Harry Potter Wiki
Advertisement
Harry Potter Wiki

Stanzadellenecessitàcs-1

La stanza delle necessità al sesto anno di Harry Potter.

Stanzacose

La stanza delle necessità al settimo anno di Harry Potter mentre viene distrutta dall'Ardemonio scagliato da Gregory Goyle.

La Stanza delle Necessità (ing: Room of Requirement), nota anche come Stanza Va-e-Vieni, è una stanza magica nel Castello di Hogwarts che appare solo quando c'è chi ne ha veramente bisogno, e ha sempre tutto quello che serve a chi la cerca.

Questa stanza si trova al settimo piano, di fronte all'arazzo di "Barnaba il Babbeo bastonato dai Troll". Per farla apparire bisogna passarci per tre volte davanti pensando alla "necessità" molto intensamente; è protetta da molte magie tra cui quella che la rende indisegnabile, infatti non compare nella Mappa del Malandrino.

Storia[]

Anno scolastico 1890–1891[]

Durante questo anno scolastico, la vicepreside Matilda Weasley ha introdotto il nuovo studente del quinto anno alla Stanza delle Necessità in modo tale che avesse un'area in cui concentrarsi per migliorare le proprie abilità.

Albus Silente[]

Durante il 1900, lo Specchio delle Brame era conservato nella Stanza delle Necessità. Una notte del 1927, Albus Silente si recò nella stanza per fissare lo Specchio delle Brame e ricordare il suo passato con Gellert Grindelwald, più nello specifico, quando loro avevano stretto il patto di sangue.

Primo esercito di Silente[]

Nel 1932, Albus Silente, Jacob Kowalski, Newt Scamander, Theseus Scamander, Lally Hicks e Bunty Broadacre presero una Passaporta nella stanza per recarsi in Bhutan per interferire con l'elezione del Mugwump Supremo della Confederazione Internazionale dei Maghi del 1932 e fermare Gellert Grindelwald dall'essere nominato prossimo Supremo Mugwump.

Lo sgabuzzino[]

In Harry Potter e la camera dei segreti, Harry sente il custode della scuola Argus Gazza parlare alla sua gatta Mrs. Purr di uno "sgabuzzino che scompare". Tuttavia, il contesto in cui la stanza viene nominata implicita che il custode non abbia idea di cosa quello “sgabuzzino” sia in realtà.

Menzione di Silente[]

Nel 1994, Albus Silente racconta di esserci passato davanti una volta di primo mattino, "quando la sua vescica era incredibilmente piena". Quando apre la porta trova la stanza piena di vasi da notte.

Harry, infatti, mentre sta parlando con Dobby ricorda subito quando, durante il Ballo del Ceppo, il preside aveva detto di essersi imbattuto in questa stanza piena di vasi da notte mentre doveva andare in bagno.

Un nascondiglio[]

Per Fred e George Weasley diviene un ripostiglio per nascondersi da Argus Gazza, il custode della scuola, quando li cercava per metterli in punizione. Lo stesso Gazza ci trova dei detersivi quando la sua scorta è agli sgoccioli.

A ogni modo, la Stanza delle Necessità viene usata anche da altri personaggi, alcuni consapevoli, altri un po’ meno. Basti pensare a Dobby che la usa per aiutare Winky ubriaca o ancora Fred e George che dicono di essersi nascosti nella stanza – che in quel momento era uno stanzino delle scope – per sfuggire a Gazza.

L'esercito di Silente[]

La Stanza delle Necessità, per tutto il quinto capitolo, diventa una sala d’allenamento segreta, un posto che sia introvabile per la Umbridge.

Nel quinto libro, Harry chiede a Dobby di un posto sicuro per riunirsi con gli altri, così l'elfo domestico svela l'esistenza della stanza, ed Harry trova un posto per riunirsi e insegnare Difesa contro le Arti Oscure all'Esercito di Silente. Nel film, la persona a scoprire la stanza è Neville Paciock, mentre stava cercando un bagno.

Dolores Umbridge riesce comunque a trovare ed entrare nella stanza a causa della denuncia di Marietta Edgecombe.

Seconda Guerra dei Maghi[]

Nel settimo libro viene invece utilizzata dagli studenti ricercati come oppositori del nuovo regime scolastico imposto da Severus Piton per nascondersi da lui e dai suoi Mangiamorte sottoposti, Amycus e Alecto Carrow, senza essere costretti ad entrare in clandestinità e continuando a ostacolare i loro piani.

La Stanza delle Cose Nascoste[]

Grazie ad essa è possibile accedere alla Stanza delle Cose Nascoste, dove Draco Malfoy tenta con successo di far entrare i Mangiamorte ad Hogwarts attraverso l'Armadio Svanitore nel sesto libro della saga.

La stanza viene poi usata da Harry, sempre nel Principe Mezzosangue, come nascondiglio per il suo libro di Pozioni, dalla professoressa Cooman per nascondere le bottiglie di sherry vuote dopo le sue bevute, e da Lord Voldemort per nascondere il Diadema di Corvonero che lo stesso Harry, sempre nel Principe Mezzosangue, aveva posizionato su un busto insieme ad una parrucca per ricordare dove avesse nascosto il libro.

Limiti[]

Durante i Doni della Morte viene rivelato che la stanza non è in grado di creare del cibo dal nulla, questo perché il cibo è una delle cinque Principali Eccezioni alla Legge di Gamp sulla Trasfigurazione degli Elementi.

Il secondo limite è che la Stanza delle Necessità potrebbe anche venire distrutta con una magia estremamente potente. L’Ardemonio – uno dei pochi incantesimi in grado di distruggere gli Hocrux - lanciato da Tiger mentre Harry, Ron e Hermione cercano di prendere il Diadema di Corvonero, potrebbe aver danneggiato irreparabilmente la stanza.[1]

Note[]

Advertisement