FANDOM


Prior Incantatio è un incantesimo che mostra l'ultima magia fatta da una bacchetta.[1]
1001-p1bo50ebvi1av75fjva3rnmgdk5

Scontro tra Harry Potter e Voldemort

Bacchette gemelle

Come dimostrato nel quarto libro nella battaglia al cimitero, puó avvenire anche quando due bacchette con il nucleo gemello si scontrano.

' "Un fiotto di luce verde sgorgò dalla bacchetta di Voldemort mentre un fiotto di luce rossa esplodeva da quella di Harry: s'incontrarono a mezz'aria, e all'improvviso la bacchetta di Harry prese a vibrare come percorsa da una corrente elettrica; la mano gli si serrò attorno; nemmeno volendo l'avrebbe potuta lasciare... e un sottile raggio di luce ora univa le due bacchette, né rosso né verde, ma di un luminoso oro intenso. E Harry, seguendo il raggio con sguardo attonito, vide che anche le lunghe dita bianche di Voldemort stringevano una bacchetta che tremava e vibrava. E poi - nulla avrebbe potuto preparare Harry per ciò che vide - si sentì alzare da terra. Lui e Voldemort furono entrambi sollevati per aria, le bacchette ancora unite da quel filo di luce d'oro scintillante.[...] Il filo d'oro che univa Harry e Voldemort andò in mille pezzi; le bacchette rimasero unite, mentre un centinaio di raggi disegnarono archi sopra di loro, incrociandosi tutto attorno, finché i due non si trovarono rinchiusi in una rete d'oro a forma di cupola, una gabbia di luce, oltre la quale i Mangiamorte si aggiravano come sciacalli [...]La sua bacchetta prese a vibrare più intensamente che mai... e anche il raggio tra lui e Voldemort cambiò... era come se grosse perle di luce scivolassero su e giù per il filo che univa le bacchette. Harry sentì la sua sussultare nella mano, mentre le perle di luce cominciavano a scorrere lente e decise dalla sua parte... ora il raggio di luce si muoveva verso di lui, si allontanava da Voldemort, e sentì la bacchetta vibrare rabbiosa... Mentre la perla di luce si avvicinava alla punta della bacchetta di Harry, il legno tra le sue dita divenne così caldo che temette di vederlo prendere fuoco. Più la perla si avvicinava, più forte vibrava la bacchetta;[...]Una delle perle di luce vibrò a pochi centimetri dalla punta della bacchetta di Voldemort.[...]All'istante, la bacchetta di Voldemort emise urla di dolore... poi - mentre gli occhi di Voldemort si dilatavano per lo stupore - una densa mano di fumo uscì volando dalla punta e scomparve... il fantasma della mano che aveva creato per Codaliscia... altre urla di dolore... e poi dalla punta della bacchetta prese a sbocciare qualcosa di molto più grosso, un enorme qualcosa grigiastro, che sembrava fatto del più denso e fitto fumo... era una testa... ora un petto, delle braccia... il torso di Cedric Diggory.[...] Altre urla di dolore sgorgarono dalla bacchetta... e poi dalla punta affiorò qualcos'altro... l'ombra densa di una seconda testa, seguita subito da braccia e busto... un vecchio che Harry aveva visto una volta in sogno si spingeva fuori dall'estremità della bacchetta come aveva fatto Cedric... e il suo fantasma, o la sua ombra, o quello che era, cadde accanto a quello di Cedric, e scrutò Harry e Voldemort, e la rete d'oro, e le bacchette unite, vagamente sorpreso, appoggiandosi al bastone da passeggio...[...]Ma già un'altra testa affiorava... e questa testa, grigia come una statua di fumo, apparteneva a una donna... Harry, con le mani che tremavano mentre cercava di tenere ferma la bacchetta, vide la sagoma cadere a terra e rialzarsi come le altre, guardandosi attorno...L'ombra di Bertha Jorkins osservò la battaglia a occhi sgranati.[...]Ed ecco che un'altra testa spuntava dalla punta della bacchetta di Voldemort... [...]L'ombra di fumo di una giovane donna dai capelli lunghi cadde al suolo come Bertha poco prima, si rialzò e lo guardò... e Harry, con le braccia che tremavano follemente, guardò a sua volta il volto del fantasma di sua madre . «Tuo padre sta arrivando...» disse piano lo spettro. «Vuole vederti... andrà tutto bene... resisti...» E lui venne... prima la testa, poi il corpo... un uomo alto con i capelli spettinati come quelli di Harry, la sagoma di fumo e d'ombra di James Potter sbocciò dalla punta della bacchetta di Voldemort, cadde a terra e si rialzò come aveva fatto sua moglie. [...(Harry ritorna a scuola e Silente vuole sentire ciò che è successo)...] Ma quando giunse al punto in cui il raggio di luce d'oro aveva unito la sua bacchetta a quella di Voldemort, si ritrovò con la gola bloccata. Cercò di continuare a parlare, ma il ricordo di ciò che era scaturito dalla bacchet- ta di Voldemort gli invase la mente. Vide Cedric, vide il vecchio, Bertha Jorkins... sua madre... suo padre... Fu contento quando Sirius ruppe il silenzio. «Le bacchette si sono unite?» chiese, guardando Harry e poi Silente. «Perché?» «Prior Incantatio» mormorò Silente, con aria assorta. I suoi occhi fissarono quelli di Harry e fu come se una scintilla scoccas- se fra di loro. «L'Incantesimo Reversus?» disse Sirius bruscamente. «Proprio così» rispose Silente. «La bacchetta di Harry e quella di Vol- demort hanno la stessa anima. Entrambe contengono una piuma della coda della stessa fenice. Di questa fenice, in effetti» aggiunse, indicando l'uccel- lo oro e scarlatto appollaiato tranquillo sul ginocchio di Harry. «La piuma che c'è dentro la mia bacchetta è di Fanny?» domandò Harry, sbalordito. «Sì» rispose Silente. «Il signor Ollivander mi ha scritto per dirmi che avevi comprato la seconda bacchetta nell'istante in cui sei uscito dal suo negozio quattro anni fa». «E che cosa succede quando una bacchetta incontra sua sorella?» chiese Sirius. «Non funzionano correttamente l'una contro l'altra» rispose Silente. «E se i loro proprietari costringono le bacchette a scontrarsi... si verifica un effetto molto raro. «Una delle bacchette costringe l'altra a emettere gli incantesimi che ha operato - al contrario. Prima il più recente... e poi quelli che l'hanno prece- duto...» Rivolse a Harry uno sguardo interrogativo, e Harry annuì. «Il che significa» disse Silente lentamente, gli occhi fissi sul volto di Harry, «che Cedric dev'essere riapparso sotto qualche forma». Harry annuì di nuovo. «Diggory è tornato in vita?» chiese Sirius seccamente. «Non esiste incantesimo che possa ridestare i morti» rispose Silente con gravità. «Tutto quello che può essersi verificato è una sorta di eco. Un'om- bra del Cedric vivente che affiora dalla bacchetta... dico bene, Harry?» «Mi ha parlato» rispose Harry. Che all'improvviso tremava di nuovo. «Il... il fantasma di Cedric, o quello che era, ha parlato». «Un'eco» disse Silente, «che ha mantenuto l'aspetto e il carattere di Ce- dric. Immagino che siano apparse altre forme del genere... vittime meno recenti della bacchetta di Voldemort...» «Un vecchio» disse Harry, la gola ancora serrata. «Bertha Jorkins. E...» «I tuoi genitori?» chiese piano Silente. «Si». La stretta di Sirius sulla spalla di Harry si fece così forte da fargli male. «Gli ultimi omicidi compiuti dalla bacchetta» disse Silente annuendo."`` `

`"Harry Potter E il Calice di Fuoco"``

Apparizioni

Note

  1. Harry Potter e il Calice di Fuoco - Capitolo 9: Il Marchio Nero
*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+