Harry Potter Wiki
Advertisement
Harry Potter Wiki

Petunia Dursley (nata Evans) è una Babbana inglese sorella di Lily Evans e moglie di Vernon Dursley, nonché madre di Dudley Dursley.

Aspetto

«La signora Dursley era magra, bionda e con un collo quasi due volte più lungo del normale[.]»
Harry Potter e la pietra filosofale - Capitolo 1: Il Bambino che è sopravissuto

Nei libri Petunia è descritta come bionda, mentre nell'adattamento cinematografico è invece bruna con occhi marroni.

Biografia

Infanzia

Petunia è la prima figlia del Signor e della Signora Evans. Aveva una sorella più piccola, Lily. Petunia da piccola era affascinata e intimorita dalle capacità della sorella. Quando Severus Piton, loro coetaneo e vicino di casa, rivelò a Lily di essere una strega e che sarebbero andati a Hogwarts, Petunia cercò di farsi ammettere anche lei alla scuola scrivendo alcune lettere ad Albus Silente. Quando Severus scoprì la lettera di rifiuto, Petunia prese a odiare sua sorella e la magia, anche perché i suoi genitori si mostravano molto fieri delle capacità di Lily.[1]

Matrimonio con Vernon Dursley

Inacidita perché i genitori sembravano apprezzare la sorella strega più di quanto non apprezzassero lei, Petunia lasciò definitivamente Cokeworth per frequentare un corso da dattilografa a Londra. Il corso le fruttò un lavoro d'ufficio, dove conobbe l'estremamente non-magico, presuntuoso e materialista Vernon Dursley.

Quando a tempo debito Vernon Dursley le fece la proposta di matrimonio, con grande correttezza formale, in ginocchio nel soggiorno della madre, Petunia accettò al volo. L'unico ostacolo alla sua felicità era la paura di ciò che il fidanzato nuovo di zecca avrebbe pensato di sua sorella, che allora stava frequentando l'ultimo anno a Hogwarts. Confessò la verità durante un lacrimoso appuntamento, e Vernon rimase profondamente scioccato; tuttavia giurò solennemente che non le avrebbe mai rinfacciato di avere per sorella uno scherzo della natura.[2]

Il primo appuntamento tra Lily, il suo ragazzo James Potter, e i futuri sposi andò male e da allora i rapporti peggiorarono rapidamente. La serata si concluse quando Vernon e Petunia se ne andarono infuriati dal ristorante. Lily scoppiò in lacrime e James (che si sentiva un po' in colpa) promise di sistemare le cose con Vernon alla prima occasione.

Non accadde mai. Petunia non volle che Lily le facesse da damigella al matrimonio perché era stufa di essere oscurata da lei; Lily ci restò male. Petunia e Vernon decisero di non andare al matrimonio di Lily e James. L'ultimissima lettera che Petunia ricevette da loro annunciava la nascita di Harry: lei le lanciò un'occhiata sprezzante e la gettò nel cestino.

Il 23 luglio 1980, nacque il primo e unico figlio di Petunia e Vernon, Dudley Dursley.

Accogliendo il nipote

Il 1° novembre 1981, Petunia aprì la porta di casa e vide Harry Potter sul gradino, con la lettera di Albus Silente che spiegava cosa era accaduto a Lily e James, uccisi da Lord Voldemort. Benchè Petunia disprezzasse la magia e fu subito contraria ad occuparsi di Harry, comprese che il solo modo per salvare il nipote era di accoglierlo in casa sua, accettando così la richiesta di Albus Silente di salvarlo. Benchè Silente avesse chiesto di considerare Harry come un figlio, ciò non avvenne. Petunia e Vernon non trattarono mai con affetto Harry, mostrandosi invece distaccati e freddi.

Nonostante fosse cresciuta insieme a una strega, Petunia era decisamente ignorante in materia di magia. Lei e Vernon condivisero l'idea confusa di poter soffocare in qualche modo i poteri di Harry e, nel tentativo di sbarazzarsi delle lettere che arrivano da Hogwarts per l'undicesimo compleanno del nipote, si basarono sulla vecchia credenza che le streghe non possano attraversare l'acqua. Dato che Petunia aveva visto spesso Lily saltare fossi e correre sui passatoi dei ruscelli quando erano piccole, non avrebbe dovuto sorprendersi quando Hagrid non incontrò alcuna difficoltà a superare il mare in burrasca per arrivare alla catapecchia sullo scoglio.

Come viene mostrato in Harry Potter e l'Ordine della Fenice, Petunia non rivelò mai al marito Vernon il motivo per cui decise di tenere con sè Harry. Vernon infatti, quando scoprì che Voldemort era tornato ed era sulle tracce di Harry per ucciderlo, cercò di cacciare il nipote fuori di casa, non volendo che la sua famiglia diventasse bersaglio di un pericoloso assassino. Petunia, ricevuta una strilettera di Silente che le ricordava la promessa fatta quindici anni prima, impedì al marito di mandare via Harry.

Al momento di lasciare momentaneamente Privet Drive insieme al resto della famiglia scortata dall'Ordine della Fenice, Petunia si soffermò sulla porta guardando Harry e aprì la bocca per dire qualcosa, tuttavia in un attimo si girò, uscì e salì in auto. Successivamente la Rowling ha dichiarato che Petunia stava per augurare al nipote buona fortuna, dicendogli che sapeva contro cosa sarebbe andato a combattare e che sperava che tutto sarebbe andato per il meglio [1]; tuttavia non lo fece poiché come rivelato dall'autrice in successive dichiarazioni, Petunia ha vissuto per anni autoconvincendosi che essere una Babbana, una "normale", fosse la cosa giusta e migliore; tutto ciò le impedì quindi di ammettere che l'odio per il nipote e per il mondo magico era stato causato da pura invidia che aveva per sua sorella.

Personalità

Ama spiare i vicini dalla finestra e "ficcare il naso" negli affari altrui ma detesta qualsiasi cosa abbia a che fare con la magia e con suo nipote Harry e i pettegolezzi sulla sua famiglia.[3]

Significato del nome

Petunia è il nome di un fiore che simboleggia rabbia, risentimento, collera.

Al cinema

Nei film, il ruolo di Petunia è interpretato da Fiona Shaw, doppiata da Melina Martello per la versione italiana.

Apparizioni

Note

  1. Harry Potter e i doni della morte
  2. Pottermore - Informazione su Vernon e Petunia Dursley
  3. Harry Potter e la pietra filosofale - Capitolo 1: Il Bambino che è sopravissuto
Advertisement