.

Per Ron e Harry non ci furono problemi e divennero Tiger e Goyle, ma Hermione si rifiutò di accompagnarli. I due riuscirono a infiltrarsi nella Sala Comune di Serpeverde e a interrogare Draco che con loro grande sorpresa si rivelò innocente. Scaduta l'ora i due ripresero le loro sembianze e tornarono da Hermione, ma scoprirono che quello che la loro amica credeva un capello di Millicent, era in realtà il pelo di un gatto e dato che la Pozione Polisucco non poteva essere usata per le trasformazioni animali, Hermione malgrado lo scadere dell'ora era rimasta una sorta di donna-gatto. I suoi amici alla fine riuscirono a convincerla ad andare in Infermeria.

Il diario segretissimo

Settimane dopo, Ron e Harry andarono nel bagno dove avevano preparato la Pozione Polisucco e lo trovano allagato e il fantasma che lo infestava Mirtilla Malcontenta, era giù di corda perché qualcuno le aveva lanciato addosso un libro. Harry lo raccolse e scoprì che era il diario di un certo T.O. Riddle su cui sembrava che nessuno avesse mai scritto niente. Ron avendo dovuto lucidare l'argenteria per punizione ricordò che Riddle cinquant'anni fa aveva vinto un premio per servizi speciali resi alla scuola cinquant'anni prima. In seguito Hermione dedusse che visto che l'ultima volta la Camera era stat aperta era stato cinquant'anni fa, Riddle potrebbe essere stato premiato per aver scoperto il colpevole. Anche se tutti i tentativi di estrarre informazioni dal diario fallirono, Harry se lo tenne comunque e dopo un incidente si rese conto che anche se l'inchiostro era stato versato inchiostro su tutto il diario, quest'ultimo non era affatto macchiato. Provò a scriverci su, e con sua sorpresa, il diario - o meglio Tom Riddle - gli rispose. Riddle spiegò che era stato lui a catturare la persona che aveva aperto la Camera dei Segreti, e che poteva mostrare a Harry cosa fosse successo. Harry accettò e fu risucchiato nella memoria di Riddle, dove lo vide arrestare Hagrid.

Harry raccontò cos'aveva visto ai suoi amici, ma alla fine il trio decise di non interrogare Hagrid, dato che da tempo non si verificavano più attentati. Tuttavia un giorno il diario di Riddle venne rubato. Il giorno successivo a furto, la partita di Quidditch tra Grifondoro e Tassorosso venne annullata a causa dell'ennesimo attentato e Harry sentì di nuovo la voce. Le vittime in questo caso furono Hermione e una dei prefetti di Corvonero. Vicino a loro c'era un piccolo specchio circolare. A causa di ciò Harry smise di essere sospettato da molti studenti, poiché tutti sapevano che non avrebbe mai fatto del male a Hermione. Alcuni come Ernie Macmillan arrivarono anche a scusarsi con lui per averlo sospettato.

A quel punto Harry e Ron decisero che dovevano per forza interrogare Hagrid e andarono a trovarlo usando il mantello dell'invisibilità di Harry. Purtroppo non riuscirono a chiedergli niente poiché poco dopo arrivarono anche Silente e il Ministro della Magia, Cornelius Caramell che a causa dei precedenti di Hagrid fu costretto a portarlo in custodia cautelare ad Azkaban.

Poco dopo arrivò anche Lucius Malfoy, che dichiarò che lui e gli altri consiglieri di Hogwarts avevano votato all'unanimità per sospendere Silente. Prima di andare Hagrid suggerì a a Harry e Ron di "seguire i ragni" se avessero voluto scoprire qualcosa, mentre Silente dichiarò che avrebbe veramente lasciato la scuola solo quando nessuno dei suoi occupanti gli fosse rimasto fedele.

Aragog

Harry e Ron incontrano Aragog.

Harry e Ron decisero di seguire il consiglio di Hagrid e pedinarono dei ragni, che stranamente sembravano voler lasciare il castello. Gli atropodi li guidarono fino alla Foresta Proibita, dove ritrovarono la Ford Anglia che aveva preso a vivere nella foresta come un animale selvatico. Alla fine incontrano Aragog, un ragno gigante allevato da Hagrid a tredici anni e accusato di essere la creatura che attaccava gli studenti cinquant'anni prima. Aragog spiegò che lui non era nato nel castello e che Hagrid aveva avuto il suo uovo da un viaggiatore, quindi era innocente. Subito dopo disse ai suoi figli che erano liberai di mangiare Harry e Ron che però si salvarono grazie all'intervento della Ford Anglia del signor Weasley. Aragog disse anche che l'ultima vittima del mostro era morta in un bagno, ed Harry pensò che potesse essere Mirtilla Malcontenta. Con le sempre nuove norme di sicurezza però, sarebbe stato difficile interrogarla. Tuttavia truffando Allock, riuscirono a liberarsi della sua sorveglianza. Purtroppo s'imbatterono nella professoressa McGranitt, e Harry s'inventò che volevano andare a trovare Hermione e per fortuna la Vicepreside diede loro il permesso. I due andarono in Infermeria e scoprirono che Hermione teneva in mano un pezzo di carta in cui si parlava del basilisco. La ragazza aveva capito che il mostro di Serpeverde apparteneva a quella specie e che si muoveva nel castello usando l'impianto idraulico, mentre Ron dedusse che l'ingresso della Camera fosse nel bagno di Mirtilla Malcontenta. I due andarono in Sala Professori, per informare i docenti delle loro scoperte, ma poco dopo la McGranitt annunciò che c'era stato un altro attentato. Non volendo tornare in dormitorio Harry e Ron si nascosero in un armadio e appresero che la sorellina di Ron, Ginny era stata portata nella Camera e che la scuola sarebbe stata chiusa il giorno dopo. Per toglierselo di torno, gli insegnanti diedero ad Allock, il compito di salvare Ginny e di sconfiggere il mostro, così i due amici decisero di comunicare a lui le loro scoperte.

Nella Camera dei Segreti

Harry, Ron e Allock localizzano l'ingresso della Camera dei Segreti.

Arrivati nel suo ufficio i due scoprirono che Allock stava per squagliarsela, e alla fine il Professore confessò che non aveva mai fatto nulla di ciò che aveva scritto nei suoi libri: Allock aveva trovato persone che erano riuscite a compiere grandi imprese, si era fatto spiegare come ci fossero riusciti, poi aveva cancellato loro la memoria con la magia e aveva rivendicato i loro risultati come suoi. L'uomo si preparò a fare lo stesso ai due dodicenni, ma Harry lo disarmò e Ron buttò la sua bacchetta fuori dalla finestra. Allock fu quindi costretto ad accompagnarli nel bagno dove grazie al racconto di Mirtilla sulla sua morte (causato dall'aver guardato il basilisco negli occhi), l'ingresso fu trovato ed Harry riuscì ad aprirlo con il serpentese.

Nella camera Harry trovò Ginny a terra priva di sensi e corse da lei, lasciando cadere la bacchetta che venne raccolta da Tom Riddle che rivelò di essere un ricordo rimasto nel diario per cinquant'anni e ha confessato di essere stato lui ad aprire la Camera dei Segreti la prima volta, per epurare la scuola dai Nati Babbani; tuttavia, quando seppe che la scuola sarebbe stata chiusa a causa degli attacchi e che Silente (allora insegnante di Trasfigurazione) lo stava tenendo d'occhio, non ebbe altra scelta che cessare gli attacchi e incastrare Hagrid. Non volendo sprecare tutti gli anni trascorsi a cercare la camera, lasciò un diario contenente il ricordo del suo io sedicenne nella speranza che un giorno sarebbe nelle mani di una vittima ignara che lo avrebbe riaperto la camera e completato la sua missione. Ginny avendo scritto sul diario tutto l'anno era divenuta schiava di Riddle che si era impadronito del suo corpo e l'aveva usato per riaprire la camera e ripartire all'attacco. Col tempo la piccola Weasley cominciò a sospettare di lui e decise di sbarazzarsi del diario gettandolo nel water. Quando Ginny vide che lo aveva trovato Harry, andò nel panico temendo che Riddle spiattellasse tutti i suoi segreti al ragazzo di cui era innamorata, quindi se lo riprese di nascosto, cadendo di nuovo in potere di Tom che intenzionato ad uccidere Harry, la costrinse a scendere nella camera per attirarlo in trappola.

Riddle rivela la sua identità a Harry.

Dopo aver fatto questa spiegazione Riddle volle sapere come Harry fosse riuscito a sconfiggere Voldemort da neonato. e quando il dodicenne chiese perché gli interessasse, lui scrisse il suo nome nell'aria con la bacchetta di Harry e poi spostò le lettere affinché formassero la frase "Son io Lord Voldemort". Tom rivelò di essere, un Mezzosangue e di essersi voluto sbarazzare del suo nome uguale a quello del suo padre Babbano, per crearsene uno nuovo che la gente avrebbe avuto timore di pronunciare, quando fosse diventato il più grande mago del mondo. Harry ribatté che era Albus Silente il più grande mago del mondo e quando Riddle rispose che era bastato il suo ricordo a cacciare Silente da Hogwarts e Harry urlò che il Preside avrebbe lasciato davvero la scuola, solo quando nessuno dei suoi residenti gli fosse stato fedele. In quel momento arrivò Fanny che portò ad Harry il Cappello Parlante.

Harry uccide il basilisco.

Riddle quindi convocò il basilisco e gli ordinò di uccidere Harry, ma Fanny riuscì ad accecare il re dei serpenti, impedendogli di usare il suo sguardo mortale. Il Basilisco però poteva ancora sentire l'odore del giovane Potter, e ucciderlo con il suo veleno; Harry, disperato, indossò il Cappello Parlante, chiedendo aiuto, aiuto che si manifestò nella forma di una spada. Con quella Harry riuscì a uccidere il mostro, ma il serpente fece in tempo a morderlo e a iniettargli i suo veleno mortale. Mentre Riddle gongolava per la sua vittoria, Fanny iniziò a piangere sulla ferita e Harry guarì immediatamente. A quel punto il ragazzo pugnalò il diario con la zanna del basilisco e la manifestazione di Riddle esplose. Poco dopo, Ginny si risvegliò e quando i due ebbero raggiunto Ron e Allock, Fanny li riportò nel castello.

Un premio per Dobby

«Ascoltami bene, Harry. Si dà il caso che tu abbia molte qualità che Salazar Serpeverde apprezzava nei suoi alunni, che selezionava accuratamente. Il dono molto raro del Serpentese… intraprendenza… determinazione… un certo disprezzo per le regole» soggiunse, e ancora una volta i suoi baffi vibrarono. «E tuttavia, il Cappello Parlante ti ha assegnato al Grifondoro. Tu sai perché. Pensaci».

«Lo ha fatto» disse Harry con la delusione nella voce, «perché gli ho chiesto io di non andare fra i Serpeverde…»

 «Appunto» disse Silente ancora una volta tutto raggiante. «Il che ti rende assai diverso da Tom Riddle. Sono le scelte che facciamo, Harry, che dimostrano quel che siamo veramente, molto più delle nostre capacità». Harry sedeva immobile, esterrefatto. «Se vuoi una prova che appartieni al Grifondoro, ti consiglio di dare un’occhiata più da vicino a questo».

Così dicendo, si avvicinò alla scrivania della McGranitt, prese la spada d’argento macchiata di sangue e gliela porse. Come inebetito, Harry la rivoltò; i rubini mandavano bagliori luminosi alla luce del fuoco. Fu allora che vide il nome inciso proprio sotto l’elsa.

Godric Grifondoro

<<Soltanto un vero Grifondoro avrebbe potuto estrarla dal cappello, Harry» disse semplicemente Silente.

-Silente rassicura Harry.

Nello studio della McGranitt oltre a quest'ultima il gruppo trovò, Silente, Arthur e Molly Weasley. Harry temeva che Ginny venisse incolpata per aver aperto la camera, ma con suo grande sollievo Silente dedusse giustamente che il colpevole era Voldemort. Harry raccontò cosa fosse successo, e lui e Ron ricevettero 200 punti a testa per Grifondoro e un Encomio Speciale per i Servigi resi alla scuola. In seguito Silente parlò con Harry a quattr'occhi rivelandogli che Voldemort gli aveva donato alcuni dei suoi poteri quando gli aveva lasciato la cicatrice, ed era così che era diventato un rettilofono. la sua capacità di parlare Serpentese . Harry era disperato perché pensava che ciò volesse dire che avrebbe dovuto davvero essere un Serpeverde, e Silente chiese a Harry perché il Cappello Parlante lo avesse messo in Grifondoro, e Harry ammise che era perché glielo aveva chiesto lui e il Preside gli spiegò che le scelte di una persona mostrano chi è molto più delle sue capacità. Poi gli fece notare che la spada che aveva usato era di Godric Grifondoro, e che solo un vero Grifondoro avrebbe potuto estrarla dal cappello.

In quel momento arrivò Lucius Malfoy, indignato per il fatto che Silente fosse tornato a scuola dopo essere stato sospeso. Silente rispose con calma che i consiglieri gli avevano chiesto di tornare dopo aver sentito che la figlia di Arthur Weasley era stata attaccata e rivelò di sapere che gli altri conisglieri erano stati ricattati da Lucius per sospendero. Con Lucius c'era anche Dobby ed Harry capì così che la famiglia che l'elfo serviva erano i Malfoy.

Grazie a dei suggerimenti non verbali di Dobby, Harry capì che era stato Malfoy a far sì che Ginny trovasse il diario in modo da screditare Arthur Weasley e avrebbe avuto grosse ripercussioni sulla legge sulla protezione dei Babbani che lui aveva suggerito. Purtroppo non c'erano prove contro Lucius che poté andarsene indisturbato, ma non volendo abbandonare Dobby, Harry diede a Malfoy uno dei suoi calzini, che lui gettò via, lasciandolo prendere dall'elfo che così ottenne la libertà. Malfoy, dopo aver scoperto il trucco di Harry, tentò di ucciderlo, solo per essere fermato da Dobby, che dopo aver ringraziato vivamente Harry se ne andò. Alla festa di fine anno, Silente annunciò che la sua gli esami finali sarebbero stati annullati e che Allock non avrebbe continuato insegnare perché doveva ritrovare la memoria.

Terzo anno

Fuga a Diagon Alley

Durante l'estate, i Dursley proibirono ad Harry di parlare con i vicini e lo punirono per aver dato il loro numero di telefono ai suoi amici, dopo che Harry ha ricevuto una chiamata da Ron. Malgrado ciò dopo aver promesso che non l'avrebbe usata per mandare messaggi ebbe il permesso di far uscire Edvige di notte chiusa perché i Dursley non potevano più sopportare il rumore che faceva per la noia di stare sempre in gabbia. Dato che gli zii non volevano avere nulla a che fare con la magia in casa loro, Harry fu costretto a fare i compiti di notte di nascosto.

Harry gonfia Marge.

La notte del suo tredicesimo compleanno, Harry ebbe per la prima volta dei regali di compleanno inviatigli da Ron, Hagrid ed Hermione. Quella notte gli arrivò anche la lettera di Hogwarts che lo informava che gli studenti dal terzo anno in su potevano visitare il villaggio di Hogsmeade col permesso dei genitori o dei tutori. Harry chiese quindi a Vernon di firmarlo e lui promise di farlo se si fosse comportato bene durante la visita di sua sorella Marge.

Sfortunatamente quest'ultima non faceva che insultare Harry e i suoi genitori e alla fine proprio l'ultima sera della permanenza della donna Harry per la rabbia perse il controllo dei suoi poteri magici e gonfiò Marge come un palloncino facendola volare via. Vernon gli ordinò a di farla tornare a posto, ma Harry rifiutò e scappò di casa per paura di essere espulso da Hogwarts, per aver usato la magia fuori da scuola.

Preso dal panico, Harry decise di andare a Diagon Alley, svuotare la sua camera blindata alla Gringott e vivere da fuorilegge. Tuttavia venne distratto dall'apparizione di un grosso cane nero e avendo mosso la bacchetta, richiamò il Nottetempo un mezzo di trasporto d'emergenza per maghi e streghe in difficoltà. Harry salì a bordo e pagò il viaggio fino al Paiolo Magico. Durante il viaggio Stan Picchietto gli diede una copia della Gazzetta del Profeta dopo che Harry ebbe riconosciuto Sirius Black, un uomo che aveva visto dichiarare un evaso al telegiornale.Fu così che Harry scoprì che Black era un sostenitore di Voldemort ed era stato il primo prigioniero mai evaso dalla prigione di Azkaban, in cui aveva scontato dodici anni di prigionia per aver ucciso tredici persone con un solo incantesimo.

Il primo vero incontro tra Caramell e Harry.

Arrivato a destinazione, Harry s'imbatte in Cornelius Caramell che con grande sollievo del ragazzo decise di non intraprendere alcuna azione legale contro di lui poiché la magia accidentale non contava come una violazione del Decreto per la ragionevole restrizione delle Arti Magiche per i minorenni, e prenotò al giovane mago una stanza al Paiolo magico per il resto dell'estate.

Per tre settimane, Harry si godette le vacanze estive girando per Diagon Alley e comprando ciò che gli serviva per il terzo anno. Verso la fine delle vacanze trovò Ron ed Hermione alla gelateria di Florian Fortebraccio. Dato che Hermione voleva comprarsi un animale e Ron far visitare il suo topo Crosta, Harry li accompagnò al Serraglio Stregato.

Mentre Crosta veniva esaminato, un gatto in parte kneazle presente nel negozio, Grattastinchi lo attaccò, saltando sulla testa di Ron. Il ragazzo fuggì via, seguito di Harry e i due poco dopo vennero raggiunti da Hermione, che aveva scelto di comprare proprio Grattastinchi, cosa di cui Ron non fu affatto entusiasta. La sera i Weasley ed Hermione cenarono e dormirono al Paiolo Magico ed Harry sentì casualmente una conversazione tra Arthur e Molly in cui il primo dichiarava che secondo il Ministero, lo scopo di Black era uccidere Harry, che capì che il Ministero non l'aveva punito perché era stato contento di ritrovarlo vivo. Malgrado ciò Harry non era spaventato, perché era convinto che le misure di sicurezza appositamente predisposte attorno al castello e la presenza di Silente avrebbero impedito a Black di fargli del male.

Il Dissennatore

Arthur cerca di avvertire Harry.

Poco prima di salire sul treno il signor Weasley cercò di avvertire Harry, ma lui ammise di averlo udito parlare con la moglie e gli disse di non essere spaventato. Malgrado ciò il padre di Ron era ancora preoccupato e cercò di far giurare ad Harry che non sarebbe andato a cercare Black.

Sul treno tutti gli scompartimenti erano pieni, eccetto quello in cui dormiva il professor R.J. Lupin il nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure e i tre amici occuparono quello. Quando furono rimasti soli, Harry raccontò cosa aveva scoperto e Ron ed Hermione si spaventarono molto, rimanendo poi sorpresi che Harry non avesse avuto il permesso di andare a Hogsmeade.

Alla stazione di Hogsmeade, un Dissennatore (uno spirito che si nutriva di emozioni positive, specie usata per sorvegliare Azkaban) salì sul treno per perquisirlo. Neville e Ginny li raggiunsero per sapere cosa succedeva, dato che le luci si erano spente e poco dopo il Dissennatore li raggiunse e a causa degli eventi orribili presenti nel suo passato, i poteri del Dissennatore causarono lo svenimento di Harry. Lupin che si era svegliato, mandò via il Dissennatore e diede ai ragazzi del cioccolato per farli riprendere dallo shock. Scesi dal treno Harry ed Hermione vennero convocati dalla professoressa McGranitt che voleva assicurarsi che Harry stesse bene e doveva parlare ad Hermione del suo orario. In seguito al banchetto d'inizio anno gli studenti appresero che Hagrid era stato nominato insegnante di Cura delle Creature Magiche.

L'irruzione di Black

Durante la prima lezione di divinazione, gli studenti predissero il futuro leggendo le foglie di tè. Quando la professoressa Cooman prese in mano la tazza di Harry vi vide un grosso cane nero, che identificò come il Gramo il peggior presagio di morte in assoluto, cosa che preoccupò Harry, poiché ricordava il cane nero che aveva visto quando era scappato dai Dursley, tuttavia quando l'argomento saltò fuori durante la lezione di Trasfigurazione la professoressa McGranitt rassicurò Harry dicendogli che la professoressa Cooman aveva predetto la morte di uno studente all'inizio di ogni anno, ma che non ne era mai morto nessuno.

Nella prima lezione di Cura delle Creature Magiche, Hagrid mostrò loro gli ippogrifi e sebbene nervoso, Harry riuscì a cavalcarne uno Fierobecco; poco dopo Malfoy provocò deliberatamente Fierobecco che quindi lo attaccò. A causa di questo Lucius Malfoy sporse denuncia contro Hagrid all'Ufficio per la Regolamentazione e il Controllo delle Creature Magiche.

Durante la prima lezione di Difesa Contro le Arti Oscure, Lupin insegnò agli alunni del terzo anno a combattere i Mollicci spiriti mutaforma che prendono l'aspetto della peggiore paura di una persona, che possono essere sconfitti costringendoli con un incantesimo ad assumere una forma che la vittima trova divertente, ma mentre molti dei suoi compagni poterono sfidarlo, Lupin impedì ad Harry di affrontare il Molliccio e lui ne rimase deluso pensando che il professore non lo credesse all'altezza del compito. Malgrado ciò Harry si appassionò molto alla materia e arrivò a rispettare molto il professor Lupin. Fu solo ad Halloween, quando non potendo andare ad Hogsmeade prese il té con lui nel suo studio, che Harry apprese perché non gli era stato consentito combattere il Molliccio: Lupin pensava che il Molliccio vedendo Harry sarebbe diventato Voldemort e che l'improvvisa apparizione di quest'ultimo avrebbe seminato il panico. Harry tuttavia ammise che credeva che il suo Molliccio sarebbe stato un Dissenatore; poco dopo arrivò Piton che portò una pozione a Lupin che disse di essere giù di tono e che la pozione fosse l'unica cosa che poteva aiutarlo.

Poche ore dopo, Ron ed Hermione tornarono da Hogsmeade e il trio partecipò al banchetto di halloween; quando dopo la festa i Grifondoro tentarono di tornare nella loro Sala Comune, videro che il ritratto era stato danneggiato e che la Signora Grassa se n'era andata. Fu un divertito Pix ad informare Silente e gli studenti che era stata opera di Sirius Black. Quella notte gli studenti dormirono in Sala Grande, mentre la scuola veniva perquisita.

Qualche tempo dopo si tenne la prima partita di Quidditch della stagione, ma dato che Malfoy diceva di stare troppo male per giocare a causa della ferita inflittagli da Fierobecco, anziché i Serpeverde, i Grifondoro sfidarono i Tassorosso. Purtroppo, mentre Harry e il Cercatore avversario, Cedric Diggory cercavano di prendere il Boccino, i Dissenatori raggiunsero lo stadio ed Harry svenne di nuovo, cadendo dalla scopa. Silente lo salvò e scacciò i Dissenatori, ma Diggory che non si era accorto di niente prese il Boccino e Tassorosso vinse la partita. Il giovane Potter svegliatosi in Infermeria ebbe un'altra brutta sorpresa quando seppe che la sua Nimbus era andata a sbattere contro il Platano Picchiatore ed era stata distrutta. Alla fine Harry chiese a Lupin di insegnargli come difendersi dai Dissennatori e il professore accettò, ma dato che aveva da fare dilazionò l'inizio delle lezioni al trimestre successivo.

La mappa del malandrino

Durante l'ultimo fine settimana prima delle vacanze, ci fu un'altra gita a Hogsmeade, e Fred e George decisero di dare a Harry un grande regalo di Natale: la Mappa del Malandrino, una mappa di Hogwarts che mostrava la posizione di ogni persona all'interno del castello e del parco.

Harry usa la Mappa del Malandrino per andare a Hogsmeade di nascosto.

Usando la Mappa, Harry andò a Hogsmeade e raggiunse Ron ed Hermione da Mielandia e in seguito il trio andò al pub I Tre Manici di Scopa. Poco dopo arrivarono anche Cornelius Caramell, la professoressa McGranitt, il professor Vitious e Hagrid ed Harry si nasconde sotto un tavolo per evitare di essere visto; fu così che origliò una conversazione tra loro e la proprietaria del pub Madama Rosmerta scoprendo che Sirius Black era stato il migliore amico dei suoi genitori, oltre che suo padrino e tutore legale e che aveva svelato il nascondiglio dei Potter a Voldemort, e prima di farsi catturare dopo la caduta di quest'ultimo aveva ucciso un altro loro amico Peter Minus, insieme a dodici passanti Babbani che semplicemente si erano trovati nello stesso posto. Per Harry fu uno shock terribile, ma il rischio che Fierobecco venisse condannato a morte lo distrasse, perché lui Ron ed Hermione si misero in cerca un modo per salvarlo. A Natale, Harry ricevette un nuovo, superbo manico di scopa di marca Firebolt, ma visto che Hermione sospettava che fosse Black il donatore anonimo segnalò il fatto alla professoressa McGranitt che confiscò la scopa per assicurarsi che non fosse maledetta. A causa di ciò Harry e Ron si arrabbiarono tanto con Hermione da smettere di parlarle.


<<Hai sentito James?» chiese Lupin con una strana voce.

   «Si...» A volto asciutto, Harry alzò gli occhi. «Perché... lei non conosceva mio padre, vero?»

   «Io... sì, in realtà» disse Lupin. «Eravamo amici a Hogwarts.>>

- Harry scopre che Lupin era amico di suo padre.

Alla fine delle vacanze di Natale, Harry ricordò a Lupin la sua promessa di insegnarli a difendersi dai Dissenatori, così il professore gli insegnò l'Incanto Patronus una magia in grado di evocare un guardiano che avrebbe respinto i Dissennatori. Purtroppo si trattava di una magia complicatissima ed Harry malgrado l'impegno non riuscì a padroneggiarla del tutto. Durante la sua prima lezione, il ragazzo apprese che Lupin era stato amico di suo padre James quando i due studiavano a Hogwarts e che conosceva anche Sirius Black. Fu dopo una delle lezioni che Harry scoprì la tremenda capacità dei Dissennatori di risucchiare l'anima. Poco dopo incontrò la professoressa McGranitt che gli rese la Firebolt dicendo che tutti i test antimalocchio avevano dato esito negativo, così Harry e Ron decisero di fare pace con Hermione, ma salito in dormitorio Ron non trovò più Crosta, ma in compenso trovò sangue sulle lenzuola e numerosi peli rossi di gatto. Il giovane Weasley così si arrabbiò ancora di più con l'amica e smise di nuovo di parlarle. Come Ron, Harry fu certo che Grattastinchi avesse divorato Crosta e quando cerco di far notare a Hermione che tutte le prove puntavano in quella direzione, lei perse la pazienza anche con lui.

La seconda irruzione di Black

Grifondoro vince la coppa di Quidditch.

Ben presto ci fu la partita tra Grifondoro e Corvonero e Grifondoro vinse nonostante Malfoy, Tiger, Goyle e Flitt cercarono di sabotarlo travestendosi da Dissennatori, ma quella stessa notte, Black entrò di nuovo nel castello, riuscendo ad arrivare fino al dormitorio di Harry. Tuttavia svegliò Ron che vedendolo si mise a gridare e fuggì. Malgrado ciò Harry andò di nuovo a Hogsmeade di nascosto con Ron, ma a causa di una serie di avvenimenti che includevano uno scherzo con il fango a Malfoy, che vide la sua testa non coperta dal Mantello dell'invisibilità, Harry venne beccato da Piton e Lupin gli confiscò la Mappa del Malandrino, rimproverandolo per essersi messo in pericolo. Tuttavia la condanna a morte di Fierobecco riuscì a far fare pace ai tre amici. Dopo le vacanze di Pasqua ci fu la finale di Quidditch tra Grifondoro e Serpeverde e Grifondoro vinse non solo la partita, ma il risultato per 230-20 fu sufficiente da vincere anche la Coppa del Quidditch.

La verità

  «Il Signore Oscuro è solo e senza amici, abbandonato dai suoi seguaci. Il suo servo è rimasto in catene per dodici anni. Questa notte, prima di mezzanotte, il servo si libererà e cercherà di unirsi al padrone. Il Signore Oscuro risorgerà con l'aiuto del servo, più grande e più orribile che mai. Questa notte... prima di mezzanotte... il servo... si libererà... per unirsi... al padrone...» - la seconda profezia della professoressa Cooman.

Il trio, Lupin e Black nella Stamberga Strillante.

Dopo che Harry ebbe completato il suo esame di divinazione, la professoressa Cooman cadde in trance e prevedette che un servitore del Signore Oscuro sarebbe tornato da lui quella notte. Quando visitarono Hagrid per consolarlo prima dell'esecuzione di Fierobecco con loro immensa sorpresa trovarono, apparve Crosta nella capanna. Dato che Cornelius Caramell, Albus Silente e il boia si stavano dirigendo verso la capanna, Harry, Ron ed Hermione uscirono dal retro. Mentre stavano camminando lungo il sentiero, credettero di aver sentito Fierobecco giustiziato, quando all'improvviso Crosta morse Ron e scappò. Il rosso lo inseguì fino al Platano Picchiatore dove venne attaccato da un grosso cane che trascinò lui e Crosta in un buco alla base dell'albero. Harry ed Hermione lo seguirono, trovando un tunnel che li condusse alla Stamberga Strillante un misterioso edificio infestato che si trovava a Hogsmeade dove trovarono Sirius Black, che si rivelò essere un Animagus non registrato, la cui forma animale era il cane che Harry aveva avvistato più volte durante l'anno. Si scatenò quindi una breve collutazione, interrotta dall'arrivo del professor Lupin, che dopo un breve scambio di battute con Black corse ad abbracciarlo. I ragazzi credettero che fosse suo complice ed Hermione rivelò che Lupin era un Lupo Mannaro. Lupin però riuscì a calmare i suoi allievi e a convincerli ad ascoltarlo e rivelò che erano stati lui e i suoi amici James Potter, Sirius Black e Peter Minus a disegnare la Mappa del Malandrino e che il Platano Picchiatore e la Stamberga Strillante erano stati costruiti per lui quando frequentava Hogwarts, in modo che potesse andare a trasformarsi dove non avrebbe fatto del male a nessuno. I suo amici però scoprirono la verità e per tenergli compagnia quando si trasformava divennero Animagi, approfittando in modo intelligentissimo del fatto che i lupi mannari attaccano gli umani, ma non gli animali. Lupin svelò anche che i suoi amici non si erano mai registrati al Ministero come dovrebbero fare gli Animagi della Gran Bretagna e che quindi nessuno sapeva della loro capacità di trasformarsi in animale per poi rivelare di aver usato la mappa per tenerli d'occhio e che grazie ad essa aveva scoperto la presenza di Black e di Minus. La forma animale di Minus infatti era un topo e Lupin era convinto che si trattasse di Crosta il topo di Ron, tuttavia in quel momento venne interrotto dall'improvvisa apparizione di Piton che come lui aveva visto la mappa e pensando che Lupin fosse complice di Black era corso ad arrestare entrambi. Harry, Ron ed Hermione cercarono di disarmare l'insegnante di Pozioni contemporaneamente e pertato lo colpirono abbastanza forte da fargli perdere i sensi.

   «Harry... è come se li avessi uccisi» mormorò, rauco. «Io ho convinto Lily e James a scegliere Peter al mio posto all'ultimo momento, li ho convinti a scegliere lui come Custode Segreto invece di me... È colpa mia, lo so... La notte in cui morirono, avevo deciso di andare da Peter, per assicurarmi che stesse bene, ma quando sono arrivato al suo nascondiglio, non c'era più. Eppure non c'erano segni di lotta. Qualcosa non andava. Mi sono spaventato. Ho deciso di andare subito dai tuoi genitori. E quando ho visto la loro casa distrutta e i loro corpi... ho capito quello che doveva aver fatto Peter. Quello che io avevo fatto». - Sirius rivela la verità sulla morte di James e Lily.

Remus e Sirius costringono Peter a tornare in forma umana

Fu poi il turno di Black di fare una rivelazione: quando i Potter si erano nascosti con l'Incanto Fidelius in origine sarebbe dovuto essere lui il loro Custode Segreto (l'unica persona che poteva rivelare la posizione di casa loro), ma poi spinse James e Lily a scegliere Peter come forma di depistaggio e che era stato lui a tradire i Potter e a fare strage di Babbani scaricando la colpa su Sirius. Ron alla fine si convinse a dare Crosta a Lupin, in modo che potesse costringerlo a rivelarsi: se fosse stato davvero un topo non gli sarebbe successo nulla, ma l'incantesimo lanciato dai due vecchi amici fece sì che Crosta si ritrasformasse in Peter Minus, mostrando la veridicità del loro racconto.

   «No!» urlò Harry. Corse davanti a Minus, di fronte alle bacchette. «Non potete ucciderlo» disse col fiato mozzo. «Non potete».

   Black e Lupin erano stupefatti.

   «Harry, questa feccia è il motivo per cui sei orfano» esclamò Black irato. «Questo viscido sudicio essere ti avrebbe guardato morire senza battere ciglio. L'hai sentito. La sua pelle schifosa per lui contava più di tutta la tua famiglia».

   «Lo so» disse Harry ansimando. «Lo porteremo al castello. Lo consegneremo ai Dissennatori. Può andare ad Azkaban... ma non uccidetelo».

   «Harry!» esclamò Minus, abbracciandogli le ginocchia. «Tu... grazie... è più di quello che merito... grazie...»

   «Stammi lontano» disse Harry sprezzante, allontanando da sé le mani di Minus con una smorfia di disgusto. «Non lo faccio per te. Lo faccio perché... non credo che mio padre avrebbe voluto che loro... diventassero assassini... solo per colpa tua» - Harry decide di risparmiare la vita di Minus.

Remus e Sirius avevano tutte le intenzioni di uccidere Peter per punirlo, ma Harry glielo impedì perché pensava che suo padre non avrebbe voluto vederli diventare assassini per vendicarlo e i due accettarono di rispettare la volontà del giovane Potter. Mentre uscivano per riportare Minus al castello, Sirius disse ad Harry di essere stato nominato suo tutore legale da James e Lily in caso di loro morte ed Harry capì che gli stava chiedendo di poter andare a vivere con lui, ed Harry accettò felicemente, ma purtroppo ciò non sarebbe avvenuto: quella notte c'era la luna piena e Lupin si era scordato di bere la pozione che gli prepara Piton che lo rendeva innocuo una volta trasformato, quindi li aggredì e Peter approfittò del parapiglia per fuggire. Peggio ancora poco dopo arrivarono almeno un centinaio di Dissenatori che Harry tento disperatamente di respingere, fallendo tuttavia di colpo comparve un patronus che respinse i Dissennatori salvandoli. Un attimo dopo Harry perse i sensi, ma riuscì a intravedere l'evocatore del patronus e si convinse che fosse suo padre.

Viaggio nel tempo

Harry ed Hermione salvano Sirius e Fierobecco.

Harry si risvegliò in Infermeria, e scoprì che Sirius stava per ricevere il bacio del Dissennatore e purtroppo l'unico a credere alla sua innocenza del il professor Silente non poteva far nulla. Il preside si limitò a dare un suggerimento ad Hermione che rivelò di essere in possesso di uno strumento chiamato giratempo che le permetteva di tornare indietro nel tempo; era stato solo grazie ad esso che aveva potuto frequentare tutti i corsi avendo scelto tutte le materie elettive. Lei e Harry tornarono di tre ore nel passato, liberarono Fierobecco e tornarono al Platano Picchiatore. Harry si rese conto che la misteriosa figura che aveva visto era lui ed evocò il Patronus che respinse i Dissennatori. Harry ed Hermione poi liberarono Sirius, che fuggì su Fierobecco.

Dopo la fuga di Sirius, i Dissennatori vennero allontananti dalla scuola e Piton che avrebbe potuto ricevere l'Ordine di Merlino per la cattura di Black si fece sfuggire per caso che Lupin fosse un licantropo e così lui si dimise. Prima di andarsene restituì a Harry la Mappa del Malandrino.

Quando Harry raccontò a Silente della profezia della professoressa Cooman, Silente lo incoraggiò a non sentirsi in colpa per aver lasciato vivere Minus. Sul treno, Harry ricevette una lettera da Sirius, in cui gli diceva di avergli inviato la Firebolt , e gli dava il permesso di visitare Hogsmeade e che voleva che Ron si tenesse il gufo che aveva inviato la lettera in sostituzione di Crosta.

Quarto anno

La Coppa del Mondo di Quidditch

Una notte durante le vacanze, Harry in sogno vide Voldemort assassinare il Babbano Frank Bryce e scoprendo così che Codaliscia si era riunito al suo padrone. Le urla del vecchio, svegliarono Harry, che sentì un grande dolore alla cicatrice, e preoccupato, scrisse una lettera a Sirius per informarlo dell'accaduto. In seguito, i Weasley invitarono il giovane Potter a passare il resto delle vacanze da loro e ad andare a vedere la Coppa del Mondo di Quidditch e alla fine i Dursley acconsentirono a lasciarlo andare, così, qualche giorno dopo, il signor Weasley, Fred, George e Ron andarono a prendere Harry a Privet Drive, facendo esplodere il camino e causando un piccolo incidente magico a Dudley.

Fu così che il 25 agosto 1994 Harry, la famiglia Weasley (esclusa la signora Weasley) ed Hermione Granger si recarono alla partita in compagnia di Cedric Diggory e suo padre, Amos. Una volta arrivati al campeggio vicino allo stadio campo, incontrarono Ludo Bagman, il capo di Percy al lavoro Barty Crouch Snr e molti loro amici e conoscenti, più le loro famiglie.

Mangiamorte alla Coppa del Mondo di Quidditch

La notte dopo la partita, mentre i tifosi della squadra irlandese stavano ancora festeggiando la vittoria, un gruppo di figure incappucciate aggredì i Babbani responsabili del campeggio, saccheggiando e distruggendo tutto il possibile. Su ordine del signor Weasley, Harry fuggì nel bosco vicino al campeggio, insieme a Ron, Hermione, Fred, George e Ginny, ma il gruppo si separò ed Harry rimase solo con i suoi migliori amici.

Harry poco dopo scoprì di aver perso la bacchetta, che poco dopo qualcuno usò per lanciare Morsmordre , un incantesimo che fece comparire in cielo un teschio verde con un serpente che sporgeva dalla sua bocca come una lingua, il Marchio Nero il simbolo di Voldemort. Poco dopo Barty Crouch, Amos Diggory e altri dipendenti del Ministero della Magia si materializzano nella radura e iniziano a interrogare Harry, Ron ed Hermione e il primo disse di aver sentito chi aveva evocato il Marchio Nero. Gli impiegati del Ministero hanno perquisirono la zona e trovarono Winky l'elfa domestica di Crousch, priva di sensi tra i cespugli, con in mano la bacchetta di Harry. Irato per l'accaduto Bartemius licenziò la sua elfa.

Il Torneo Tremaghi
Calice di Fuoco sceglie i campioni.jpg

Harry e Calì Patil

I campioni sono: Cedric Diggory, casa Tassorosso, ultimo anno per Hogwarts, Fleur Delacour, ragazza dai lunghi capelli biondi e dagli occhi azzurri, in parte Veela, per Beauxbatons e Victor Krum, celebre cercatore della squadra di Quidditch della Bulgaria per Durmstrang. Quando i tre campioni sono stati scelti, un'altra pergamena fuoriesce dal Calice di Fuoco: il nome che è inciso sopra è quello di Harry Potter. I tentativi di scoprire cosa fosse successo sono vani e quindi Harry è costretto a partecipare come secondo campione di Hogwarts, pur avendo solo quattordici anni. Nemmeno Ron, geloso di lui, gli crede, e Hermione, una dei pochi a credere a Harry, è costretta a consegnare i messaggi dell'uno all'altro perché non si parlano. Il 22 novembre, Harry raggiunge Hagrid a mezzanotte e scopre che la prima prova ha a che fare con i draghi, poi, tornato all'una in sala comune, parla con Sirius, che lo avverte di stare attento, dato che chi avrebbe messo il suo nome nel Calice di Fuoco ha intenzione di ucciderlo. Dopo aver fatto sapere della prova a Cedric, Harry prende parte alla prima prova due giorni dopo e affronta il drago più aggressivo, l'Ungaro Spinato. Tramite il suggerimento di Alastor Moody, il nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, di affidarsi ai suoi punti forti, usa l'incantesimo Accio per richiamare la sua Firebolt e recupera l'uovo, ma rimane ferito alla spalla. Termina la prima prova al primo posto a pari merito con Viktor Krum ed è il più veloce a recuperare l'uovo d'oro, e dopo ciò, Ron si rappacifica con lui.

A Natale, c'è il Ballo del Ceppo, e Harry chiede a Cho Chang, per la quale ha una cotta, ma lei va già con Cedric, lasciandolo assieme a Ron con difficoltà a trovare una partner. Dopo aver visto Calì Patil, le chiede poi di andare con lui al ballo e a sua sorella Padma di andarci con Ron. Allo stesso tempo, Harry si trova alle prese con la reporter della Gazzetta del Profeta Rita Skeeter, che pubblica storie con cose false sugli altri, compreso lui: durante il Ballo del Ceppo, Skeeter ha origliato una conversazione, scoprendo che Hagrid è mezzogigante, e il suo articolo ha risultato in lettere di posta d'odio che hanno colpito Hagrid a tal punto da smettere di insegnare e chiudersi in se stesso nella sua capanna, così Harry, Ron e Hermione, assieme a Silente, che aveva rifiutato le sue dimissioni, lo raggiungono e lo convincono a tornare, non importandosene del fatto che era mezzogigante. Nel corso delle settimane, i campioni del Torneo Tremaghi devono trovare un indizio per la seconda prova che si svolgerà a febbrario usando l'uovo d'oro sottratto al drago, e Harry riceve informazioni su come fare da Cedric, ossia immergere l'uovo in acqua nel Bagno dei Prefetti, scoprendo che dovrà salvare qualcuno a cui tiene dagli abissi del Lago Nero entro un'ora. Tuttavia, essendo troppo orgoglioso per chiedere aiuto, non sa come fare a respirare sott'acqua, e all'ultimo momento, riceve aiuto da Dobby, che gli da l'Algabranchia, una pianta che permette di respirare sott'acqua. Deve così salvare Ron, ma dopo che Fleur Delacour, la campionessa di Beuxbatons, non riesce a salvare sua sorella Gabrielle a causa di un attacco da parte di Avvincini che l'hanno costretta a lasciare la prova anticipatamente, il ragazzo, a costo di perdere tempo, salva anche Gabrielle, guadagnandosi il rispetto di Fleur e venendo premiato con il secondo posto dietro a Cedric, con il quale rimane appaiato per il primo posto.

Più tardi, dopo aver visto il nome di Barty Crouch sulla Mappa del Malandrino, comincia a sospettare qualcosa, e a un mese dalla terza prova, che consiste in nell'attraversare il campo di Quidditch trasformato in un labirinto pieno di insidie, Harry viene raggiunto da Krum e trova Barty Crouch in stato confusionale, poi sviene durante una lezione di Divinazione, avendo una visione con Voldemort e si risveglia con un bruciore alla cicatrice. All'ufficio di Silente, guarda nel suo Pensatoio e scopre che il figlio di Barty Crouch, assieme alla famiglia Lestrange, ha torturato fino alla pazzia i genitori di Neville con la Maledizione Cruciatus.

Nelle settimane successive, Harry si esercita con incantesimi e fatture come Stupeficium, ma continua ad avere visioni come la precedente a Divinazione, e Skeeter scrive un articolo che lo fa sembrare pazzo. Alla terza prova, il 24 giugno, il ragazzo affronta un Molliccio, gli Schiopodi Sparacoda che Hagrid aveva cresciuto e insegnato a Cura delle Creature Magiche, una Sfinge, che gli permette di passare solo se indovina la risposta al suo indovinello, e si trova davanti Viktor Krum stregato dalla Maledizione Imperius e intento ad attaccare Cedric. Dopo aver sconfitto il bulgaro, affrontano insieme un'Acromantula, con Harry che rimane con una gamba rotta nel processo, e poi lo spinge a prendere la Coppa Tremaghi allo stesso tempo. Tuttavia, scoprono che essa è una Passaporta, e si ritrovano al cimitero di Little Hangleton, lo stesso che Harry ha visto nelle sue visioni. Qui, Codaliscia uccide Cedric e ferisce Harry al braccio con un pugnale per prendere il suo sangue, ingrediente di una pozione che fa risorgere Voldemort. Dopo essere resistito alle maledizioni di Voldemort, Harry usa l'Expelliarmus allo stesso tempo dell'Avada Kedavra del nemico, e ciò innesca il Priori Incantatio, che fa tornare gli spiriti delle ultime vittime di Voldemort, compreso Cedric, che gli chiede di riportare indietro il suo corpo.

Sfuggito vivo a Voldemort, Harry usa la Coppa Tremaghi per trasportare se stesso e Cedric a Hogwarts, e le celebrazioni della doppia vittoria per Hogwarts vengono interrotte dalla tragedia, poi viene portato da Alastor Moody nel suo ufficio. Moody è sul punto di ucciderlo, ma un furioso Silente lo ferma, e si scopre che in realtà è Barty Crouch Jr., che aveva preso le sue sembianze con la Pozione Polisucco e confessa tutto dopo aver bevuto il Veritaserum. Harry viene così portato in infermeria per farsi trattare le ferite, e spiega che Voldemort è tornato, ma il Ministro Caramell non gli crede, il che spinge Silente e la McGranitt a discutere con lui, con il primo che gli rinfaccia il fatto che è accecato dalla sua poltrona. Alla fine dell'anno, viene fatta un elegia a Cedric. Harry riceve il premio in denaro di 1000 galeoni, ma non li vuole, così prova a darli alla famiglia di Cedric, che li rifiuta, e li cede così a Fred e George, che li useranno per creare il loro negozio di scherzi magici, i Tiri Vispi Weasley.

Quinto anno

L'aver testimoniato la morte di Cedric è un duro colpo per Harry, che passa l'estate tra incubi e visioni, e non sembra ricevere notizie da nessuno dei suoi amici. Un mese dopo, il 2 agosto, Harry e Dudley vengono attaccati da dei Dissennatori, e Harry è costretto a lanciare l'Incanto Patronus per salvare sé stesso e il cugino. Vengono quindi raggiunti dalla vicina Arabella Figg, una Maganò che Silente aveva incaricato di tenere d'occhio Harry, e il giovane mago sembra inizialmente espulso, ma viene commutata in un udienza disciplinare al Ministero della Magia. Con l'intervento di Silente, la testimonianza della signora Figg e l'imparzialità di gran parte del Wizengamot, tra cui Amelia Bones, Harry è assolto da tutte le accuse.

Durante il viaggio a Hogwarts, Harry nota che le carrozze sono trainate da misteriosi cavalli alati scheletrici, i Thestral, visibili solo a chi ha visto qualcuno morire, e conosce Luna Lovegood, una ragazza eccentrica anche lei capace di vederli. Scopre anche che la nuova professoressa di Difesa contro le Arti Oscure è Dolores Umbridge, presente alla sua udienza al Ministero e che lavorava per Caramell, con noiose lezioni di teoria anziché difesa pratica, e quando dichiara che Voldemort è tornato, si ritrova in punizione a scrivere Non devo dire bugie con una insolitamente affilata che usa il suo sangue, e dopo due settimane, rimane sfregiato a vita, con la scritta sul dorso della sua mano. Tuttavia, Harry affronta le punizioni senza dare alla Umbridge la soddisfazione di essere riuscita al suo intento, e nonostante l'insistenza di Ron e Hermione, si rifiuta di farlo sapere alla McGranitt perché non è sicuro che abbia potere su di lei, o a Silente, perché non gli rivolgeva la parola da giugno e non aveva voglia di creargli altri problemi. Allo stesso tempo, Hermione ha l'idea di fargli insegnare lui stesso Difesa contro le Arti Oscure perché è il migliore in quella materia, e Harry mostra riluttanza, ma due settimane dopo, accetta. Durante una visita a Hogsmeade a ottobre, si recano alla Testa di porco, dove molti studenti di Grifondoro, Tassorosso e Corvonero accettano di prendere parte al gruppo segreto Esercito di Silente, con Harry a insegnare Difesa Contro le Arti Oscure. Per tenere gli incontri segreti, Hermione incanta dei galeoni falsi per indicare data e ora degli incontri a venire e lancia una fattura sulla lista dei membri per far sì che chi tradisca l'E.S. si ritroverà con delle pustole che formano la parola SPIA sulla faccia, e sotto gli insegnamenti di Harry, i ragazzi migliorano molto, imparando a usare incantesimi come Stupeficium, Impedimenta e Reducto, fino anche all'Incanto Patronus, e verso Natale, lui e la sua cotta, Cho, si baciano. Sfortunatamente, già dal primo incontro, l'E.S. diventa è reso illegale dalla Umbridge a causa dei decreti che impongono nuove norme a Hogwarts, e questo comprende anche le squadre. Inoltre, a causa dell'antipatia della Umbridge nei suoi confronti, lei continua a rendergli le cose difficili, controllando i camini e i gufi che portano la posta, rendendogli difficile comunicare con Sirius e ferendo Edvige all'ala. Nella prima partita di Quidditch, in cui Ron è portiere, Grifondoro batte Serpeverde, ma quando Malfoy insulta le madri di Harry e dei Weasley, Harry e George finiscono per picchiarlo in un raptus di rabbia, e assieme a Fred, sono squalificati per il resto dell'anno.

Nel frattempo, Voldemort sembra essere ossessionato dalla profezia nell'Ufficio Misteri, e Harry ha un'incubo in cui vede in una visione Nagini attaccare il signor Weasley e si sveglia di soprassalto, vomitando per lo shock. Fa subito sapere tutto alla professoressa McGranitt e corrono all'ufficio di Silente, che affida a Piton il compito di insegnargli Occlumanzia, mentre Arthur, grazie all'avvertimento tempestivo di Harry, sopravvive. A causa dell'antipatia reciproca tra professore e studente, però, non ci sono progressi nonostante le lezioni settimanali, e in un'occasione, quando Harry scopre il ricordo peggiore di Piton tramite il pensatoio, viene beccato e Piton smette di dargli lezioni di Occlumanzia, il che comincia a preoccuparlo a causa della connessione che Voldemort ha con lui, non facendolo sapere a nessuno. Tramite il Cavillo, scritto dal padre di Luna, Harry racconta in un'intervista con Rita Skeeter di come aveva visto il ritorno di Voldemort, e tutti coloro che lo davano per pazzo ora gli danno ragione, ma la Umbridge continua a complicargli le cose proibendogli le gite a Hogsmeade. la relazione tra Harry e Cho diventa testa, dato che lei cercava di continuo di tirare in ballo Cedric e parlargli di lui, e il ragazzo era irritato dal fatto che lei stava sempre a piangere. A peggiorare le cose, la sua amica Marietta Edgecombe tradisce l'E.S., costringendo Silente a intervenire, la Umbridge diventa Preside, e Harry rompe la relazione con Cho, tutto mentre Fred e George cominciano a darci dentro con gli scherzi a spese della Umbridge, riuscendo anche farsi alleato Pix e spingendo molti studenti a seguire il loro esempio quando lasciano la classe più tardi nell'anno.

All'inizio dell'ultimo trimestre, gli studenti del quinto anno devono andare all'ufficio del Direttore della loro rispettiva Casa per discutere della professione che vogliono seguire dopo aver lasciato Hogwarts, e il suo turno è un lunedì alle due e mezzo, nel bel mezzo di un'ora di Divinazione. Dopo una brutta giornata causata dai ripetuti assilli di Hermione di non parlare con Sirius e una lezione di Pozioni in cui Piton, per ripicca riguardo ciò che era successo nell'ultima lezione di Occlumanzia, lo ha fatto inciampare, rompendo la sua fiala con la Soluzione Corroborante e rendendo impossibile dargli un voto e Hermione ha poi fatto scomparire la pozione prima che potesse riempire la nuova fiala, Harry si ritrova così di pessimo umore da scordarsi dell'incontro con la sua professoressa, arrivando in leggero ritardo dopo che Ron gliel'ha ricordato. Durante l'incontro di orientamento professionale, risponde che è interessato a diventare Auror, ma mentre la McGranitt spiega i requisiti per la carriera (5 M.A.G.O con almeno Oltre Ogni Previsione, con raccomandazioni in Difesa contro le Arti Oscure, Pozioni, Trasfigurazione e Incantesimi, esami per un addestramento triennale) e consigliandogli di migliorare i suoi voti in Trasfigurazione, dato che potrà continuare a frequentarla solo con Oltre Ogni Previsione o più, e Pozioni, in cui ha bisogno di un Eccezionale, la Umbridge continua a interromperli e afferma che per gli aspiranti Auror vengono controllati i precedenti criminali, inizia una enorme discussione tra le professoresse, e la McGranitt dichiara che farà tutto il possibile per aiutarlo a diventare Auror.

Durante l'ultima partita di Quidditch, quella contro Corvonero, Harry e Hermione si perdono gran parte della partita dopo essere stati chiamati da Hagrid, tornato alcuni mesi prima da una missione per negoziare coi giganti, che affida loro il compito di occuparsi del suo fratellastro, Grop. Ginny, che era diventata Cercatrice come sostituta di Harry, batte Cho nella sfida per il Boccino e Grifondoro vince di nuovo la Coppa del Quidditch.

Iniziano quindi le due settimane di esami G.U.F.O., a giugno, composti da esami teorici scritti di mattina e pratici il pomeriggio. Il primo esame è quello di Incantesimi, in cui Harry se la cava bene pur confondendo l'incantesimo Cambiacolore con l'Incantesimo di Crescita, finendo per far accidentalmente ingrandire un topo che avrebbe dovuto far diventare arancione. Il martedì, durante l'esame di Trasfigurazione, riesce a far scomparire un'iguana intera, e anche nell'esame di Erbologia è certo di essere andato bene. L'esame di Difesa contro le Arti Oscure, il giovedì, è il migliore per Harry, che non solo non trova problemi nelle domande scritte, ma usa con successo tutti i contro-incantesimi, ottenendo anche un bonus per l'incanto Patronus. Nella seconda settimana, se la cava sorprendentemente bene a Pozioni grazie all'assenza di Piton, e ottiene buoni risultati a Cura delle Creature Magiche, ma dopo un risultato abbastanza buono nella teoria di Astronomia, nel pomeriggio affronta l'esame di Divinazione perché quello pratico di Astronomia è di notte, ma se la cava male: la sfera di cristallo è ostinatamente vuota, interpreta male le foglie di tè e sbaglia completamente la lettura della mano, confondendo la linea della vita con quella del destino e dicendo all'esaminatrice che sarebbe dovuta morire il martedì precedente. L'esame pratico di Astronomia risulta uno shock per tutti, dato che dopo che qualcuno aveva messo degli Snasi nell'ufficio della Umbridge, lei, credendo che sia stato Hagrid, cerca di arrestarlo, giungendo assieme a degli Auror alla porta della sua capanna, e la professoressa McGranitt, per proteggerlo, rimane gravemente ferita dopo aver subito quattro Schiantesimi nel petto, mentre il gigante scappa al sicuro, e tutti, compreso l'esaminatore, sono oltraggiati. Gli studenti smettono di lavorare sull'esame per assistere alla scena, e Harry stesso aveva riempito solo due terzi della mappa stellare da completare, con gli studenti che rimangono svegli fino a tarda notte a discuterne, con Harry che rimane sveglio fino alle quattro del mattino e dorme appena tre ore. Nell'ultimo esame, quello di Storia della Magia, è ormai esausto, e a metà esame, sviene dopo aver avuto una visione di Voldemort nell'Ufficio Misteri mentre tortura Sirius.

Preoccupato per il suo padrino, Harry decide di dover fare qualcosa, e Hermione lo convince a usare il camino nell'ufficio della Umbridge per vedere se è a Grimmauld Place n°12, dove aveva trascorso le vacanze, ma sfortunatamente, viene beccato dalla Umbridge, e Hermione li conduce nella Foresta Proibita, dove la donna viene portata via dai centauri. Harry, Ron, Hermione, Ginny, Neville e Luna volano a Londra usando i Thestral, ma arrivati alla Sala delle Profezie, dove recuperano la profezia, scoprono che è una trappola, ed essa si rompe durante lo scontro con i Mangiamorte. Vengono aiutati dall'Ordine della Fenice, allertato da Piton, ma Sirius muore combattendo contro sua cugina Bellatrix Lestrange e cadendo nel velo, il che spinge un infuriato Harry a seguirla. In seguito arriva Voldemort, che combatte contro Silente ed entra nel corpo di Harry prima di essere costretto a uscire a causa dei suoi sentimenti, non prima che Caramell lo testimoniasse. Nell'ufficio di Silente, Harry ha una conversazione con il Preside, che gli spiega la profezia, cosa che avrebbe dovuto dirgli prima, ma aveva esitato perché si era troppo affezionato a lui, e che il motivo per cui Voldemort era stato costretto a uscire dal suo corpo dopo averlo posseduto è perché ha qualcosa che lui non ha. A fine anno, notando un frammento di specchio che Sirius gli aveva regalato, Harry parla con Nick-Quasi-Senza-Testa per scoprire se tornerà come fantasma, ma ricevendo un no come risposta, è molto deluso. Alla stazione di King's Cross, trova i membri dell'Ordine della Fenice ad aspettalo.


Sesto anno

A causa della profezia, Harry è ormai noto come Il Prescelto, ma a causa della morte di Sirius, è in preda alla depressione, rifiutandosi di mangiare o lasciare la sua stanza. Appena tre settimane dopo, riceve una visita da Silente.





Settimo anno

La ricerca degli Horcrux

I doni della morte

La ricerca degli Horcrux impegnerà Harry per circa un anno e mezzo. Il primo Horcrux trovato è stato distrutto inconsapevolmente da Harry nel secondo anno: era infatti il diario di Tom Riddle.

L'anello con la maledizione (distrutto da Albus Silente) era un altro, l'ultimo cimelio non perso di Salazar Serpeverde, il fondatore della casa di Serpeverde.

Il medaglione nascosto in un luogo in cui Tom andò con l'orfanotrofio fu scoperto da Silente, accompagnato da Harry. Fu finalmente distrutto l'anno dopo.

Successivamente riuscirà ad entrare nella camera blindata di Bellatrix Lestrange alla Gringott e ruberà la coppa di Tosca Tassorosso, il quarto Horcrux di Voldemort.

Dopo la fuga dalla Gringott Harry vede nella mente di Lord Voldemort e capisce che il quinto Horcrux si trova a Hogwarts. Arrivato a Hogwarts parla con la Dama Grigia, il fantasma della figlia di Corinna Corvonero, e le chiede dove sia il diadema perduto di sua madre. Lei le risponde dicendogli che un'altra persona, Tom Riddle, gli aveva riposto la stessa domanda, e lei gli aveva risposto dicendogli che si trovava in un albero in Albania. Così il giovane Voldemort trova il diadema e lo nasconde a Hogwarts nella Stanza delle Necessità, luogo usato precedentemente per gli allenamenti dell'Esercito di Silente. Così Harry si reca nella stanza delle necessità, con Ron e Hermione, dove il trio viene seguito da Malfoy, Tiger e Goyle. Qui Tiger lancia l'anatema che uccide prima su Hermione e poi su Ron, fortunatamente da entrambi schivato. In seguito sempre Tiger lancia l'ardemonio nella stanza e così insaputamente distruggerà il 5° Horcrux di Voldemort. Harry per fuggire prende tre scope, ma durante la fuga Tiger cade dalla scopa è morirà inghiottito dall'ardemonio.

Lo scontro finale con Lord Voldemort

Alla fine della battaglia di Hogwarts, Voldemort darà tempo a Harry Potter fino alla mezzanotte di quel giorno per congedarsi sennò entrerà in guerra egli stesso. Così Harry avendo capito che il suo destino è quello di essere ucciso da Voldemort perchè in egli risiede un settimo Horcrux di Voldemort, si consegò a quest'ultimo facendosi uccidere senza nemmeno difendersi. Allora Harry si ritroverà nel limbo con Silente, che verrà chiamato da quest'ultimo "La festa di Harry". Egli racconterà a Harry parecchie cose che non gli aveva mai detto quando era in vita, e conclude dicendogli che è libero di morire o di continuare a vivere. Harry sceglierà quest'ultima opzione e tornato in vita si fingerà morto. Quando Voldemort farà vedere il corpo di Harry, che finge di essere morto, a tutta Hogwarts dice ai combattenti della scuola di arrendersi e di inchinarsi a lui. Ma Neville Paciock andrà davanti a Voldemort e afferrando il Cappello Parlante estrarrà da esso la spada di Godric Grifondoro, con la quale ucciderà Nagini, il serpente e sesto Horcrux di Voldemort, rendendo Voldemort mortale. Contemporaneamente, dalle mura del castello giungeranno migliaia di maghi e streghe pronti a scatenarsi contro Voldemort e i suoi mangiamorte. I centauri avendo assistito al sacrificio di Harry nella foresta, entreranno anch'essi in azione per onorarlo, accompagnati da Grop, il gigante fratellastro di Hagrid. Nel totale caos che si genera, Harry si rialzerà e si nasconderà sotto il mantello dell'invisibilità, iniziando ad aiutare di nascosto chiunque avesse davanti, riuscendo a schiantare e bloccare diversi mangiamorte, andando infine alla ricerca di Voldermot, per affrontarlo una volta per tutte. Molly Weasley ucciderà Bellatrix Lestrange per aver lanciato l'anatema che uccide contro sua figlia Ginny che quasi la sfiorò. Voldemort colmo di collera per la perdità della sua serva più fidata si avventa contro Molly venendo infine bloccato da Harry, che infine si toglie il mantello dell'invisibilità. La sua improvvisa comparsa, riempie di stupore e incredulità tutti i presenti, facendo cadere tutto in un profondo silenzio, mentre Harry e Voldemort trovandosi faccia a faccia iniziano il loro duello finale. Harry dinnanzi a Voldemort e gli racconterà che la bacchetta di Sambuco non è mai appartenuta a Piton ma bensì a Draco Malfoy che aveva disarmato Silente prima della sua morte. Dato che Harry a Villa Malfoy aveva disarmato Draco ora era lui il leggittimo proprietario della Bacchetta di Sambuco, e quindi se Voldemort gli avesse rivolto contro l'Avada Kedavra la bacchetta non avrebbe mai ucciso il suo leggittimo padrone. A questo punto Voldemort irritato da ciò che aveva detto Harry scaglia contro di lui l'Avada Kedavra e Harry risponde col suo incantesimo preferito: l'Expelliarmus. Così come predetto da Harry la Bacchetta di Sambuco non uccide Harry ma ritorce l'Anatema che uccide contro colui che lo ha scagliato.

Dopo la sconfitta di Voldemort

Dopo la sconfitta di Voldemort, Harry diventa Auror, e nel 2007 ha una promozione diventando Capo del Dipartimento Auror. Quanto alla sua vita privata, si è sposato con Ginny Weasley e insieme hanno avuto tre figli:James Sirius (a cui da il nome del padre e del padrino), Albus Severus (a cui da il nome di Albus Silente e Severus Piton) e Lily Luna (a cui da il nome della madre e dell'amica). Inoltre continua la sua amicizia con i suoi amici di sempre, ora cognati, Ron e Hermione, che si sono sposati.

2017-2020

"L'amore acceca. Abbiamo entrambi provato a dare ai nostri figli non ciò di cui avevano bisogno, ma quello di cui noi avevamo bisogno. Siamo stati così impegnati a cercare di riscrivere i nostri passati che abbiamo macchiato il loro presente."
—Harry Potter in Harry Potter e la maledizione dell'erede

King's Cross, 2017

Ventun'anni dopo la sconfitta di Voldemort nella Battaglia di Hogwarts, avvenuta nel 1998, Harry è diventato capo del Dipartimento per l'Applicazione della Legge Magica. E' sposato con Ginny ed ha tre figli: James, Albus e Lily.

Albus sembra proprio non andare d'amore e d'accordo con il padre, a causa delle pressioni che il "cognome" genera sulle sue spalle. Essere figlio del salvatore del mondo magico non è facile ed Albus ne paga le conseguenze, con una popolarità che non desidera.

Arrivato al terzo anno ad Hogwarts, il figlio sembra respingere il più possibile il padre. Harry fa di tutto per mantenere un buon rapporto con il figlio, come riesce con il primogenito James, eppure non ci riesce, con suo grande sgomento.

Durante l'estate 2020, prima del quarto anno di Albus, il Ministero della Magia confisca un illegale e potente Giratempo da un fuggitivo, Theodore Nott. Nonostante tutti i Giratempo siano stati distrutti dopo la guerra magica, al fine di evitare ripercussioni temporali da parte dei fanatici del Signore Oscuro, il ritrovamento di altri oggetti simili allarma la comunità magica. Harry ed Hermione, ora a capo del Ministero, discutono le recenti attività degli (ex) alleati di Lord Voldemort, timorosi che un nuovo attacco sia in arrivo. Una sera, il padre di Cedric Diggory, Amos, dopo aver ricevuto una soffiata riguardo il Giratempo ritrovato e sospettando che il Ministero stia facendo di tutto per insabbiare la notizia, decide di far visita a casa di Harry Potter. Amos è ormai un anziano ridotto alla sedia a rotelle e tutto ciò che desidera è poter riabbracciare suo figlio. Chiede dunque ad Harry di usare il Giratempo per riportare in vita Cedric, che non doveva essere ucciso, facendo leva sui sensi di colpa di Harry, che si è sempre sentito responsabile per la morte del suo amico. Harry, dal canto suo, nega l'esistenza del Giratempo. Nel frattempo, la ragazza che accompagnava Amos, Delphi Diggory, la nipote di Amos, lascia che lo zio e Harry parlino in privato e fa amicizia con Albus.

Amos, intuendo che Harry non lo avrebbe aiutato, se ne va via collerico. Harry, affranto, nei giorni seguenti prova a ricucire i rapporti con il figlio Albus volendo regalargli la sua copertina da neonato, che sua madre Lily gli metteva sempre addosso, l'unico suo oggetto di infanzia che è riuscito a salvare da quella tragica notte a Godric's Hollow. Albus, ancora infastidito dalle azioni paterne, non riconosce l'importanza dell'oggetto e lo butta via, con grande dispiacere di Harry che, collerico, dice, come il figlio, che vorrebbe tanto non essere il padre di Albus. Il ragazzo incassa in malo modo il colpo. Harry prova a rimediare, inutilmente. Ginny ha assistito alla scena ma lascia che Harry se la sbrighi da solo.

Sul treno per Hogwarts, Rose conferma ad Albus l'esistenza della Giratempo; Albus propone quindi a Scorpius di scappare dal treno in movimento per ottenere la Giratempo, salvare Cedric Diggory e rimediare all'errore di Harry di farlo morire. Saltano quindi dal tetto del treno e vanno a trovare Amos e Delphi, sicuri di portare a termine il loro piano. Nel frattempo, Harry comincia ad avere degli incubi e ad avvertire dolore alla cicatrice; lui e Hermione tengono una riunione pubblica, ma la comunità non è convinta che sia una minaccia. Harry, Ginny e Draco vengono a sapere che Albus e Scorpius sono dati per dispersi; Ginny capisce che Albus è scappato dopo la sua discussione con Harry, e Draco è furioso che Scorpius sia stato coinvolto nelle loro faccende familiari. Mentre Harry è a lavoro al Ministero, suo figlio si intrufola insieme a Delphi e Scorpius per rubare il Giratempo e corregge l'errore del padre, ovvero evitare che Cedric muoia.

Harry nightmare.jpg

Nel frattempo, Harry inizia ad avere degli incubi e la sua cicatrice torna a far male. Con grande sconcerto di Ginny, entrambi i genitori temono che il figlio possa essersi cacciato in qualche guaio, dato che la cicatrice di Harry prima faceva male solo in relazione all'attività di Voldemort. Ginny prova a confortare il marito. Il giorno dopo, Harry ed Hermione convocano una riunione straordinaria al Ministero. La comunità magica non crede che le "sensazioni" di Harry possano essere l'avvisaglia per una nuova minaccia. Draco accusa Harry di voler di nuovo far notizia sui giornali. Harry prova a difendere la sua opinione, ma la sua priorità ora è ritrovare il figlio; scopre, infatti, che Albus e Scorpius non sono arrivati a Hogwarts con il treno e sono stati dati per dispersi. Su tutte le furie, ma anche pensando al peggio, Harry si sente in colpa e crede che la lite con il figlio sia stata la causa di tutto ciò.

Albus e Scorpius tornano indietro nel tempo, alla prima prova del Torneo Tremaghi, quando Cedric deve lottare contro un drago per prendere l'uovo. Mascherati da studenti di Durmstrang, i due causano il fallimento del campione nell'ottenere un uovo d'oro da un drago. Allo stesso tempo, però, iniziano ad alterare il corso del tempo: una Hermione quattordicenne li vede e sospetta di loro. Successivamente, il Giratempo si rivela essere capace di durare solo cinque minuti nel passato, causando il mancato controllo del loro ritorno al presente e diverse ferite ad Albus.

Harry capisce cosa sta succendendo. Nel suo sogno vede Albus e Scorpius nella Foresta Proibita e di tanto in tanto se li immagina in alcuni ricordi del suo passato, questo perché i due amici stanno modificando la linea temporale. Harry, Ginny, Ron, Hermione e Draco partono alla ricerca dei due ragazzi, ma il centauro Cassandro avvisa Harry che "una nube oscura" si avvolge intorno ad Albus. Harry crede che i problemi di Albus e il pericolo che incombe su di lui siano causati da Scorpius. Harry, dunque, ravviva un vecchio pregiudizio sul fatto che Scorpius sia in realtà figlio di Voldemort, o ad esso legato, inasprendo i rapporti con Draco. A causa del Giratempo malandato, Albus e Scorpius riappaiono nel "presente" (che è stato modificato). Harry e Ron accompagnano i ragazzi in ospedale, dato che Albus ha riportato diverse ferite. Qui, Albus si accorge che le sue azioni hanno danneggiato il presente. Ora è un Grifondoro, non più Serpeverde. I rapporti con il padre sono gli stessi, ma Ron ed Hermione non stanno più insieme, per cui Rose non è mai nata. Piano piano Albus capisce il pasticcio che ha combinato.

Harry dumbledore's portrait.jpg

Harry, intanto, rimasto lo stesso, parla con il ritratto di Silente, che gli consiglia di "vedere Albus per quello che è". Harry chiede ad Albus di rompere ogni legame con Scorpius ed è così determinato da andare persino dalla preside McGranitt rivolgendosi a lei in malo modo, chiedendole di usare la Mappa del Malandrino per spiare i due e separarli nel caso dovessero stare troppo tempo insieme.

Albus evita Scorpius, ma Delphi si presenta ad Hogwarts e persuade Scorpius a riconciliarsi con Albus, cosa che effettivamente succede rimproverandolo di essere un cattivo amico. Albus inoltre persuade Scorpius a provare nuovamente a salvare Cedric: i due viaggiano verso la seconda prova, dove Cedric deve nuotare nelle profondità del lago, e utilizzano un incantesimo per forzarlo a riemergere e ad uscire dall'acqua (un Engorgio che gli fa gonfiare la testa al punto da farlo risalire in superficie).

Nel presente, Draco e Harry discutono dei loro figli, arrivando ad avere un duello magico. Draco sorprendentemente si trova di comune accordo con Ginny quando devono spiegare ad Harry quanto siano stati importanti le sue amicizie ad Hogwarts per la sua identità, arrivando ad ammettere che non era felice insieme a Tiger e Goyle, e Harry realizza che isolare Albus è pericoloso. Appena ritornano ad Hogwarts, Harry si scusa con la McGranitt e i tre cercano i ragazzi, scoprendo che essi erano ancora in possesso della Giratempo.

Con suo orrore, Scorpius scopre che umiliare Cedric lo ha reso una persona aspra e crudele che si è unito ai Mangiamorte e ha ucciso Neville Paciock. Dato che Neville aveva ucciso Nagini, rendendo Voldemort mortale, egli non è mai morto ed ha assunto il controllo del mondo magico. Scorpius stesso è uno studente popolare, rispettato e temuto ad Hogwarts che delega ad altri le sue richieste, mentre suo padre Draco è il Capo dell'Ufficio Applicazione della Legge sulla Magia. Mentre mantiene un'apparente lealtà “per Voldemort e l'Eroismo”, capisce di dover mettere un'altra volta le cose a posto. In questo universo alternativo, inoltre, Harry Potter è morto.

Scorpius conversa con il Professor Piton, che è ancora vivo e insegna sebbene sia un membro clandestino dell'Esercito di Silente. Dopo aver confermato dettagli riguardo la vita di Piton di cui sarebbe dovuto essere ignaro, Scorpius viene portato al quartier generale segreto dove vivono Ron e Hermione, entrambi fuggitivi. Scorpius riesce a convincere il trio e a ritornare in un altro periodo alternativo.

Harry Albus argue.jpg

Ritornato nel presente, Albus ricompare portando a pensare che le cose siano tornate alla normalità, ma il Giratempo viene dato per perso. I ragazzi confessano ciò che hanno fatto alla Professoressa McGranitt, che ricorda ad entrambi che il loro mondo è stato creato e si sostiene grazie alla morte di diverse persone, incluse persone a loro care, e che malgrado le nobili intenzioni di Albus e Scorpius il mondo alternativo che avrebbero inavvertitamente creato sarebbe stato l'ultimo dei loro desideri. Harry va a fare visita ad Albus nel suo dormitorio, e mentre il primo riesce a stento a trattenere la rabbia, vengono poste le basi per una vera riconciliazione.

Harry crede che tutto sia sul punto di sistemarsi, non appena troveranno un modo per rimediare a quanto commesso dai ragazzi. Scorpius, intanto, mostra ad Albus di aver mentito: il Giratempo ce l'ha lui. Albus quindi, per rimediare ai suoi errori, decide di distruggere il Giratempo. Per evitare di essere visti, lui e Scorpius vanno nella Guferia, dove chiamano anche Delphi, che si dimostra essere in realtà malvagia e li intrappola nel tempo, nella terza prova, quella del labirinto.

Nel presente, Harry e i suoi amici vengono a sapere che Albus e Scorpius sono stati visti l'ultima volta con Delphi e interrogano Amos Diggory riguardo ciò, scoprendo che era stato Confuso da Delphi a credere che era sua nipote e la sua curatrice; inoltre nega che sua moglie avesse altri parenti. Cercando nella stanza della casa di cura per degli indizi, incorrono in una profezia che, se avverata, avrebbe permesso il ritorno di Voldemort, e che rivela la vera identità di Delphi come la figlia segreta di Voldemort e Bellatrix. Comunque, a causa del fatto che non conoscono dove si trovano nel tempo Delphi, Albus e Scorpius, possono solo aspettare.

Potterplay.jpg

Harry è disperato perché non sa come ritrovare il figlio e continua ad incolparsi per quanto accaduto. Mentre Ginny lo consola, Harry si accorge che la coperta che aveva dato al figlio ora ha dei buchi da bruciatura. Osservandola bene, legge delle scritte con un inchiostro magico: Papà. Aiuto. Godric's Hollow, 1981. E' un messaggio nel tempo da parte del figlio. Harry capisce dove sono i ragazzi e convoca subito Ron, Hermione e Draco. Malfoy rivela che suo padre, appassionato di oggetti "proibiti", si era fatto costruire un Giratempo personale, che non ha problemi "dei 5 minuti". Il gruppo di amici viaggia nel tempo e si ricongiunge a Scorpius e Albus.

Sotto incitamento di Ginny realizzano che Delphi ha scelto questo momento non per uccidere Harry neonato, ma per fermare Voldemort e prevenire il suo attacco ai Potter. Questo avrebbe assicurato al regno del Signore Oscuro di continuare e di renderlo più forte dell'amore, cosa che ha portato alla sua caduta. Nascondendosi in una chiesa vicino alla casa dei Potter, si accordano sul trasfigurare nel Signore Oscuro Harry, che capisce di poter comprendere di nuovo il Serpentese e di essere l'unico ad essere stato nella mente di Voldemort tanto da poterlo impersonare. Si viene quindi a conoscenza che Delphi è figlia di Voldemort attraverso Bellatrix Lestrange, nata a Villa Malfoy nel 1997/1998 nel soggiorno di Voldemort durante gli eventi di Harry Potter e i Doni della Morte, prima che si tenesse la Battaglia di Hogwarts. Lei implora suo “padre” di riconoscerla, cosa che Harry fa prima che la trasfigurazione termini. Delphi, capendo che è stata ingannata, ingaggia un duello con Harry che viene successivamente raggiunto dai suoi amici e da Albus: insieme riescono a domarla ed ella implora di poter conoscere suo padre, cosa che un sorpreso Harry nega per non alterare il passato.

Sentendo che il vero Voldemort sta arrivando per uccidere i genitori di Harry, Delphi prova a chiamarlo, ma Hermione e Draco la silenziano e la rimandano al tempo presente. Harry rivive la scena dell'omicidio dei suoi genitori ancora una volta, con Albus al suo fianco, per fornire un senso di vicinanza tra i due; ritornano quindi al presente. Un devastato Hagrid arriva sulla scena per portare Harry ai Dursley, dando inizio agli eventi narrati in Harry Potter e la pietra filosofale.

Tornati ad Hogwarts, Harry chiede ad Albus di accompagnarlo nel pomeriggio per una passeggiata in collina, dove si rivela essere la tomba di Cedric Diggory, che Harry visita regolarmente per potersi scusare per la sua morte. Padre e figlio sembrano ora riappacificati.

Relazioni

Famiglia

Lily-Potter-DM2.jpg
James-Potter.jpg

I genitori di Harry, James e Lily Potter, morirono la notte del 31 Ottobre 1981, lasciando il loro unico figlio, Harry Potter, orfano all'età di un anno.
Non ricordando nulla dei genitori, compreso il loro volto, verrà a scoprire il loro sguardo grazie alla figura vista nello Specchio delle Brame, il quale ritrae la cosa che desideriamo di più al mondo. Inoltre riesce a vedere degli istanti di vita dei genitori grazie ad un album regalatogli da Hagrid al termine del suo primo anno ad Hogwarts.

In seguito all'omicidio dei genitori Harry viene adottato dagli zii materni, che non l'hanno mai trattato come un familiare, facendogli fare i lavori più ripugnanti e facendolo alloggiare per i primi anni nello sgabuzzino del sottoscala.
L'unica famiglia in cui Harry abbia mai vissuto e in quale è stato trattato come un componente è la famiglia dei Weasley. Con l'amicizia per Ron, Harry passa la maggior parte delle vacanze con i Weasley legando con ognuno di essi. Molto forte, infatti, è l'amore che la Signora Weasley ha per Harry, considerandolo come un figlio, tanto quanto i gemelli Fred e George, riconoscenti ad Harry per averli finanziati quando hanno aperto il famosissimo negozio di scherzi a Diagon Alley "Tiri Vispi Weasley".
In seguito Harry Potter sposerà Ginny Weasley costruendo con lei una famiglia, e avranno tre figli: Albus Severus Potter, James Sirius Potter e Lily Luna Potter.

Lord Voldemort

Lord-Voldemort.jpg

Lord Voldemort è l'acerrimo nemico di Harry, sin da quando lui aveva un anno. Un giorno Severus Piton rivelò al suo padrone una profezia la quale diceva che l'unico in grado di sconfiggere Voldemort sia stato un bambino nato alla fine di luglio. Le ipotesi erano due: Neville Paciock e Harry Potter. Entrambi nati il 31 luglio, da genitori che erano sfuggiti a Voldemort 3 volte. Quest'ultimo, non si sa perché, sceglie Harry Potter. Silente spiegherà a Harry che è stato proprio questo gesto di Voldemort a rendere vera la profezia e a renderla vera per lui e non per Neville. La notte in cui Voldemort si recò dai Potter, uccise James e disse a Lily che se si fosse fatta da parte la avrebbe lasciata in vita (su consiglio di Piton, che la ha amata sin dal primo giorno in cui si sono visti), ma ella si rifiutò di lasciare il piccolo Harry nelle mani di Voldemort e questi dovette ucciderla.

Una volta uccisi i coniugi Potter, Voldemort usa l'Anatema che Uccide su Harry ma l'incantesimo gli si ritorce contro, riducendolo a meno che spirito. Nel giugno del 1995, Lord Voldemort riacquista il suo corpo, mediante un complesso incantesimo che richiede un l'osso del padre, la mano di un servo fedele (in questo caso Codaliscia) e il sangue del nemico (Harry).
Durante la battaglia a Hogwarts, Voldemort scaglia l' Anatema che Uccide su Harry, ma invece che uccidere il ragazzo, distrugge la parte della sua anima in Harry, quindi il settimo Horcrux che non aveva mai voluto creare. Quando Harry si risveglia, sfida Voldemort al duello definitivo, sconfiggendolo; Voldemort ha usato la Bacchetta di Sambuco contro Harry ma essa si è rifiutata di colpire il suo padrone e così l' incantesimo gli si ritorce contro. Dopo la morte di Voldemort, Harry ha perso tutti i poteri del Mago Oscuro che risedevano in lui, quindi non è più un Rettilofono.

Albus Silente

Gambon3y.jpg

Albus Percival Wulfric Brian Silente (più comunemente noto come Albus Silente), viene riconosciuto dalla comunità magica tranne i maghi oscuri, il più grande mago dell'era moderna, ed è il preside della più grande Scuola di Magia e Stregoneria del mondo magico (Hogwarts). Viene descritto come un anziano signore con capelli argentei lunghissimi a tal punto da metterli anche dentro la cintura, con barba altrettanto lunga, occhiali a mezzaluna e naso a punta come se l'avessero rotto due volte. Questo aspetto nei film verrà a mancare dopo il secondo anno ad Hogwarts a causa della "scomparsa" del suo attore, e verrà sostituito da Michael Gambon, fino a Harry Potter e i Doni della Morte, anche se in quest'ultimo comparirà sotto forma di fantasma. Egli tra l'altro è il detentore della Bacchetta di Sambuco, uno dei Doni della Morte (la bacchetta più potente del mondo). Verrà ucciso da Severus Piton che alla fine si rivelerà buono e la morte era progettata da Silente stesso per non sporcare la coscienza a Draco Malfoy. Egli ha anche una fenice di nome Fanny; un tempo gli fu anche proposto di diventare Ministro della Magia, ma preferì restare nella sua amata scuola. La sua infanzia non è delle migliori, voleva molto bene al suo amico Gellert Grindelwald, che poi sconfiggerà essendo diventato un mago oscuro, andandoci di mezzo anche la povera sorella. Infine lui è in un certo senso responsabile dell'ascesa dell'Oscuro Signore, ma non se ne potè rendere conto, e lui stesso è l'unico mago che Voldemort teme e in sua presenza è l'unico a chiamarlo col vero nome: Tom Riddle. Uno dei sui grandi scontri contro di lui si svolgerà nel 5 all'interno del Ministero. Si chiamerà Albus anche il secondo figlio di Harry (Albus Severus), in onore di Silente.

Famiglia Dursley

I Dursley

Harry non avrà mai rapporti stretti con gli zii e il cugino. I primi lo hanno sempre trattato con freddezza e considerato un peso, mentre Dudley lo ha sempre preso in giro e picchiato.
Probabilmente per il rimorso e per il fatto che Harry gli ha salvato la vita all'inizio del quinto libro, Dudley saluta Harry, dicendogli tra le righe "mi mancherai e ti voglio bene".

Ron e Hermione

Ron e Hermione

Ron Weasley e Hermione Granger sono i migliori amici di Harry. Il trio nacque il 31 ottobre 1991, quando Harry e Ron salvano la vita a Hermione. I due ragazzi sono i compagni di tutte le avventure di Harry e sono anche grandi amici di Rubeus Hagrid. Nell'epilogo, Ron e Hermione si sposano e avranno due figli: Rose Weasley, coetanea di Albus Severus Potter, figlio di Harry e Ginny e Hugo Weasley, coetaneo della figlia minore di Harry e Ginny, Lily Luna Potter.

Severus Piton

Sin dal suo primo incontro con lui, Harry avvertì subito l'ostinazione che il professor Piton, insegnante di Pozioni e aspirante alla cattedra di Difesa contro le Arti Oscure, aveva per lui. Egli infatti, nel tempo che Harry passò ad Hogwarts, richiamò diverse volte il ragazzo trovando sempre qualcosa che non andava in lui, sebbene contribuisse a salvare Harry ogni qualvolta il ragazzo si cacciasse in un guaio.
Facendo ciò Piton riuscì a pareggiare i conti con James Potter, padre di Harry nonchè peggior nemico di Severus negli anni passati ad Hogwarts, che una volta salvò la sua vita quando stava per essere ucciso da Remus Lupin in versione lupo mannaro, provvedendo anche a riscattarsi per tutti i torti subiti da James durante la sua adolescenza rendendo ad Harry la vita impossibile.
In seguito anche Harry verrà a conoscenza dell'arroganza di James verso Piton, quando quest'ultimo viene incaricato da Silente d'insegnare ad Harry l'arte dell'Occlumanzia in modo tale che il ragazzo non possa essere posseduto da Voldemort, Harry riesce a possedere Piton e scavare nella sua memoria visionando il suo peggior ricordo.

Nel corso della saga Piton viene sempre nominato come il "cattivo" della situazione, anche quando facendo parte dell'Ordine della Fenice era incaricato di spiare Voldemort approfittando del suo ruolo di Mangiamorte, Harry non ha mai creduto in lui, pensando ad un doppio gioco da lui confermato quando, in "Harry Potter e il principe mezzosangue", vede Piton uccidere Silente con i propri occhi e poco dopo la scuola invasa da Mangiamorte.Grazie alla conferma di Harry, il mondo magico sà dell'omicidio di Silente per mano di Piton e l'insegnante di Difesa contro le Arti Oscure è costretto a nascondersi sin dall'inizio del nuovo anno quando il Ministero della Magia ed Hogwarts vengono invasi dai Mangiamorte e lui viene nominato Preside della scuola.Per tutta la durata del settimo libro Piton ricopre il ruolo di Mangiamorte, fino a quando alla sua morte, per mano di Voldemort, lascia ad Harry vari ricordi della sua infanzia, svelando molti misteri creati nei capitoli passati.Difatti Piton da giovane era amico di Lily Evans, madre del protagonista, del quale era sempre stato innamorato senza che la ragazza sospettasse nulla. Quando però Severus inizia a frequentare persone poco raccomandabili, il suo carattere cambia, tanto che al suo quinto anno chiama involontariamente Lily sporca Sanguemarcio, interrompendo la loro amicizia. Persa oramai la donna che amava, Piton si unisce alla squadra di Mangiamorte al servizio di Voldermort, scoprendo la profezia della professoressa Sibilla Cooman, che parlava della sconfitta del Signore Oscuro per mano di un bambino nato alla fine di Luglio. Supponendo che si tratti del figlio di Lily riesce a convincere Voldemort a risparmiare la vita della giovane donna. Quando però scopre della morte dei coniugi Potter si unisce a Silente nella sua missione di proteggere Harry Potter in modo tale da vendicare la scomparsa di Lily.

C'è da dire, comunque, che Piton ha visto in Harry la figura di James, tranne negli occhi, simili nel taglio e nel colore a quelli di Lily, che non può guardare senza rimpianto fino alla sua morte, quando Harry intravide nello sguardo di Piton solo odio.

Nell'epilogo si scopre che Harry ha dato al suo secondogenito il nome Albus Severus, in onore di Silente e dell'uomo più coraggioso che egli abbia mai conosciuto, Severus Piton.

Rubeus Hagrid

Rubeus Hagrid, Custode di Hogwarts.

Rubeus Hagrid è il primo mago che Harry abbia mai conosciuto. I due si incontrarono per la prima volta in un rifugio dove era fuggito insieme ai Dursley il giorno dell'undicesimo compleanno di Harry. Da quel momento in poi i due diventarono grandi amici, ai quali si aggiungono anche Ron e Hermione, i compagni di mille avventure di Harry. Nell'epilogo del settimo libro, Harry, nella stazione di King's Cross, raccomanda ai figli James e Albus di andare a trovare Hagrid; da ciò si capisce che Harry e Hagrid, dopo la fine di tutte le battaglie, si sono mantenuti in contatto.

Sirius Black

Harry e Sirius

Sirius Black era il migliore amico di James Potter e padrino di Harry. Secondo alcuni maghi, lui aveva venduto James e Lily Potter a Voldemort, cosa completamente falsa. Peter Minus era il Custode Segreto del rifugio dei Potter, ma era anche un Mangiamorte di nascosto. Così fu Minus a svelare a Voldemort il nascondiglio dei Potter. Sirius, quella sera, andò da Minus ma quando entrò in casa non lo trovò. Da qui capisce ciò che aveva fatto. I maghi accusarono Sirius di aver svelato a Voldemort il nascondiglio e di aver ucciso dodici Babbani e Peter Minus, che in realtà si tagliò un dito per farsi credere morto. Nel terzo anno Harry scopre la verità e, quando trova Sirius Black nella Stamberga Strillante, lui e Lupin spiegano tutto a Harry. Dopo la morte, Sirius lascia scritto nel testamento di dare la sua casa di Grimmauld Place e il suo elfo Kreacther ad Harry. Nell' epilogo Harry ha tre figli, uno dei quali si chiama James Sirius, nome preso dal padre e dall'unica persona alla quale abbia mai voluto bene.

Cho Chang

Cho Chang.jpg

Cho Chang è stata la prima ragazza di Harry nel quinto libro. I due si lasciano lo stesso periodo, dopo che Marietta Edgecombe, amica che Cho ha portato alle lezioni dell'ES, rivela alla Umbridge la stanza dove l'Esercito di Silente si allenava. Cho continua a difendere l'amica, mentre critica aspramente Hermione per la fattura che è entrata in azione sul volto di Marietta. Harry è molto infastidito dalla presa di posizione di Cho e la critica furiosamente, difendendo Hermione. Lei è molto gelosa della giovane strega e scappa via. Nel settimo libro, poco prima della battaglia di Hogwarts, Cho si riunisce al resto dell'ES; anche se lei e Harry si sono lasciati, i due sembrano essere rimasti amici, il loro rapporto però viene ostacolato da Ginny che è fortemente gelosa nei confronti delle ragazza e chiede a Luna di accompagnare Harry a cercare il Diadema di Priscilla Corvonero.

Ginny Weasley

Ginny Weasley HalfBloodPrince.jpg

Ginevra Molly Weasley, sopranominata Ginny, è la sorella minore di Ronald Weasley, il migliore amico di Harry Potter. Ginny è innamorata di Harry fin dal suo primo arrivo alla Tana, tanto che non riesce a spiccare parola se lui è nella stessa stanza. Nel quarto libro, però, grazie ai consigli di Hermione Granger, riuscirà a non farsi soggiogare dalla timidezza e a riuscire a parlare con Harry.
Questo suo cambiamento, nel quinto libro, la farà diventare una delle ragazze più corteggiate della scuola, tanto che la porterà ad avere vari fidanzati: Michael Corner, studente di Corvonero; Dean Thomas e Harry Potter. Quest'ultimo inizia a provare qualcosa per Ginny dal sesto libro, ma non si dichiara a lei per paura di rovinare la sua amicizia con Ron, estremamente geloso della sorella.
Quando alla metà del libro Ginny lascia Dean perchè ha riso per un bolide che ha procurato a Harry una fattura cranica (questo fa capire quanto tenga ad Harry), Harry approfitta della vittoria di Grifondoro contro Corvonero per baciarla, dando inizio alla loro relazione (l'unica non disapprovata da Ron). Harry, però, la lascia al funerale di Silente, avendo paura che le possa capitare qualcosa a causa di Voldemort; Ginny, allora, spiega che l'ha sempre amato. Questo simboleggia quanto il loro amore sia vero e sincero. Nonostante si siano lasciati, Harry e Ginny ebbero ancora un intimo incontro in occasione dl compleanno di quest'ultimo, nel settimo libro. Tuttavia Ron li sorprese e si arrabbiò con Harry. Questo episodio venne poi ricordato da Ginny 19 anni più tardi sul binario 9 e tre quarti, quando disse a suo figlio James: "Sei proprio come Ron", dopo che questo aveva interrotto Victoire e Teddy Lupin.
Alla fine sposerà Harry, come lo si vede nell'epilogo dell'ultimo libro, e insieme avranno tre figli: James Sirius Potter, Albus Severus Potter e Lily Luna Potter.

Famiglia Weasley

Harry e i Weasley sono molto stretti sin dall'inizio del primo anno a Hogwarts. È particolarmente affezionato alla signora Weasley, la quale lo tratta come un figlio. Nel sesto libro, Harry si innamora di Ginny, ultima dei sette figli e unica figlia femmina della casa. Dopo la battaglia, Harry va a vivere con i Weasley fino al 2000/2004; Harry infatti sposa Ginny e, insieme a Ron e Hermione, si trasferiscono in un luogo non specificato, nei dintorni di Godric's Hollow.

Minerva McGranitt

Minerva McGranitt.jpg

Harry nutre rispetto e simpatia per la professoressa McGranitt. Nonostante spesso i modi dell'insegnante siano severi, ciò non nasconde che la McGranitt nutra un profondo affetto e stima per Harry. Quest'ultimo, prima della Battaglia di Hogwarts, difese la professoressa McGranitt da Amycus Carrow, che le aveva sputato in faccia.

Origine del nome

Harry è una variante del nome inglese Henry, traducibile in italiano come Enrico. Fin da piccola la Rowling adorava questo nome ed ha persino dichiarato che avrebbe chiamato così suo figlio (in realtà ha avuto una femmina). Inoltre ha ironicamente commentato "anche se poi avrei dovuto cambiare nome al personaggio, perché mi sarebbe sembrato troppo crudele chiamare mio figlio come lui".

Per quanto riguarda il cognome, Potter in inglese fa riferimento all'arte del "pottery", ovvero dei vasai. L'autrice della saga ha dichiarato che il cognome le è sempre piaciuto, dato che una famiglia che viveva vicino a casa sua portava quel cognome.

Al cinema

Negli adattamenti cinematografici della saga, Harry Potter è stato interpretato da Daniel Radcliffe mentre in italiano è stato doppiato da Alessandro Puccio.

Apparizioni

Advertisement